File.41: Donato Tommasi - intervista

Il terzo singolo, che ascolteremo con lui, è "Parli ancora di Lei"

Donato Tommasi, classe '94, cantautore di Vittoria, nasce e cresce con la passione per la musica. Dopo il successo di “Cade” che in poche settimane ha scalato le charts nazionali, nel luglio del 2018 esce “Sarai”, che nel giro di un mese è entrato nella classifica “Viral 50” di Spotify e ha superato la quota di ventimila ascolti.
Parli ancora di Lei”, è il suo terzo singolo. Scritto dal cantautore vittoriese e da Enrico Romano, che ha anche prodotto il brano con l’etichetta gelese Kroma Production, “Parli ancora di Lei” racconta del delicato passaggio tra la fine di un grande amore e l’inizio faticoso di una nuova vita, con la delicatezza poetica che ormai è diventata un marchio di fabbrica del songwriting del giovane cantante.
Il brano è una electro - ballad pop dal sound semplice ed incisivo, priva di ogni artificio e forzatura.
L'intervista con Donato Tommasi andrà in onda:
Mercoledì 14 novembre alle 16:35 e sabato 17 novembre alle 10:10.
 

Stan Lee (1922-2018)

Mondo dei fumetti in lutto: è morto il papà dei supereroi Marvel

Addio, sorridente Stan Lee! Noi "veri credenti" ti dobbiamo decenni di emozioni con gli eroi della tua Marvel Comics. Dai Fantastici Quattro agli X-Men, e poi i Vendicatori,  L'Uomo Ragno, Hulk, Thor, Daredevil ed un elenco lunghissimo di supereroi. #Excelsior!
 
Stan Lee, il leggendario creatore dei supereroi Marvel, è morto a 95 anni. Ha creato alcuni fra i personaggi piu' importanti dell'universo fumettistico Marvel (Uomo Ragno, Capitan America, I Fantastici Quattro, Hulk, Iron Man, Thor, Pantera Nera, gli X-Men, gli Inumani).
Fu proprio sulle pagine di "Fantastic Four", iniziato nel 1961, che lui e Jack Kirby posero le basi di quello che sarebbe diventato l'universo Marvel.
Nel 1972 Lee aveva abbandonato la direzione editoriale della Marvel, ma ne era rimasto l’uomo immagine più prestigioso.
Il suo sogno di promuovere una versione cinematografica e televisiva dell’universo Marvel si è avverato solo quando l’impiego di capitali adeguati e l’avvento delle tecnologie digitali hanno permesso una resa ottimale dei superpoteri sul grande schermo.
Da allora Stan, benché ormai anziano, era comparso più volte nei film dedicati alle sue creature, con brevi particine di pochi istanti, i cosiddetti camei, quasi per assegnare un marchio di qualità a quelle produzioni così popolari.
Sempre allegro e ammiccante, sempre animato dall’ottimismo del sogno americano. 
 

La coppia Baudo-Rovazzi a Sanremo Giovani

Doppio appuntamento dal Teatro del Casinò di Sanremo

Due prime serate, il 20 e 21 dicembre in diretta su Rai1 dal Teatro del Casinò di Sanremo, e quattro appuntamenti di presentazione degli artisti finalisti, dal 17 al 20 dicembre sempre su Rai1, per Sanremo Giovani. Per la prima volta Sanremo Giovani catapulterà 2 promesse direttamente sul palco del Teatro Ariston per la 69ᵃ edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo che vede, per il secondo anno, come direttore artistico Claudio Baglioni.
A presentare Sanremo Giovani, con 24 artisti in gara, 12 a sera, un’inedita ed “esplosiva” coppia: il veterano di tante edizioni, Pippo Baudo, e uno degli artisti più apprezzati dalle nuove generazioni, Fabio Rovazzi. I quattro appuntamenti in onda su Rai1 alle 17.45 vedranno invece al timone il cantante e conduttore radiofonico Luca Barbarossa.
E, a proposito di radio, anche quest’anno importante sinergia con Rai Radio2, radio ufficiale del Festival di Sanremo, che trasmetterà in diretta dal Teatro del Casinò le 2 serate di Sanremo Giovani con la conduzione di Tamara Donà e Melissa Greta Marchetto e in differita, alle 20, i 4 appuntamenti del pomeriggio.
Oggi, 12 novembre, nella sede di Via Asiago di Rai Radio, la Commissione musicale presieduta da Claudio Baglioni sta già valutando i primi 69 artisti selezionati, mentre i 24 finalisti di Sanremo Giovani saranno svelati il 27 novembre, dopo aver ascoltato anche i vincitori del concorso Area Sanremo.
 

File.41: Elisa Sapienza - intervista

Il primo singolo, che ascolteremo con lei, è "Replay"

Replay”, il singolo d’esordio della giovane cantante milanese Elisa Sapienza. Un brano dalle sonorità pop che racconta di un amore terminato e rivissuto attraverso continui ricordi.
Il singolo anticipa l’uscita del primo Ep di Elisa, che è anche autrice di alcuni brani.
«"Replay” è un brano molto importante per me – sottolinea l’artista - perché oltre ad essere il mio primo singolo parla di un argomento che mi tocca da vicino, un rapporto finito che ha vissuto varie fasi. Ci sono delle frasi all'interno del brano che sento molto mie come 'L'amore è un gigante che ride di me' che esprime proprio l'impossibilità di definire un sentimento così grande come l'amore».
L'intervista con Elisa Sapienza andrà in onda:
Martedì 13 novembre alle 16:35 e venerdì 16 novembre alle 10:10.
 

File.41: Cortellino - intervista

"140 Km/h" è la cover di un brano di Ivan Graziani

Cortellino è un cantautore di Trieste che di nome fa Enrico.
140 Km/h” (LaPOP) è il suo nuovo singolo, cover dello storico brano di Ivan Graziani del 1983 dedicato alla ”bora misteriosa di Trieste”. Alla realizzazione del singolo, disponibile in tutti i digital store dal 6 ottobre, ha collaborato anche Filippo Graziani, figlio di Ivan, che dopo aver ascoltato l’idea e la prima versione del pezzo ha voluto curarne personalmente gli arrangiamenti.
«Ho deciso di reinterpretare questa canzone che parla della mia città – sottolinea Cortellino - perché nonostante sia stata scritta più di 30 anni fa la trovo molto attuale. Ivan ha voluto immortalare Trieste in una tipica giornata di bora, passeggiando abbracciato a una bella ragazza per le ventose vie della città ma non manca di lasciarci con un dubbio "perché son così corti i momenti belli?».
L'intervista con Cortellino andrà in onda:
Lunedì 12 novembre alle 16:35 e giovedì 15 novembre alle 10:10.
 

In libreria "Fabrizio De André. Sguardi randagi"

Le fotografie di Guido Harari. Prefazione di Cristiano De André e postfazione di Dori Ghezzi

Per quasi vent’anni, Guido Harari è stato uno  dei  fotografi personali di Fabrizio De André, realizzando molte delle sue più conosciute  immagini ufficiali. In  questo  volume il suo archivio si schiude per la prima volta  integralmente, con oltre 300 fotografie che includono  non solo quelle più amate dai fan, ma anche alcune gemme inedite. Sono sguardi randagi, spesso rubati, malgrado l’ufficialità, vincendo la pigrizia o la ritrosia dell’artista. Le fotografie sono accompagnate  dal  racconto di ricordi, aneddoti e dalla “viva voce” di De André estratta dalle interviste realizzate dallo stesso Harari in occasione di due snodi cruciali del percorso dell’artista: la leggendaria tournée con la PFM e l’album Le nuvole. De André racconta la sua dipendenza  dall’alcol, la competizione giovanile col padre e col fratello Mauro, il rapporto con la moglie Dori Ghezzi e  con i figli Cristiano e Luvi, l’incontro con Fernanda  Pivano e Edgar Lee Masters, l’infanzia ricomprata grazie alla nuova attività di agricoltore in Sardegna, la rivoluzione linguistica e musicale di Creuza de ma, il ritorno al “canto civile” degli ultimi dischi.
 
Guido Harari (Il Cairo, 1952)  è  fotografo  e  giornalista musicale. Ha firmato copertine  di  dischi  per  artisti  internazionali  e  italiani.  Dopo  la scomparsa  di  De  André,  gli  ha dedicato tre biografie per immagini – E poi, il futuro (Mondadori, 2001), Una goccia di splendore (Rizzoli, 2007) e Fabrizio De André & PFM. Evaporati in una nuvola rock (con Franz Di Cioccio, Chiarelettere, 2008). Ha curato, insieme a  Studio Azzurro, la grande mostra  multimediale  dedicata  all’artista da Palazzo Ducale, a Genova, nel 2008-2009.
(comunicato Parole & Dintorni)
 

File.41: Veronica Marchi - intervista

Dall'album "Non sono l'unica", presenteremo "Cose che danno fastidio"

 “Cose che danno fastidio” è il secondo singolo estratto dal nuovo album di Veronica Marchi, “Non sono l’unica”, uscito per Qui Base Luna, l’ecosistema musicale che dopo una breve pausa risorge con il nuovo lavoro della cantautrice, polistrumentista, vocal-coach e produttrice veronese.
Con “Cose che danno fastidio” Veronica ci presenta un brano ironico, sarcastico, che strizza l’occhio al pop con piacevoli incursioni elettroniche.
Il brano parla di inadeguatezza, ironizzando sulle altalene emotive tipiche di chi non si sente mai a tempo, e che nel dubbio rimanda allegramente ogni decisione.
Il singolo, così come l’intero disco “Non sono l’unica”, nasce, dall'esigenza di percorrere una strada nuova: musicale e personale. La produzione artistica è affidata a Stefano Giungato, che ha messo in risalto nuove sfumature della voce e della musicalità di Veronica.
L'intervista con Veronica Marchi andrà in onda:
Martedì 6 novembre alle 16:35 e venerdì 9 novembre alle 10:10.
 

Bocelli in vetta alle classifiche Uk

Non era mai successo per un artista italiano

(Adnkronos) - Per la prima volta nella storia della musica italiana e per la prima volta nella sua carriera, Andrea Bocelli conquista la vetta della classifica inglese degli album più venduti con un disco di inediti. Un successo mondiale quello del tenore e del suo nuovo album 'Sì', uscito in oltre 60 paesi nel mondo lo scorso 26 ottobre su etichetta Sugar. Un risultato clamoroso che segna un momento storico anche per il mercato discografico Uk che, a distanza di oltre vent’anni, vede il disco di un artista non pop contemporaneamente al numero uno della chart classica e della classifica generale dei dischi più venduti. Bocelli in questi giorni sta scalando anche la classifica americana di Billboard200, un caso rarissimo per qualsiasi artista. Per dare un’ulteriore idea dell’importanza dell’evento, se il tenore si confermasse primo anche nella classifica americana, 'Sì' sarebbe il primo album della Decca al top della classifica sia inglese sia americana, cosa che in assoluto non succedeva dai tempi di 'Every picture tellks a story' di Rod Stewart del 1971.
Un riconoscimento internazionale che arriva a poco più di un mese dal sessantesimo compleanno di Bocelli, icona globale da 85 milioni di album venduti in tutto il mondo, esibizioni davanti a Pontefici, Famiglie Reali e Presidenti. Artista internazionale con una stella sulla Walk of Fame, un concerto a Central Park davanti a 75.000 persone, chiamato alle inaugurazioni di Olimpiadi e Mondiali di Calcio, invitato a scrivere un editoriale per il Time e dare il via alle operazioni borsistiche al Nasdaq, Bocelli annovera innumerevoli riconoscimenti ricevuti nella sua eccezionale carriera.
(fonte: Adnkronos)
 

File.41: Serena Brancale - intervista

"Come ti pare" è il singolo che ascolteremo con la cantautrice pugliese

Serena Brancale è una delle voci più talentuose della scena musicale italiana. È riuscita a conquistare il grande pubblico con la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2015 dove ha presentato una versione raffinatissima del suo brano “Galleggiare”, contenuta nell'omonimo album uscito con la Warner Music Italy. “Come ti pare”, il nuovo singolo della cantautrice pugliese. Il brano, che anticipa l’uscita del disco “Vita d’artista”, è ricco di suoni e contaminazioni anni ‘80. A metà tra il romantico e l’autoironico.
«Come cantautrice non ho niente di particolare da raccontare – sottolinea l’artista - salto le cene, bevo poca acqua e ascolto Wilma De Angelis. Vivo come mi pare da sempre, non è una lode alla pazzia, è un piccolo omaggio alla propria rivoluzione. Dici tutto e non dici niente, ami e tradisci, ti fidi ma non credi. La chiusura perfetta per ogni discorso? #cometipare».
Il brano è accompagnato da un videoclip diretto dall’artista, cantautrice e videomaker Giordana Angi, un manifesto dell’amicizia eccentrica, quella a colori. L’amicizia che matura col tempo, senza il timore di essere giudicati, quella vera.
L'intervista con Serena Brancale andrà in onda:
Lunedì 5 novembre alle 16:35 e giovedì 8 novembre alle 10:10. Stay tuned!
 

File.41: Adèl Tirant - intervista

Il singolo che ascolteremo con lei è "Settembre (Love September)"

Adèl Tirant all’anagrafe Adele Tirante, siciliana di origine, è nata e vive a Roma. E’ cantante, attrice, performer e autrice di canzoni e testi.
Come cantante, ha sviluppato nel tempo un profondo amore per la canzone popolare, studiando e interpretando il repertorio della canzone francese, sudamericana,  siciliana, del blues (e i loro rispettivi  rappresentanti) e della canzone d’autore italiano anni 60’.
Dopo essersi fatta conoscere dal pubblico con il fresco estivo e scanzonato singolo “Un homme qui me plait comme toi”, torna in radio con  “Settembre (Love September)”, secondo singolo in attesa del disco d’esordio “Adele e i suoi eroi”, in uscita entro fine anno per l’etichetta Soter.
“E’ una canzone che parla della scia che lascia l’estate sul corpo e sulla mente” afferma la cantautrice.
L'intervista con Adèl Tirant andrà in onda:
Venerdì 2 novembre alle 16:35 e martedì 6 novembre alle 10:10.
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS