Gli Imagine Dragons incontrano Elisa

imagine dragons

Esce "Birds", una collaborazione inaspettata tra la band e la nostra artista

Da venerdì 21 giugno in radio “Birds”, il nuovo singolo che vede collaborare per la prima volta la rock band vincitrice di un Grammy Award Imagine Dragons con l’artista italiana dal maggior respiro internazionale, Elisa.
“Birds” è una riflessione sui ricordi sbiaditi di un rapporto amoroso giunto a termine, metaforicamente evocata dall’immagine degli uccelli migratori.
Reduci da una trionfale performance alla cerimonia d'apertura della finale di UEFA Champions League 2019 che si è svolta a Madrid, gli Imagine Dragons sono appena stati protagonisti di un eccezionale concerto a Firenze davanti ad un pubblico di oltre 50 mila spettatori.
Dopo aver pubblicato una hit dopo l’altra, si confermano inoltre la band internazionale di maggiore successo nel mondo negli ultimi anni con 3 dischi tuttora presenti nella classifica italiana di vendita, nello specifico “Origins” (disco d’Oro), “Evolve” (2 volte disco di Platino) e “Night Visions” (disco di Platino).
(comunicato Universal Music a cura di E. Forastiero)
 

File.41: Paolo Cognetti - intervista

paolo cognetti

Incontro con il pianista per ascoltare "Un altro sguardo", tratto da "Rinascita"

Nostro ospite sarà il pianista Paolo Cognetti per presentarci “Un altro sguardo”, traccia contenuta nell'album di pianoforte solo "Rinascita", prodotto dall’etichetta OSB Records - Officina Sonora del Bigallo e distribuito da Artist First. 
“Capita che ci si perda e che non sia indolore ritrovare il legame con i nostri desideri profondi. In quei momenti cambiare prospettiva può non solo e non tanto ri-solvere, ma talvolta, addirittura, dis-solvere situazioni complesse e problematiche. Trovando così la strada per ricongiungersi con la propria Anima.”  - dice Paolo Cognetti.
Il video del regista Dario Ermeti è girato tra la rigogliosa natura dei boschi circostanti e la maestosa Fortezza del Girifalco nei pressi di Cortona. La danza di note di Cognetti evoca il percorso di un'anima pura, ma visibilmente inquieta, che vaga alla ricerca di una meta sconosciuta. Seppur immersa in una fresca e incantevole radura, la candida creatura muove i suoi passi oltre i luoghi a cui essa appartiene. E attraversa gli spazi verdi e il tempo con incertezza, ma animata da irrefrenabile curiosità e buona speranza, come attratta da un Altro o Altrove necessario da raggiungere e cui volgere un nuovo sguardo.
Curiosità: il pianoforte suonato da Cognetti nel video fu utilizzato anche da Maurice Ravel per comporre il Boléro (1928).
L'intervista con Paolo Cognetti andrà in onda:
Martedì 18 giugno alle 16:35 e venerdì 21 giugno alle 10:10.
 

"Madame X", Madonna fa centro

madonna madame x

Contrariamente ai primi segnali, il nuovo album è un grande disco

Onore alla Regina: "Madame X" è un grande album, il disco che ci aspettavamo da lei.
Avevamo capito male, Madge. Con il reggaeton in compagnia di Maluma, la discutibile "Medellín" pensavamo che fossi arrivata alla frutta, che veramente non ci fosse più nulla che potessi raccontare. Pensavamo che, se una come Madonna si getta nella moda del momento, la condanna all'inseguimento delle mode, dopo decenni in cui le avevi imposte, fosse ormai definitiva.
E invece no. "Madame X" spariglia le carte e cambia tutto. Madonna si riprende il ruolo: guarda avanti, guarda oltre e sperimenta. Il risultato è un disco lucidamente incoerente, a tratti folle, ma decisamente bellissimo. Il disco più bello dal 2003, anno di "American Life". E qui siamo anche più avanti: i brani sono tutti diversi, ricchi e tecnicamente perfetti. La varietà di stili, di stacchi, di cori, colori e melodie lo rende non facile all'ascolto. Ma dal primo ascolto ti rendi già conto che ti trovi di fronte ad un quasi-capolavoro.
Un disco pensato, fuori dagli schemi, che non insegue le facili mode ma, ancora una volta, decide di dettarle. Ascoltate l'isterica "Dark Ballet", la sontuosa "God Control", la trascinante "Faz Gostoso" e poi "Crazy", l'emozionante "Extreme Occident", la toccante "Looking for Mercy". E tutte le altre. Pure i singoli promozionali usciti in queste ultime settimane ("Crave", "Future") acquistano un senso nella visione d'insieme. Possiamo forse buttare proprio gli episodi con Maluma (oltre a "Medellín", anche "Bitch I'm Loca") e tutto quello che rimane è grandiso. 
Insomma, ci eravamo sbagliati. Siamo felici di constatarlo. Magari "Madame X" non venderà abbastanza, ma è sicuramente un disco degno di Madonna, un'artista che entra in una nuova fase con la stessa forza dei suoi anni d'oro.
 

Al via il 30 giugno il Festival Show

festival show 2019

Il Festival itinerante dell'estate italiana compie 20 anni

Il nuovo palco di 300 mq è pronto, Anna Safroncik ha preso il timone della conduzione, il corpo di ballo, le miss e l’Orchestra Sinfonica sono al nastro di partenza: ormai mancano solo due settimane all’inizio dell'attesa ventesima edizione di Festival Show! La popolare attrice, che sarà affiancata da Paolo Baruzzo, coordinatore del tour organizzato da Radio Birikina e Radio Bella & Monella, ha detto di essere entusiasta di questa nuova avventura «Con Festival Show non mi sono reinventata – afferma Anna Safroncik - anzi, è un modo alternativo di stare sul palcoscenico, dove praticamente sono nata e cresciuta. Sarà una grande emozione far parte del mondo della musica per questa estate».
Anche quest’anno i big della musica saranno i protagonisti delle 8 tappe gratuite, dal 30 giugno a Padova, al 7 settembre a Trieste: un cast formato da artisti che hanno fatto la storia della musica italiana e dai più recenti fenomeni della scena musicale.
Questi i primi big della musica italiana confermatiBENJI & FEDE, LOREDANA BERTÈ, NEK, THE KOLORS, ELETTRA LAMBORGHINI, LO STATO SOCIALE, ARISA, EMIS KILLA, PAOLA TURCI, SHADE, FRED DE PALMA, FEDERICA ABBATE e LORENZO FRAGOLA, ROBY FACCHINETTI, ENRICO NIGIOTTI, ALBERTO URSO, PATTY PRAVO, LE VIBRAZIONI, CHIARA GALIAZZO, DEAR JACK e PIERDAVIDE CARONE, AL BANO, ALESSANDRO CASILLO, ANNA TATANGELO, BIANCA ATZEI, BIONDO, DEBORAH IURATO ft. SOUL SYSTEM, EMMA MUSCAT, FAUSTO LEALI, FEDERICA CARTA, MR. RAIN, PAOLO BELLI, RICCARDO FOGLI e i SELTON!
Sul palco si alterneranno anche alcuni artisti emergenti che si stanno facendo conoscere come Alvis, Luna, Leo Gassmann, Martina Attili, Ylenia Lucisano, Peligro, RosmyGianmarco Gridelli e i 12 concorrenti selezionati attraverso Festival Show Casting: Alberto Boschiero (TV), Ambra Flamini (FR), Camì (TN), Carlo Borghesio (PD), Devis (CH), Ellynora (RM), Enrica Tara (LT), Irene Guglielmi (LI), Jessica Tozzato (VE), Kram (RC), Miriana D'Albore (CE) e Tobia Lanaro (VI).
Festival Show festeggia il ventennale: una storia entusiasmante fatta di volti celebri, di sorrisi e di applausi. Il tour estivo itinerante organizzato da Radio Birikina e Radio Bella & Monella è nato nel 2000, da un’idea di Roberto Zanella, editore del più grande network radiofonico del nord Italia.
Queste le 8 città che si sono aggiudicate una tappa del festival 2019: il 30 giugno in Prato della Valle a Padova, il 6 luglio all’Isola dell’Unione di Chioggia (Venezia), il 25 luglio all’Arenile Madonna dell'Angelo di Caorle (Venezia), il 1° agosto in Piazza Torino a Jesolo Lido (Venezia), l’8 agosto in Piazzale Zenith a Bibione (Venezia), il 20 agosto alla Beach Arena di Lignano Sabbiadoro (Udine), il 23 agosto in Piazza Ferretto a Mestre (Venezia) e il 7 settembre in Piazza Unità d’Italia a Trieste.
 

Arisa in radio con "Tam Tam"

arisa tam tam

Arriva il nuovo trascinante singolo e dal 15 giugno inizia il tour

Inizia il 14 giugno l’intensa estate di Arisa. Da venerdì sarà infatti in radio il nuovo singolo “Tam Tam” - prodotto da Matteo Cantaluppi, firmato da Shridhar Solanki (musica) e Gianluca De Rubertis (testo) - e, il giorno successivo, partirà il tour estivo che porterà Arisa sui palchi di tutta Italia,
“Se La notte descrive i movimenti del dolore all’interno del corpo, Tam Tam è il rumore assordante che fa il cuore alla sola vista della persona amata. Una dichiarazione spassionata su ritmi modernamente tribali, suoni onomatopeici e un’impronta internazionale grazie a Shridhar Solanki. Una piccola curiosità: un giorno in studio abbiamo registrato i battiti dei piedi sul pavimento e anche la signora Caterina ha voluto partecipare.”
Così Arisa racconta il brano tratto dal suo ultimo album “Una nuova Rosalba in città” (Sugar), un lavoro che racconta Rosalba com’è oggi, libera dalle convenzioni e artefice del proprio destino. Un’artista che desidera trasmettere energie positive, regalare amore, suggestioni e non risposte.
La stessa voglia di condivisione animerà il tour che, dopo il grande successo delle date invernali nei club, riparte il 15 giugno da Lamezia Terme. Questo tour è un’esperienza live completamente inedita rispetto alle precedenti, una grande. produzione dove musica e visual si fondono per portare dal vivo i brani del nuovo album e i grandi successi di Arisa riadattati per avvicinarsi stilisticamente alle atmosfere dell’ultimo progetto discografico. Anche nelle date estive, Arisa sarà affiancata da Giuseppe Barbera al pianoforte e tastiere e dal dj/producer Jason Rooney che porterà il suono del live in una direzione elettronica, per proseguire il nuovo viaggio sonoro iniziato nella tranche invernale.
Di seguito il calendario in aggiornamento: 15 giugno Lamezia Terme, C.C. I due mari; Piazza Gancia; 30 Giugno Anzio, Piazza Battisti; 8 luglio Bormio, Sala Terme Bormio Terme; 20 luglio Foiano della Chiana (AR), Valdichiana Village; 26 luglio Fermo, Arena Vitali; 31 luglio Trentola Ducenta (CE) “Jumbo Summer Festival”, C.C. Jumbo; 3 agosto Fondi (LT) Summer Day Contest, Anfiteatro Arena; 7 agosto Marina di Pietrasanta (LU) “La Versiliana Festival”, Teatro Grande la Versiliana; 11 agosto Festival Altomonte (CS), Teatro Belluscio; 12 agosto Genzano di Lucania (PZ), Piazza Roma; 14 agosto Sanremo, Roof Garden Casinò; 20 agosto Ceglie Messapica (BR) Ceglie Summer Festival, Piazza Plebiscito; 4 settembre Chiari (BS) Piazza Zanardelli; 9 settembre Magliano (LE), Piazza degli Eroi; 13 settembre Ribera (AG) Lungomare Seccagrande, 21 settembre Canelli (AT) “Vincanta”.
(comunicato Sugar Music a cura N.Zagone)
 

File.41: Leonardo Monteiro - intervista

monteiro

Il nuovo singolo è "Quel che voglio da te"

Dopo averlo intervistato durante il Festival di Sanremo 2017, durante il quale era in gara con il brano "Bianca", torna con noi Leonardo Monteiro.
Oggi Leonardo Monteiro fa parte della giuria di “All Together Now”, il nuovo talent televisivo condotto da Michelle Hunziker e J-Ax in onda su Canale 5. Intanto, in radio e su tutte le piattaforme digitali è arrivato “Quel che voglio da te”, versione italiana riarrangiata del suo successo, “By Myself”, entrambi presenti nell’album “Il mio tempo” (Nar International).
Ballerino e cantante, Leonardo Monteiro ci racconterà delle sua esperienza televisiva e, soprattutto, presenterà con noi il suo nuovo singolo
L'intervista con Leonardo Monteiro andrà in onda:
Giovedì 13 giugno alle 16:35 e lunedì 17 giugno alle 10:10.
 

File.41: Raffaele Moretti - intervista

raffaele moretti

Il cantautore ci presenta un brano tratto da "Passione e dolore"

"Libero" è il brano che meglio rappresenta Raffaele Moretti, 27 anni cantautore pugliese trasferitosi a Milano per dare spazio al suo talento. La musica nel DNA, la determinazione a farsi strada e a perfezionare il suo sound lo hanno portato nel capoluogo lombardo. Raffaele suona batteria, basso e pianoforte. Non ha avuto la strada spianata e a Milano ha fatto mille lavori, anche il "pony express” pur di mantenersi ai corsi di perfezionamento e seguire la sua passione. L’incontro fortunato è avvenuto con Vincenzo Adriani, presidente dell’Associazione Minuetto “MimiSarà” dedicata a Mia Martini.
Entrato nell’Associazione in punta di piedi il giovane artista è diventato un membro insostituibile. Ha collaborato con grandi autori del pop made in Italy: Philippe Leon e Luca Rustici, autori dei più grandi successi di Loredana Bertè, Adriano Celentano e Mina.
Con loro sta portando a termine un album, "Passione e dolore": 9 brani nei quali i sentimenti e le passioni sembrano non avere confini generazionali, cambiano le espressioni e i modi ma l’intensità rimane una costante come la ricerca del significato della vita che scorre fra grandi slanci e a volte delusioni e sofferenze. La sua ricerca musicale è continua e mira a farsi una cultura sulla musica etnica. 
L'intervista con Raffaele Moretti andrà in onda:
Mercoledì 12 giugno alle 16:35 e sabato 15 giugno alle 10:10.
 

VxL 2019: quattro giorni tra musica e diritti umani

vxl19

La 22ma edizione del Festival legato ad Amnesty International dal 18 al 21 luglio a Rosolina Mare

Gio Evan, Roy Paci, La Municipàl, Mujeres Creando, Pupi di Surfaro, Kumi Watanabe: un caleidoscopio di musica e ospiti caratterizzerà la 22a edizione di ‘Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty’, il festival che coniuga musica e diritti umani in programma dal 18 al 21 luglio a Rosolina Mare (Rovigo).
Fulcro della manifestazione sarà come sempre il contest per band e cantautori che porterà, nella giornata conclusiva, a proclamare il vincitore del Premio Amnesty International Italia, sezione Emergenti, dedicato ai migliori brani legati alla Dichiarazione universale dei diritti umani. In gara saranno otto artisti provenienti da tutta Italia. La giornata finale vedrà anche la premiazione di Roy Paci, che, con Willie Peyote, ha vinto il Premio Amnesty nella sezione Big, con il brano “Salvagente”.
Lo slogan di quest’anno sarà “Sui diritti umani non si torna indietro”. Uno slogan che parte dal 10 dicembre 1948, quando l'Assemblea generale delle Nazioni Unite proclamava la Dichiarazione universale dei diritti umani. Per la prima volta veniva scritto che esistono diritti di cui ogni essere umano deve poter godere per la sola ragione di essere al mondo. Eppure la Dichiarazione è disattesa, anche perché ancora troppo sconosciuta. Amnesty International, Premio Nobel per la pace nel 1977 e Premio delle Nazioni Unite per i diritti umani nel 1978, è impegnata perché per tutti siano garantiti questi diritti. Si impegna, ogni giorno, perricordare che sui diritti umani non si torna indietro.
“Voci per la libertà” si snoderà per quattro giorni partendo proprio da questo concetto.
Ad aprire il festival giovedì 18 luglio, dalle 21, saranno artisti di grande valore: le Mujeres Creando, vincitrici del Premio Web Social 2018; i Pupi Di Surfaro, vincitori del Premio Amnesty Emergenti nel 2018 e Kumi Watanabe, vincitrice del premio della critica nel 2001. In apertura, Marcondiro, band di culto tra rock, pop e sperimentazione. Durante la serata, fra il centro Congressi e l’area festival, si inaugureranno la mostra “In arte Dudu” (la Dichiarazione universale dei diritti umani illustrata da giovani artisti) e due installazioni. La prima è "Parliamone in piazza", su numeri e persone di origine straniera abitanti a Rovigo, la seconda “Love difference”, l’arte urbana per la socializzazione.
Venerdì 19 luglio toccherà alla prima delle due semifinali del concorso 2019. Saranno in lizza: Chiara Effe da Cagliari col brano “Mani stanche”, Giovi & Massimo Francescon Band da Rovigo/Treviso con “Quello che io non so”, Grace n Kaos da Rovigo con “Nero”, Chiara Patronella da Taranto con “Pesci”. In veste di ospite si esibirà Gio Evan, artista poliedrico, cantautore, umorista, scrittore e poeta, ormai noto anche al grande pubblico grazie a canzoni come “Himalaya Cocktail” e “Pane in cassetta”.
Sabato 20 luglio seconda tornata di semifinali degli emergenti con Enzo Beccia da Milano con “Gli indifferenti”, Bif da Salerno con “Venti clandestini”, The Roomors da Cagliari con “Marielle”, Giulio Wilson da Firenze con “Francesco Tirelli”. A salire sul palco in veste di ospite sarà La Municipàl, band salentina in decisa ascesa, il cui cuore pulsante è costituito dai fratelli Carmine e Isabella Tundo. Pop/rock d’autore il loro, come testimonia l’ultimo album “Bellissimi difetti“.
Il festival si chiuderà domenica 21 luglio con la finale del concorso per gli emergenti, che vedrà in gara i migliori cinque semifinalisti delle due serate precedenti. A decidere sarà una prestigiosa giuria composta da giornalisti, addetti ai lavori e esponenti di Voci per la libertà e Amnesty International. A salire sul palco sarà poi Roy Paci, vincitore del Premio Amnesty International Italia, sezione Big, con “Salvagente”, come miglior brano sui diritti umani del 2018. In questo caso un brano sull’integrazione. Nel pomeriggio, alle 18.30, ci sarà un incontro aperto al pubblico con Roy Paci e con il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury.
Presentano: Savino Zaba (Radio1 Rai) e Carmen Formenton (Voci per la Libertà).
Tutti i pomeriggi alle ore 18.30 ci saranno aperitivi in spiaggia, con incontri e esibizioni. Giovedì toccherà a Marcondiro, con uno showcase, venerdì a Gio Evan, che presenterà l'ultimo libro "Cento cuori dentro". Sabato sarà la volta di un Dj Set. Durante le serate saranno inoltre attivi dei laboratori didattici per bambini sui diritti umani. 
Tutti gli eventi, serali e pomeridiani, sono ad ingresso libero.
 

File.41: JurijGami - intervista

jurijgami

Con il featuring di Doro Gjat, ecco "Pietra"

Pietra” è il primo singolo della giovane promessa del pop italiano, JurijGami.
Irriverente, fresco e divertente, JurijGami si era già fatto conoscere per un brano su Christian De Sica ed ora anticipa l’uscita del suo primo disco con questo nuovo singolo prodotto da Antonio Chindamo, Nico Odorico e Alessandro Cirone e con la partecipazione del rapper Doro Gjat.
Chitarre funky e un arrangiamento catchy accompagnano questo cinico racconto di una storia d’amore mai nemmeno iniziata.
L'intervista con JurijGami andrà in onda:
Martedì 11 giugno alle 16:35 e venerdì 14 giugno alle 10:10.
 

File.41: Oliver - intervista

oliver

L'artista, seguito da Vince Tempera, ci presenta "Un secondo d'amore"

Oliver è un giovane artista poliedrico, dalla formazione musicale classica e pop. Ascolta vari generi musicali (Ed Sheeran, Bruno Mars, Michael Jackson) per poi passare al trap/hip pop (Drake, J Cole, Notorius B.I.G). E' seguito dal Maestro Vince Tempera, con cui sta sviluppando un progetto che abbina musica italiana e stile inglese (lingua di cui Oliver ha un ottima padronanza), il che rispecchia anche il percorso internazionale intrapreso nel campo della sua formazione scolastica e personale.
Suona il pianoforte dall'età di 6 anni ed ha partecipato come ospite a numerosi eventi tra cui Casa Sanremo 2019. ”Un secondo d'amore”, supportato anche dal videoclip, è il brano che inserisce Oliver nel mondo della discografia, oltre a vederlo anche in veste di autore, avendo scritto il testo della canzone insieme a Gabriele Ferrini. L'arrangiamento è di Vince Tempera, registrato negli studi di Abbey Road di Londra.
L'intervista con Oliver andrà in onda:
Lunedì 10 giugno alle 16:35 e giovedì 13 giugno alle 10:10.
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS