10 Years

film

Finito il Montecarlo Film Festival 2019

Edizione 2019 del Festival curato da Ezio Greggio

Come ogni anno si è svolto, nella fascinosa cornice di Monaco, il "Montecarlo film festival della commedia", organizzato e condotto ormai dalla figura storica di Ezio Greggio, aiutato quest'anno dalla bellissima Juliana Moreira, per consegnare, come di consueto, diversi riconoscimenti.
Uno di questi viene attribuito a Carlo Verdone come "King of comedy", premio dato alla carriera del famosissimo attore, il quale afferma che in questi quarant'anni ha cercato di fare del suo meglio proponendo al pubblico sempre film adeguati al periodo storico.
Altro premio alla carriera è stato dato alla ormai ottantaseienne Sandra Milo e all'attrice francese Andrea Ferreol. Al regista Paolo Genovese viene consegnato il  "Comedy Award", come agli attori Edoardo Leo e Antonio Albanese.
Con il "Montecarlo Film Festival Award" sono stati premiati Salvatore Esposito (Gomorra) e l'attore americano Michael Madsen. Infine il "Legend Award" è assegnato al presidente di giuria Emir Kusturiza.
Durante la serata intermezzo musicale con la bravissima Arisa che ha cantato "Mi sento bene", il brano portato al Festival di Sanremo.
(dall'inviato Devis Botta)
 
montecarlo19
 

Un film per Mimì

Un film tv racconterà la storia della grande artista calabrese scomparsa nel 1995

(Ansa) - Ultimo ciak il 19 giugno per "Io sono Mia", il film tv che "racconterà la grande Mia Martini senza tacere sui pregiudizi mostruosi che le hanno avvelenato la vita", racconta all'Ansa il produttore Luca Barbareschi.
Protagonista della fiction sull'artista scomparsa nel 1995 a 47 anni è Serena Rossi, l'attrice e bravissima cantante che ha spopolato in "Ammore e malavita". 
Andrà in onda nel 2019, "dopo il lancio che il direttore di Rai1 Angelo Teodoli vuole fare al Festival di Sanremo. Saranno bellissimi momenti con un inedito di Mia Martini che ci ha proposto Caterina Caselli", rivela Barbareschi. 
La regia del film tv è di Riccardo Donna e la produzione è di Casanova Multimedia con Rai Fiction con riprese tra Roma e Sanremo. 
Il palcoscenico dell'Ariston ha rappresentato per Mia Martini momenti molto importanti con canzoni da brivido "E non finisce mica il cielo", "Almeno tu nell'universo", "La nevicata del '56", "Gli uomini non cambiano". fino al duetto nel 1993 con la sorella Loredana Bertè con "Stiamo come stiamo".
(fonte: Ansa)
 

Monte-Carlo Film Festival de la Comédie, la finale

Il Festival condotto da Ezio Greggio premia molti volti del cinema internazionale

Anche quest'anno siamo giunti alla fine del Monte-Carlo Film Festival de la Comédie, giunto alla sua quindicesima edizione. I film in concorso, proiettati nella settimana dal 26 febbraio al 3 marzo 2018 al Grimaldi Forum, hanno saputo scaldare cuore e anima del pubblico in una delle settimane più fredde degli ultimi decenni, inaugurata dai fiocchi di neve che hanno imbiancato persino la Costa Azzurra.
Come tutti gli anni con grande capacità Ezio Greggio ha presentato questa splendida serata. Grande la qualità della giuria tecnica che ha visto come presidente Claude Lelouch, maestro del cinema francese e internazionale, che si è dichiarato onorato di fare un’esperienza che gli ha consentito di valutare prodotti interessanti provenienti da diversi continenti. Ad affiancare Lelouch nei lavori da giurato, due fra le più grandi attrici italiane del cinema italiano: Nancy Brilli e Valeria Solarino e il critico cinematografico internazionale Nick Vivarelli.
Durante la serata sono stati premiati: il compositore premio Oscar Nicola Piovani, la miglior attrice di commedia italiana degli ultimi dieci anni, Paola Cortellesi, il regista e sceneggiatore Riccardo Milani, campione di incassi con ‘Come un gatto in tangenziale’.
Premiata anche l’attesissima coppia di attori americani Travis Fimmel e Rachael Taylor, al Festival con la prima mondiale del film “Finding Steve McQueen”; e ancora il regista Gabriele Muccino, reduce dal successo del suo ultimo film “A casa tutti bene”, e uno dei volti più iconici del cinema italiano Maria Grazia Cucinotta. Lelouch ha ricevuto al termine della serata il prestigioso premio Movie Legend Award.
 
mcff18
 
(l'inviato Devis Botta)
 

Grande successo al cinema per “Made in Italy”

COMUNICATO STAMPA

Diretto da Luciano Ligabue, con Stefano Accorsi e Kasia Smutniak protagonisti

Grande successo al cinema per “Made in Italy”, uscito nelle sale il 25 gennaio. Il film, che ha segnato il ritorno alla regia di Luciano Ligabue, ha conquistato pubblico e critica!
Terzo film di Luciano Ligabue dopo “Radiofreccia” e “Da zero a dieci”, “Made in Italy”, prodotto come gli altri da Domenico Procacci, ha visto il ritorno di Stefano Accorsi nei panni del protagonista, dopo la sua magistrale interpretazione nel film “Radiofreccia”, questa volta in compagnia di Kasia Smutniak e altri attori come Fausto Maria Sciarappa, Walter Leonardi, Filippo Dini, Alessia Giuliani, Gianluca Gobbi e Tobia De Angelis.
Made in Italy è una tormentata dichiarazione di amore verso il nostro Paese, raccontata con le parole e la musica di Luciano Ligabue, attraverso lo sguardo di Riko, un uomo onesto alle prese con una vita in cui tutto sembra essere diventato improvvisamente precario: il lavoro, il futuro, i sentimenti. Ma se a volte rialzarsi non è facile, Riko ha scelto di non darla vinta al tempo che corre: c'è un matrimonio da difendere e riconquistare, ci sono amici su cui contare e una casa da non vendere. Riko decide di mettersi in gioco e prendere finalmente in mano il suo destino.
Le riprese del film si sono svolte tra Correggio, Reggio Emilia, Novellara, grazie al sostegno della Regione Emilia – Romagna, Roma, grazie al sostegno della Regione Lazio – Fondo regionale per il cinema e l’audiovisivo, e Francoforte. Made in Italy è una produzione FANDANGO, ZOO APERTO, RISERVAROSSA, EVENTIDIGITALI FILMS in collaborazione con MEDUSA FILM ed è distribuito da Medusa Film.
(comunicato Parole & Dintorni)
 

Terminator Genisys: Arnold Schwarzenegger torna cyborg

Il film arriverà nelle sale italiane dal 9 luglio

(Ansa) - Arnold Schwarzenegger di nuovo nei panni del cyborg-icona, che si ritrovera' anche a lottare contro una sua versione piu' giovane, in Terminator Genisys di Alan Taylor, con Jason Clarke, Matt Smith, Emilia Clarke, Jai Courtney, J.K. Simmons e Byung Hun Lee. E' il quinto film della saga, in prima europea a Berlino (con diretta streaming per il red carpet) e nelle sale italiane dal 9 luglio con Universal.
Nella trama quando John Connor (Jason Clarke), leader della resistenza umana spedisce il sergente Kyle Reese (Jai Courtney) indietro nel 1984 per proteggere Sarah Connor (Emilia Clarke) e per salvaguardare il futuro, un evento inaspettato crea una frattura nella linea temporale.
Il sergente Reese si trovera' in una nuova e sconosciuta versione del passato, dove si trovera' di fronte ad improbabili alleati, tra cui il Guardiano (Arnold Schwarzenegger), nuovi pericolosi nemici, e una nuova missione
inaspettata: azzerare il futuro. Schwarzenegger ha debuttato nel ruolo 31 anni fa in Terminator di James Cameron (1984), per poi tornare a interpretarlo in Terminator 2- Il giorno del giudizio (1991) e in Terminator 3 - Le macchine ribelli.
(fonte: Ansa)

Pagine

Abbonamento a RSS - film