"La vetrina" è il nuovo singolo di Renato Zero

La vetrina

Anticipa il nuovo album in arrivo ad ottobre, "Zero il Folle"

"La vetrina” è il nuovo attesissimo singolo di Renato Zero, in tutte le radio da venerdì 13 settembre ed anticipa l'uscita del nuovo album e la partenza di un nuovo grande tour.
Il 4 ottobre uscirà infatti, “Zero il Folle” (Tattica), il nuovo disco di inediti di Renato Zero, l’artista italiano più rivoluzionario di sempre!
L’album è stato registrato a Londra con la produzione artistica e gli arrangiamenti di Trevor Horn (produttore di Paul McCartney, Rod Stewart, Robbie Williams), con cui Renato Zero torna a collaborare dopo l’album “Amo” del 2013.
Sono già 13 le date sold out di “Zero il Folle in Tour”, il nuovo tour di Renato Zero (prodotto e organizzato da Tattica), con cui l’artista tornerà live nei principali palasport italiani.
Perché folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia. Folle è chi rifiuta le regole e l’autorità, alimentando i desideri nascosti di chi lo giudica e segretamente vorrebbe assomigliargli. Folle è chi non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza.
Folle è Renato Zero.
(comunicato Tune Fit a cura di S.Predolin)
 

Venezia 76, vince "Joker"

COMUNICATO STAMPA
76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

A Luca Marinelli la Coppa Volpi

(Ansa) - Alla 76esima Mostra del Cinema di Venezia vince il Leone d'oro per il miglior film JOKER di Todd Phillips (USA). Luca Marinelli, protagonista di Martin Eden di Pietro Marcello, è il vincitore della Coppa Volpi maschile.
COPPA VOLPI per la migliore attrice a: Ariane Ascaride nel film GLORIA MUNDI di Robert Guédiguian (Francia, Italia) 
GRAN PREMIO DELLA GIURIA a: J'ACCUSE di Roman Polanski (Francia, Italia)
LEONE D'ARGENTO per la migliore regia a: Roy Andersson per il film OM DET OÄNDLIGA (ABOUT ENDLESSNESS) (Svezia, Germania, Norvegia) 
PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a: LA MAFIA NON È PIÙ QUELLA DI UNA VOLTA di Franco Maresco (Italia) 
PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a Yonfan per il film animato JI YUAN TAI QI HAO (N. 7 CHERRY LANE) (Hong Kong SAR, Cina) 
PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore emergente a Toby Wallace nel film BABYTEETH di Shannon Murphy (Australia)
LEONE DEL FUTURO - PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA (LUIGI DE LAURENTIIS) a YOU WILL DIE AT 20 di Amjad Abu Alala (Sudan, Francia, Egitto, Germania, Norvegia, Qatar)
 
ORIZZONTI
La Giuria Orizzonti della 76. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, presieduta da da Susanna Nicchiarelli e composta da Eva Sangiorgi, µlvaro Brechner, Mark Adams e Rachid Bouchareb dopo aver visionato i 19 lungometraggi e i 13 Cortometraggi in concorso, assegna:
il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM a: ATLANTIS di Valentyn Vasyanovych (Ucraina)
il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE REGIA a: Théo Court per il film BLANCO EN BLANCO (Spagna, Cile, Francia, Germania)
il PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI a: VERDICT di Raymund Ribay Gutierrez (Filippine)
il PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE ATTRICE a: Marta Nieto nel film MADRE di Rodrigo Sorogoyen (Spagna, Francia)
il PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR ATTORE a: Sami Bouajila nel film BIK ENEICH - UN FILS di Mehdi M. Barsaoui (Tunisia, Francia, Libano)
PREMIO ORIZZONTI PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: Jessica Palud, Philippe Lioret, Diastème per il film REVENIR di Jessica Palud (Francia)
PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a: DARLING di Saim Sadiq (Pakistan)
il VENICE SHORT FILM NOMINATION FOR THE EUROPEAN FILM AWARDS 2019 a: CÇES QUE LADRAM AOS PASSAROS (DOGS BARKING AT BIRDS) di Leonor Teles (Portogallo)
 
VENEZIA CLASSICI
La Giuria presieduta da Costanza Quatriglio e composta da 22 studenti - indicati dai docenti - dei corsi di cinema delle università italiane, assegna
il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR DOCUMENTARIO SUL CINEMA a: BABENCO - ALGUÉM TEM QUE OUVIR O CORAÇÇO E DIZER: PAROU (BABENCO - TELL ME WHEN I DIE) di Barbára Paz (Brazil)
il PREMIO VENEZIA CLASSICI PER IL MIGLIOR FILM RESTAURATO a: EXTASE (ECSTASY) di Gustav Machatì (Cecoslovacchia, 1932)

La Giuria presieduta da Laurie Anderson e composta da Francesco Carrozzini e Alysha Naples dopo aver visionato i 27 progetti in concorso, assegna:

Il GRAN PREMIO DELLA GIURIA PER LA MIGLIORE OPERA VR IMMERSIVA a THE KEY di Céline Tricart (USA)
il PREMIO MIGLIORE ESPERIENZA VR IMMERSIVA PER CONTENUTO INTERATTIVO a A LINHA di Ricardo Laganaro (Brasile)
il PREMIO MIGLIORE STORIA VR IMMERSIVA PER CONTENUTO LINEARE a DAUGHTERS OF CHIBOK di Joel Kachi Benson (Nigeria)
LEONE D'ORO ALLA CARRIERA 2019 a: PEDRO ALMODàVAR e JULIE ANDREWS 

JAEGER-LECOULTRE GLORY TO THE FILMMAKER AWARD 2019 a: COSTA-GAVRAS
PREMIO CAMPARI PASSION FOR FILM a: LUCA BIGAZZI
 

Venezia 76, premiata Julie Andrews

76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

L'attrice ritira il Leone d'Oro alla carriera

(Venezia) - Mercoledì è il giorno  di "LAN XIN DA JU YUAN", tradotto dall'inglese "SATURDAY-FICTION", un film drammatico cinese diretto dal regista Ye Lou, il quale ci porta nel 1941 dove la Cina è teatro di una guerra tra alleati e spie di diverse nazioni. Yean Yu interpretato da Gong Li, nota per la sua interpretazione in Lanterne Rosse e Memorie di una Geisha, è un' attrice che torna a Shangai per recitare in "Saturday fiction" uno spettacolo teatrale diretto dal suo ex marito. La verità è che intraprende una missione per liberare il suo ex marito prigioniero dei giapponesi: ma anche quella è una recita, almeno apparentemente.,Più la sua missione andrà avanti e più sarà complesso distinguere la realtà dalla finzione, gli alleati, gli agenti, e tutto sfuggirà a qualsiasi controllo.
Durante questa 76esima mostra del cinema e più precisamente il 2 settembre è stato consegnato, nella Sala Grande del Palazzo del cinema, il Leone D'Oro alla carriera alla grandissima e bravissima attrice inglese Julie Andrews (oggi 83enne), l'indimenticabile Mary Poppins (1964) e protagonista anche in "Tutti insieme appassionatamente" (1965) e "Victor Victoria" (1982).
Personaggio importante e sempre presente in tutte le serate della Mostra del Cinema di quest'anno è Alessandra Mastronardi, scelta per il ruolo di madrina.
Bella, spontanea e molto semplice ha fatto gli onori di casa sfoggiando sempre un sorriso splendido.
 

Venezia 76, i film di Yonfan e Roy Anderson

yonfan
76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Ancora proiezioni e l'arrivo dei Ferragnez

In programma per oggi alla Mostra del Cinema troviamo una serie di film, dal mio punto di vista, leggermente inferiori come cast ai giorni precedenti. Anche l'affluenza al Lido sembra leggermente diminuita, forse anche per risparmiare energie per gli ultimi giorni. 
In concorso troviamo il film di animazione "JI YUAN TAI QI HAO (N. 7 CHERRY LANE)" del regista Yonfan. Nelle voci troviamo Sylvia Chang, presente l'anno precedente al Lido, in quanto faceva parte della giuria. Il film narra la storia di Ziming uno studente dell'università di Hong Kong combattuto tra i sentimenti che nutre per la signora Yu, una madre in autoesilio da Taiwan negli anni del terrore bianco e la sua figlia Meiling. Ziming la porta a vedere diversi film e attraverso questi momenti che possono sembrare magici: si fanno strada passioni proibite, l'arco temporale coincide con gli eventi turbolenti vissuti a Hong Kong nel 1967. 
Secondo film in concorso in giornata è quello svedese del regista Roy Anderson "OM DET OANDLIGA" nel quale si susseguono momenti di vita vari tra passato e presente, una coppia vaga nella città di colonia afflitta dalla guerra. Un padre e una figlia si dirigono a una festa di compleanno, delle adolescenti ballano fuori da un bar, dei soldati marciano verso un campo di prigioni. Tra gli altri personaggi, un prete, una direttrice di marketing, una donna che ama lo champagne, Adolf Hitler e Ivan il terribile.
Da segnalare fuori concorso "45 SECONDS OF LAUGHTER", film del regista già premiato con l'oscar  Tim Robbins. Praticamente nel film documentario ambientato nella prigione di stato di Calipatria un gruppo di detenuti viene scelto per partecipare ad un laboratorio teatrale della compagnia di Tim Robbins. Il regista riprende gli incontri fino al saggio finale dando alla luce questo bellissimo film. Evento della giornata l'arrivo in pompa magna dei "Ferragnez", ovvero Chiara Ferragni e Fedez, arrivati al Lido per presentare il documentario  su di lei "UNPOSTED", che racconta la figura di Chiara Ferragni, celebre modella e icona di stile, divenuta regina del mondo della moda grazie ad un sapiente uso dei social network.
(dalla nostra inviata Loredana Negro)
 

Venezia 76 al giro di boa

cast martin eden
76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Arriva Penelope Cruz. In concorso anche l'italiano "Martin Eden"

Siamo giunti a metà della Mostra del Cinema e oggi, lunedì 2 settembre, è il giorno della bellissima Penelope Cruz arrivata nella notte al Lido per presenziare alla presentazione di "THE  WASP NETWRK" film del regista Olivier Assayas.
Nel cast troviamo anche Gael Garcia Bernal e il bellissimo Edgar Ramirez acclamato dalle innumerevoli fan accorse al Lido per lui. Questo film racconta la storia di 5 prigionieri politici cubani imprigionati negli Stati Uniti alla fine degli anni 90 con l'accusa di spionaggio e omicidio.
Il gruppo è composto da spie che, mentre la guerra fredda volgeva al termine, vengono inviate dai servizi di controspionaggio di Cuba per monitorare un gruppo anti Castro con sede in Florida che avrebbe progettato una serie di attacchi militari. A gusto mio personale uno dei film più belli in concorso.
Oggi troviamo in oltre in concorso anche il film italiano drammatico di Pietro Marcello "MARTIN EDEN" con Luca Marinelli, Jessica Cressy e Chiara Francini. Questo film è la versione cinematografica del romanzo di Jack London, pubblicato nel 1909. Come protagonista troviamo il giovane marinaio di umili origini Martin Aden, interpretato dal bravissimo Luca Marinelli, il quale salva da un'aggressione Arturo (Giuseppe Alpi) giovane rampollo della borghesia industriale. Per ringraziarlo Arturo lo invita nella sua abitazione di famiglia dove Martin conoscerà e si innamorerà della bella sorella di Arturo, Elena (Jessica Cressy). La giovane donna colta e raffinata diventerà un'ossessione amorosa e il simbolo dello stato sociale a cui ambirà. Martin inseguirà il sogno di diventare scrittore a costo di sacrifici e fatiche, influenzato dal vecchio intellettuale Russ Brisseden (Carlo Cecchi) si avvicinerà ai circoli socialisti entrando in contrasto con Elena e il suo mondo borghese.
(dalla nostra inviata Loredana Negro)
 

Venezia 76, tra Jude Law e Gary Oldman

new pope
76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Da "The New Pope", fuori concorso, a "The Laudromat"

La 76esima Mostra del Cinema di Venezia è giunta a domenica e ci presenta fuori concorso "THE NEW POPE", serie televisiva girata già in parte quest'anno in laguna da Paolo Sorrentino, sequel della serie tv " The Young pope". 
La nuova serie inizia a tre anni dal finale e il giovane Papa Belardo (Jude Law), ancora in coma viene sostituito da un nuovo Papa, Giovanni Paolo III (John Malkovich). Un uomo più saggio e consapevole di dover mitigare le imposizioni più dogmatiche del suo predecessore: il contrasto è dietro l'angolo perchè il giovane Papa non è ancora morto, anzi è più in forma che mai e scalda gli animi con il suo succinto costume bianco camminando sulla spiaggia del Lido di Venezia.
Al Lido è stato presentato proprio l'episodio 7, dove ad aprile al Lido sono state girate le scene del quasi nudo di Jude Law.
Domenica è stato anche il giorno di un'icona del cinema mondiale: Meryl Streep presente nel film di Steven Suderbergh, "THE LAUDROMAT".
Bagno di folla per lei e per lo stratosferico Gary Oldman. Questo film racconta dello scandalo del 2016, quando vennero scoperti diverse decine di miliardi nascosti in migliaia di società offshore dallo studio legale Mossack Fonseca con sede in Centro America.
La vicenda fece molto scalpore perchè finì per investire molti politici a livello internazionale, causando anche le dimissioni di alcuni premier (come quello islandese).
(dalla nostra inviata Loredana Negro)
 

Venezia 76, arriva il Joker di Todd Phillips

76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Il film di Todd Phillips con un magistrale Joaquin Phoenix

(Venezia) - Un sabato dove a Venezia tutte le attenzioni sono rivolte al film di Todd Phillips, "JOKER", interpretato da Joaquin Phoenix.
Nella Gotham City del 1981, Arthur Fleck è un'aspirante cabarettista il cui scarso successo lo costringe a lavorare durante il giorno come pagliaccio.
Alienato ed emarginato dalla società, nel tentativo di ribellarsi a questa sua esistenza finisce si ritrova coinvolto in una serie di eventi che lo trasformeranno nella peggiore mente criminale di Gotham City. Ad evitare il crollo psicologico di Arthur è Murray Franklin interpretato da Robert De Niro.
In questa giornata, dove tutto ruotava intorno a "JOKER", è stato presentato anche il film italianissimo di Mario Martone "IL SINDACO DEL RIONE SANITA' ", ambientato nella Napoli di oggi dove Antonio (il sindaco) è un criminale del Rione Sanità, dove amministra la giustizia secondo criteri al di fuori della legge.
Quando conosce Rafiluccio, intenzionato ad uccidere il padre, l'uomo decide di intervenire per riconciliare i due, riconoscendo nel giovane lo stesso desiderio di vendetta che da ragazzo lo aveva ossessionato e poi cambiato per sempre.
(dalla nostra inviata Loredana Negro)
 

Venezia 76, ecco il film di Polanski

terza giornata
76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

"J'Accuse" è il film della giornata. Presentato il lavoro dell'Archibugi

Ed eccoci giunti alla terza giornata della 76esima Mostra del Cinema di Venezia che inizia subito con il film di Roman Polanski "J'ACCUSE", che ha come interpreti Jean Dujardin, Luis Garrel e Emmanuel Seigner. Il film ci porta nel 1984, anno nel quale il capitano francese Alfred Dreyfus, quarantenne di origini ebraiche viene ingiustamente accusato di tradimento e spionaggio e condannato all'ergastolo, che dovrà scontare sulla temibile Isola del Diavolo. Tutto questo porta a delle prese di posizione: una di queste fu quella di Emile Zola che si schierò a favore del capitano attraverso un articolo, con il quale accusava i veri colpevoli. A cause di questo articolo viene condannato a un anno di carcere.
Film presente nella giornata di oggi ma fuori concorso "SEBERG" di Benedict Andrews: come attrice principale troviamo Kristen Stewart, la Bella della saga Twilight. Il film è praticamente incentrato sulla protagonista Jean Seberg (Kristen Stewart) perseguitata dall'FBI a causa dei suoi rapporti con il leader delle pantere nere Hakin Jamal.
Ultimo, ma non per importanza, troviamo il film italiano di Francesca Archibugi, "VIVERE". Nel cast spiccano Micaela Ramazzotti, Adriano Giannini, Massimo Ghini, Roisin O'Donovan ed Enrico Montesano. La regista ci parla di verità e menzogne all'interno una famiglia non convenzionale nel suo vivere, dal quale deriva il suo titolo.
La famiglia è composta da Luca (Giannini),  un giornalista precario che ha un debole per le donne e Susi (Ramazzotti), una ballerina che insegna danza. A creare scompiglio arriverà Mary Ann(O'Donovan), ragazza alla pari che presto si invaghirà di Luca.
(dal nostro inviato Devis Botta)
 

Venezia 76, il giorno di Brad Pitt

brad pitt
76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Star della giornata anche Scarlett Johansson

(Venezia) - Secondo giorno della Mostra del Cinema di Venezia, molto intenso sotto tutti i punti di vista, sia per la sicurezza dispiegata e soprattutto per la quantità di star internazionali di altissimo livello.
Giornata in cui viene presentato in concorso "MARRIAGE STORY".
Il cast è formato da Scarlett Johansson (poco disponibile verso gli innumerevoli fan accorsi al Lido per una foto, un autografo o semplicemente un ricordo da portare a casa incontrandola), Adam Driver (il Kylo Ren della saga di Star Wars), Laura Dern (Jurassic Park), Alan Aida, Ray Liotta e Julie Hagerty.
Diretto da Noah Baumbach,racconta la storia di Charlie e Nicole, un regista teatrale e un'attrice sposati e con un figlio piccolo, i quali intraprendono un lungo e sofferto divorzio, divisi tra New York e Los Angeles. 
Secondo film in programma "AD ASTRA", film molto atteso dal gentil sesso vista la presenza di un'icona di bellezza e bravura che risponde al nome di Brad Pitt che, oltre ad attore, in questo caso agisce anche produttore. Insieme a lui nel cast troviamo Tommy Lee Jones, Ruth Negga, Liv Tyler e Donald Sutherland.
Il film ci racconta dell'astronauta Roy Mcbride, il quale si spinge fino ai bordi estremi del sistema solare per ritrovare il padre scomparso e svelare un mistero che minaccia il genere umano. Il suo viaggio lo porterà a scoperte che mettono in dubbio  la natura umana e il nostro ruolo nell'universo.
Da sottolineare la grande disponibilità da parte di Brad Pitt, che si è concesso ai suoi fan in moltissime occasioni.
(dal nostro inviato Devis Botta)
 

Venezia 76, la Mostra ha inizio

76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica

Parte la Mostra con il film con la Deneuve. Arriva Monica Bellucci

(Venezia) - La prima giornata della 76esima Mostra del Cinema di Venezia inizia con LA VERITE', primo film del regista giapponese Kore'eda, interpretato da Catherine Deneuve, Juliette Binoche ed Ethan Hawke.
Il film parla dell'attrice Fabienne vecchia gloria del cinema francese, la quale riceve la visita della figlia Lumir, tornata a Parigi da New York col marito e la figlia piccola per celebrale le memorie della madre. Durante la riunione di famiglia riemergeranno però risentimenti e conflitti dovuti a delle verità o presunte tali, rivelate da Fabienne nel proprio libro.
Nella stessa giornata fuori concorso è stato presentato "IRREVERSIBLE- IN VERSIONE INTEGRALE", interpretato da un'icona del cinema italiano, la sempre bellissima Monica Bellucci, accompagnata da Vincent Cassel, Albert Dupontel, Jo Prestia e Philippe Nahon. Questo film esce dopo 17 anni dall'originale e il regista Gaspar Noe inverte la direzione cronologica del precedente.
(dal nostro inviato Devis Botta)
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS