File.41: Michael Leonardi - intervista

Torna a trovarci l'artista italo australiano per lo splendido singolo "Solitary Soul"

E’ in radio il nuovo singolo di Michael Leonardi, artista italo australiano, che farà il suo esordio discografico entro fine anno.
Solitary Soul”, prodotto da Tim Uhlenbrock e coscritto dallo stesso Michael e Michelle Leonard (già al lavoro per Aurora), è pubblicato da Sugar/Airforce1 Records, label con base a Berlino e che ha nel suo roster artisti tra i quali Alvaro Soler.  
“Solitary Soul” è sigla del trailer della serie tv “Seattle Firefighters – Station 19”, spin off di Grey’s Anatomy. Guarda qui.
Dopo una prima esperienza italiana, con la partecipazione del 2016 al Festival di Sanremo nella categoria Giovani insieme a Mahmood, Francesco Gabbani, Ermal Meta e Irama, la sua costante ricerca di ispirazione lo porta a Berlino, dove inizia a lavorare intensamente con produttori e autori internazionali.
Michael Leonardi è figlio del mondo: origini italiane, cresciuto in Australia, vive a Berlino. La sua voce intensa e profonda comunica un alone di mistero e solitudine, che si avverte quando un artista non si limita a cantare, ma abbraccia davvero tutte le emozioni del brano.
L'intervista con Michael Leonardi andrà in onda:
Mercoledì 24 aprile alle 16:35 e sabato 27 aprile alle 10:10. Stay tuned!
 

File.41: Petralana - intervista

"Il faro" è estratto da "Fernet", terzo album della band fiorentina

Il faro” è il nuovo singolo della band Petralana. Il brano è estratto dal terzo album della formazione fiorentina, uscito lo scorso febbraio per l'etichetta Suburban Sky.
Così i Petralana descrivono il nuovo singolo: «Siamo a New York 1945, Pietro è un italiano che dopo aver disertato è immigrato clandestinamente in America. È disperato perché povero e solo in mezzo ai grattacieli della metropoli. Fa il musicista e cantante di strada per sopravvivere, ma si sente disprezzato dalla maggioranza delle persone. Una notte ubriaco, si arrampica sul faro e osserva lo scintillio delle luci del porto, ripensa alla sua terra e a quel mare che li separa. In questo spazio buio che divide diversi popoli si nascondono le tragedie di chi è costretto a lasciare la propria casa per necessità, cosa che come sappiamo avviene purtroppo ancora oggi».
Il videoclip è stato diretto da Linda Kelvink. L’idea è nata cercando di empatizzare con il protagonista della storia e cercando di convertire la sua disperazione e la sua frustrazione in immagini.  “Il faro” è estratto da “Fernet”, un vero e proprio concept album, caratterizzato da un sound cantautorale minimale e raffinato. Grazie all’apporto di Tommaso Orbi, documentarista, Linda Kelvink, animatrice stop motion e rotoscope, e alla produzione della Monkey Dive Production di Richard Cocciarelli,Fernet ha preso vita ed è diventato anche un concerto spettacolo che fonde diversi linguaggi espressivi, musica, teatro e video e vede anche la preziosa collaborazione dell’attore Pietro Traldi.
Abbiamo presentato il singolo assieme a Tommaso, componente dei Petralana, in un'intervista che andrà in onda:
Martedì 23 aprile alle 16:35 e venerdì 26 aprile alle 10:10.
 

Madonna, ecco "Medellín"

Il nuovo singolo con Maluma che, all'ascolto, la fa da padrone. A giugno arriva "Madame X"

«Madame X è un’agente segreto che gira per il mondo, che cambia identità, che combatte per la libertà, che porta luce nell’oscurità. Lei è una ballerina, una professoressa, un capo di stato, una casalinga, una cavallerizza. Una prigioniera. Una studentessa. Una madre. Una bambina. Una maestra. Una suora. Una cantante. Una santa. Una prostituta. La spia nella casa dell’amore. Io sono Madame X».
E' con queste parole che Madonna, la Queen of Pop, si appresta a lanciare (il 14 giugno) il quattordicesimo album da studio della sua lunga carriera. A fare da lead single è "Medellín", rilasciato in tutto il mondo oggi. Singolo che vede il featuring di Maluma, il cantautore colombiano che proprio a Medellín è nato nel 1994, poche setttimane dopo la fine di Pablo Escobar.
Madonna cambia rotta, ma dobbiamo constatare che, ancora una volta, non inventa nulla e non impone uno stile, come un tempo invece faceva. Piuttosto insegue, come fa da molti, troppi anni.
Possiamo dire che, dopo diversi ascolti, questo brano non ci ha convinti. Orecchiabile, d'accordo. Si tratta di un reggaeton e quindi il pensiero va subito all'estate, alle feste, alle bevute tra amici. Ma, diamine, stiamo parlando di Madonna, un'artista che ha segnato almeno tre decenni di musica! Ci si aspettava decisamente di più che questa canzone tutto sommato scialba, dove sembra che il featuring lo faccia lei: la voce principale è fondamentalmente quella di Maluma.
Speriamo che sia solo una scelta non convincente di un primo singolo e che "Madame X" sia una bomba di album. Perché questa è probabilmente l'ultima occasione per Madonna di tornare sul trono che sempre meno le appartiene, dopo una serie di dischi decisamente poco riusciti. Dopo il grande successo di "Confessions on a dancefloor", infatti, il tocco magico della popstar sembra essere svanito. Poca roba "Hard Candy", un flop il vacuo "MDNA" e altrettanto il pur pregevole "Rebel Heart", quest'ultimo vittima dei leak che lo hanno condannato ad un rapido declino.
D'accordo, non si può continuamente rimpiangere la Madonna dell'ormai trentennale "Like a Prayer", del perfetto "Ray of Light" o dell'inquieto e coraggioso "American Life" (disastroso negli USA, ma per molti il suo capolavoro), ma ribadiamo che da lei ci si aspetta molto di più del singolo uscito oggi.
 

File.41: Lucia Fratini - intervista

Il singolo che presenteremo è "Segni"

"Segni” (Nuvole e Sole) è il nuovo singolo della cantautrice marchigiana Lucia Fratini.
Lucia esordisce a settembre 2018 con “Non stavo affatto dormendo”, seguito da “Lontano da me” pubblicato nello stesso anno. Ha frequentato varie scuole di canto fino ad arrivare a conoscere la sua attuale Vocal coach Danila Satragno del metodo Vocal Care.
Da due anni vive a Milano per continuare gli studi e frequentare Masterclass per diventare insegnante Vocal Care. Infatti, di pari passo con gli studi musicali, al momento insegna canto nella scuola VocalCare di Savona.
Anche questa volta Lucia ha partecipato attivamente alla scrittura del suo brano. Con sonorità moderne, Lucia ha toccato una tematica molto personale.
«”Segni” è la storia di chi è forte malgrado tutto  — dichiara — e la dedicare a tutte quelle persone che non riescono ad esprimersi o non riescono a fare ciò che le fa stare bene perché limitate da una persona troppo opprimente e possessiva.».
L'intervista con Lucia Fratini andrà in onda:
Venerdì 19 aprile alle 16:35 e martedì 23 aprile alle 10:10.
 

In scadenza il bando del Premio di Amnesty per i musicisti emergenti

Primi semifinalisti sono Giovi e la Massimo Francescon Band, vincitori del Premio Web Social 2019 

Si sta avvicinando la scadenza, prevista per il 6 maggio, del bando di concorso del “Premio Amnesty International Italia”, sezione Emergenti, organizzato nell’ambito del festival Voci per la libertà.
Il festival è in programma dal 18 al 21 luglio a Rosolina mare (Rovigo): dopo una anteprima il 18, nei giorni 19 e 20 si svolgeranno dal vivo le semifinali del contest, a cui prenderanno parte quattro artisti per serata, mentre il 21 ci sarà la finale con cinque di loro.
Possono iscriversi tutti i gruppi o solisti che abbiano un brano legato al tema dei diritti umani, in qualsiasi lingua o dialetto e genere musicale. Tutte le informazioni sul concorso, i premi, le modalità di iscrizione e il bando completo sono disponibili all’indirizzo www.vociperlaliberta.it
Uno degli otto semifinalisti è stato appena definito. Si tratta di Giovi e la Massimo Francescon Band con il brano "Quello che io non so", in qualità di vincitori del Premio Web Social 2019, grazie ai voti raccolti sul sito di Voci per la libertà tra tutti i concorrenti che si erano iscritti entro il 15 marzo (ben 61). L’iniziativa ha avuto un successo notevolissimo: ci sono stati oltre 100.000 ascolti con quasi 30.000 voti espressi.
Grazie a ciò Giovi e la Massimo Francescon Band si aggiudicano anche un pacchetto promozionale offerto dal MEI, il Meeting degli Indipendenti, partner storico di Voci per la libertà.
Tutti gli altri concorrenti restano comunque ancora in lizza per partecipare alle semifinali di luglio. L'Associazione Voci per la libertà sceglierà infatti fra loro e gli iscritti successivi altre sette proposte, che si batteranno assieme al vincitore del Premio Web Social nelle semifinali a Rosolina mare. Qui una giuria prestigiosa di addetti ai lavori assegnerà il Premio Amnesty International Italia Emergenti.
Nelle serate si esibiranno in veste di ospiti anche importanti nomi della musica in Italia, che saranno annunciati nelle prossime settimane. In particolare, in occasione della finale del 21 luglio saliranno sul palco anche Roy Paci & Aretuska con il rapper Willie Peyote, come vincitori del Premio Amnesty International Italia nella sezione “Big” con il brano “Salvagente”.
Giovi e la Massimo Francescon Band hanno una particolarità importante: si sono conosciuti proprio a Rosolina mare in occasione di Voci per la libertà, nel 2017. Già da allora avevano pensato ad una collaborazione, che si è concretizzata proprio recentemente. “E perché non iniziare appunto da dove tutto è partito? In fondo è il ritorno che dà senso ad ogni viaggio” si sono detti.
Giovi è di Rovigo ed ha sedici anni (classe 2002). Nonostante la giovane età ha già avuto diversi riconoscimenti, ad esempio è stato da poco finalista nel Premio Fabrizio De André.
La Massimo Francescon Band nasce invece nel 2013 con l’intento di arrangiare e proporre dal vivo le canzoni del cantautore trevigiano Massimo Francescon. Numerosi i riscontri. Nel 2017 vince il Premio "Botteghe d'Autore" e riceve il riconoscimento "Stefano Ronzani alla critica musicale" al Festival "Rock Targato Italia". A gennaio 2019 la band si aggiudica la Targa “La Compagnia di Donida” al Premio intitolato al compositore italiano Carlo Donida.
Tutti gli aggiornamenti su: www.vociperlaliberta.it
(comunicato Monferr'Autore)
 

File.41: Debora Pagano - intervista

La cantautrice esordisce con il singolo "Groupie"

L’eclettica cantautrice Debora Pagano esordisce con “Groupie”, singolo che anticipa il suo EP di prossima uscita. 
Riguardo il brano Debora Pagano dichiara: “‘Groupie’ è un brano nato diversi anni fa, è maturato nel tempo e ad oggi credo abbia finalmente trovato la sua dimensione sonora, motivo per cui l'ho scelto come singolo d'esordio. È una prospettiva differente dell'ambiente musicale, un backstage dietro al backstage. Anche io mi considero una Groupie per certi versi, ma non per tutti quelli che descrivo nella canzone, e ne riesco a parlare con relativo distacco proprio perché conosco certe dinamiche. La canzone racchiude un’insieme di situazioni, conversazioni, cose viste e cose lette negli anni, e proprio questo insieme mi ha portata a conoscere quella 'assuefazione' di cui parlo è che cerco di comunicare.”
Ascolteremo il singolo assieme a Debora in un'intervista che andrà in onda:
Giovedì  18 aprile alle 16:35 e lunedì 22 aprile alle 10:10.
 

File.41: Emanuele Barbati - intervista

Il nuovo singolo it-pop che ascolteremo è “Un’altra volta”

Un’altra volta” è il nuovo singolo it-pop di Emanuele Barbati per l’etichetta luovo (edizioni iCompany e distribuzione Artist 1). Dopo la fortunata collaborazione con i Boomdabash per la canzone “Sorrido al sole”, il cui video ha superato le 250.000 visualizzazioni, il cantautore tarantino lancia pure il videoclip del nuovo singolo “Un’altra volta”, diretto da Paola Verardi.
Un’altra volta” è una canzone dall’attitudine romantica che si realizza su un letto sonoro it-pop, tipico della musica attuale più interessante e coinvolgente. Scritta da Emanuele Barbati e prodotta insieme a Luca Serpenti, la canzone esprime un dolce e profondo senso di nostalgia verso i sorrisi che conserviamo nella memoria, che sono fonte preziosa di emozioni da rievocare e rivivere nel presente.
Abbiamo intervistato Emanuele Barbati per parlare del singolo e lo potrete ascoltare:
Mercoledì 17 aprile alle 16:35 e sabato 20 aprile alle 10:10.
 

Brucia Notre Dame

Catastrofe a Parigi: in fiamme uno dei simboli della città e della cultura europea

La cattedrale devastata da un pauroso incendio, domato dopo alcune ore. Crollata la guglia. Macron: la ricostruiremo.
 

File.41: Psycho Club - intervista

La band rap ci presenta "Vado via"

Vado via”, il nuovo singolo della band rap Psycho Club. Un brano introspettivo che racconta momenti di riflessione sulla vita e sull’amore ed esprime il desiderio che spesso si ha di staccare la spina e andare via almeno per un po'.
“Vado Via” anticipa “EP-R1MO”, il nuovo disco di inediti la cui uscita è prevista per il prossimo 5 aprile. Tutte le produzioni hanno la firma di KD Music, produttore stimato da buona parte della scena Rap/Trap italiana ed estera. Solo una traccia ha la firma di Promo L’inverso anche lui affermato produttore della scena italiana.
Abbiamo ascoltato "Vado via" assieme ad uno dei componenti degli Psycho Club, Giovanni "Jorys" Russo in un'intervista che andrà in onda:
Martedì 16 aprile alle 16:35 e venerdì 19 aprile alle 10:10.
 

File.41: Maury - intervista

Con il giovane rapper ascoltiamo "Alieni", estratto da "Netflix"

Alieni” (feat. Nico Tesla & PakyG) è il nuovo singolo del giovane rapper Maury. Il brano è estratto da “Netflix”, il suo primo disco da solista in uscita lo stesso giorno.
«”Alieni” – sottolinea Maury – rappresenta per me l'originalità, un modo per far "viaggiare" le persone. Lo stesso giorno uscirà l’album che è il frutto di un anno di lavoro intenso. In questo disco non c’è un concept definito, ogni brano ha una sua storia, un po’ come il servizio di streaming Netflix in cui nessun contenuto è uguale all’altro».
L’album “Netflix”, composto da nove tracce, è stato registrato presso la Maison Studios di Milano e prodotto da FNSJ.
Abbiamo chiacchierato con Maury durante un'intervista che andrà in onda:
Lunedì 15 aprile alle 16:35 e giovedì 18 aprile alle 10:10.
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS