10 Years

Sanremo 2021: oggi l'avvio

Sanremo CS 02
DIARIO (NON) DA SANREMO

Conferenza stampa con la presenza di Ibrahimović e Matilda De Angelis. Stasera il via

Ed eccoci arrivati al 2 marzo, con il Festival in partenza stasera. Alla conferenza stampa di quest'oggi troviamo, oltre ad Amadeus, due dei protagonisti che lo accompagneranno sul palco in questa prima serata: Zlatan Ibrahimović e Matilda De Angelis.
Il direttore artistico, oltre a introdurre i due compagni di viaggio, ricorda che oggi scopriremo il primo dei "quadri" di Achille Lauro. Ibraimovich sfoggia sicurezza e grinta (fin troppo, sfiorando l'arroganza): "Non so niente del programma... ma ci sono" e "Se sbaglio nessuno mi può giudicare perché non è il mio mondo, se faccio bene meglio perché così avrò un lavoro quando smetto".
Stefano Coletta sottolinea ancora una volta il fatto che questo Festival ricopre un significato importante, in questi tempi: "Un'edizione che sarà il festival di tutti".
Claudio Fasulo rivela maggiori dettagli su questa sera: si inizierà con i Giovani (votati dalle giurie demoscopica, sala stampa, televoto): Gaudiano, Elena Faggi,  Avincola e Folcast. Sarà poi la volta dei Campioni, per i quali a fine serata ci sarà già un prima classifica: Arisa, ColapesceDimartino, Aiello, Fedez & Michielin, Gazzè, Irama, Madame, Maneskin, Ghemon, coma_cose, Annalisa, Renga e Fasma.  (UPDATE: Irama non canterà stasera a causa della positività di un membro del suo staff. Al suo posto ci sarà Noemi).
Il rapporto con la musica per la De Angelis: "“Ho delle playlist, soprattutto per i personaggi, per entrare nei vari personaggi. La musica è una forma di teletrasporto in un pensiero, in un tempo…".
Luca Dondoni, il primo a porre domande, chiede di ricordare sul palco dell'Ariston il grande dj Claudio Coccoluto, scomparso in queste ore.
Amadeus sulla scelta delle canzoni: "Non ho valutato la quantità di parole presenti nei testi, quando valuto le canzoni le ascolto decine e decine di volte, pensando ad una programmazione radiofonica o durino nel tempo il più a lungo possibile. Sono state scritte in un periodo in cui si era costretti a stare a casa, sono canzoni d'amore, abbiamo visto anche nell'ascolto. È molto bello, perché sono canzoni d'amore di diverso genere, ma molto sentite"
E ancora: "Dedico questo Festival a tutti coloro che hanno lavorato affinché questa sera si vada in onda, a tutti coloro, qualche centinaio, hanno fatto loro un lavoro straordinario, sta a noi stabilire che sia valorizzato al meglio".
Per finire, un modo ottimo per chiudere una recente polemica: "Ho ricevuto un messaggio dal Ministro Franceschini, che mi ha mandato l'in bocca al lupo per stasera. Bisogna ripartire, dico sempre che dobbiamo trovare un equilibrio tra sconfiggere la pandemia e vivere. È necessario far ripartire il settore, anche la musica è stata ferma per molto tempo, e lo dico da chi lavora in questo ambito. Dobbiamo avere il coraggio di buttare il cuore un po' più in là, per poter vivere, per poter ripartire. Dobbiamo ripartire. Le istituzioni devono darci fiducia".
La conferenza finisce e non ci rimane che attendere l'inizio della kermesse.
(gm)
 
Tags: 
sanremo 2021
conferenza stampa