10 Years

costa

File.41: Costa - intervista

Costa

Ascolteremo "Sole e cenere" con il cantautore

Abbiamo incontrato il cantautore Costa per presentare con lui il singolo "Sole e cenere".
Sole e cenere sono le dimensioni di fronte cui si trova l'anima quando una  persona amata viene a mancare. Sono da un lato il tentativo di ricomporne l’immagine felice e dall'altro il suo sgretolarsi  in mille pezzi. 
Sono allo stesso momento l'occasione di rovesciare il senso dell'abbandono nella libertà di sbarazzarsi del suo peso e tornare a volare.
Così si presenta Costa: "Vent’anni di canzoni. Vent’anni in cui le parole hanno percorso note per me indissolubili.
Affascinato dal canto lirico di mio padre, tenore e appassionato dei classici di musica napoletana, inizio adolescente a scrivere le prime canzoni di matrice romantica.
Ma presto l’inclinazione mi spinse a trattare tematiche filosofiche e interrogativi intimi tramite l’ormai inseparabile sei corde.
Iniziarono i primi concerti tra Pescara, Roma e Venezia. Concerti in cui potevo finalmente dare sfogo alla mia libera espressione. 
Dopo una prima demo registrata in uno studio di Venezia, aver partecipato a due edizioni dell’Indipendente Festival e aver vinto una edizione del “Porto Allegro Music Contest”, decido finalmente di intraprendere professionalmente l’avventura di cantautore con una vera produzione che darà vita al mio primo album". 
L'intervista con Costa andrà in onda:
Martedì 17 marzo alle 16:35 e venerdì 20 marzo alle 10:10.
 

Costa Crociere incorona Fincantieri Marghera con il diamante più prezioso

Il 15 Novembre Costa Diadema riceverà il battesimo del mare

Sono trascorsi 28 mesi dall'ultima cerimonia di varo celebrata in Fincantieri Marghera. Allora di scena c'era Costa Fascinosa e di fronte un futuro tutt'altro che benevolo per entrambi. Il cantiere quasi totalmente in cassa integrazione causa la crisi mondiale. La Costa Crociere invece, sei mesi dopo, avrebbe incrociato la tragica notte del Giglio. 
Ma laddove si dice che la fortuna è cieca, ma la sfiga ci vede benissimo, è intervenuta la capacità di migliaia di uomini, operai, impiegati, tecnici e manager di due aziende leader mondiali che insieme, con duro lavoro e grande voglia nel cuore, hanno saputo raddrizzare quel destino sinistro che s'era accanito su entrambe.
La rinascita è ripartita da "Costa Diadema", con un investimento di 550 milioni di euro verso Fincantieri Marghera e con il coinvolgimento di 4.000 lavoratori e 400 imprese dell'indotto, ed ora è pronta a prendere il battesimo del mare. Venerdi 15 Novembre prenderà vita una fastosa cerimonia di varo alla presenza delle più alte cariche Istituzionali locali ed industriali di Costa e Fincantieri. Interverranno oltre trenta testate giornalistiche nazionali e non, e saranno ben quattro le madrine che si divideranno l'emozione del taglio del nastro della bottiglia e la posa della monetina.
Costa Diadema verrà poi dislocata in Banchina Venezia per completare gli allestimenti e vi rimarrà ormeggiata per otto mesi. Nel Luglio 2014 uscirà per i test in mare; la consegna alla Società Armatrice è fissata per il seguente 30 Ottobre.

I love Costa... I love Fincantieri

Oramai ci siamo, "Fascinosa" la nuova ammiraglia della flotta "CostA", è pronta al debutto: l'appuntamento per tutti è Sabato 5 Maggio presso la stazione marittima di Venezia. Con il suo immancabile enorme fumaiolo giallo, una stazza lorda di 115.000 tonnellate ed una capacità ricettiva di ben 3 800 ospiti totali è la più grande nave da crociera battente bandiera italiana. Gemella della "Favolosa", come lei bella anzi bellissima, è la nuova nata in Fincantieri Marghera.

Concordia, la bella con la bestia

L'effetto provocato dalla strage causata dallo sciagurato comandante Schettino è già paragonabile all'undici settembre 2001: qualunque cosa stessimo facendo la mattina del giorno dopo quel tragico Venerdì 13 Gennaio, la nostra memoria rimarrà sospesa per sempre a quelle immagini che provenivano dall' isola del Giglio. Un'enorme nave da crociera naufragata in un angolo di paradiso.Fotogrammi con un contrasto dai toni fortissimi, composizione impensabile anche per la mente più deviata.

Guarda la nave

E la guardi, la nave. Il gigante abbattuto, steso sul fianco. Probabilmente, questo è il primo fermo immagine che inseriremo nell'album del 2012 appena iniziato. La Costa Concordia schiantata all'Isola del Giglio come risultato di una sequenza di errori e superficialità fatali. La magistratura chiarirà, coi suoi tempi, cosa esattamente sia successo. Quali siano le responsabilità. Che cosa abbia spinto il comandante a delle scelte incomprensibili, a qualcosa che ora dopo ora sembra sempre più essere stata una bravata, una smargiassata. Un gioco col fuoco sostenuto, forse, per un'ostentazione di sicurezza, di grandezza, di forza. Chiariranno. Capiremo.

Abbonamento a RSS - costa