File.41: Elisa Sapienza - intervista

Il primo singolo, che ascolteremo con lei, è "Replay"

Replay”, il singolo d’esordio della giovane cantante milanese Elisa Sapienza. Un brano dalle sonorità pop che racconta di un amore terminato e rivissuto attraverso continui ricordi.
Il singolo anticipa l’uscita del primo Ep di Elisa, che è anche autrice di alcuni brani.
«"Replay” è un brano molto importante per me – sottolinea l’artista - perché oltre ad essere il mio primo singolo parla di un argomento che mi tocca da vicino, un rapporto finito che ha vissuto varie fasi. Ci sono delle frasi all'interno del brano che sento molto mie come 'L'amore è un gigante che ride di me' che esprime proprio l'impossibilità di definire un sentimento così grande come l'amore».
L'intervista con Elisa Sapienza andrà in onda:
Martedì 13 novembre alle 16:35 e venerdì 16 novembre alle 10:10.
 

File.41: Cortellino - intervista

"140 Km/h" è la cover di un brano di Ivan Graziani

Cortellino è un cantautore di Trieste che di nome fa Enrico.
140 Km/h” (LaPOP) è il suo nuovo singolo, cover dello storico brano di Ivan Graziani del 1983 dedicato alla ”bora misteriosa di Trieste”. Alla realizzazione del singolo, disponibile in tutti i digital store dal 6 ottobre, ha collaborato anche Filippo Graziani, figlio di Ivan, che dopo aver ascoltato l’idea e la prima versione del pezzo ha voluto curarne personalmente gli arrangiamenti.
«Ho deciso di reinterpretare questa canzone che parla della mia città – sottolinea Cortellino - perché nonostante sia stata scritta più di 30 anni fa la trovo molto attuale. Ivan ha voluto immortalare Trieste in una tipica giornata di bora, passeggiando abbracciato a una bella ragazza per le ventose vie della città ma non manca di lasciarci con un dubbio "perché son così corti i momenti belli?».
L'intervista con Cortellino andrà in onda:
Lunedì 12 novembre alle 16:35 e giovedì 15 novembre alle 10:10.
 

In libreria "Fabrizio De André. Sguardi randagi"

Le fotografie di Guido Harari. Prefazione di Cristiano De André e postfazione di Dori Ghezzi

Per quasi vent’anni, Guido Harari è stato uno  dei  fotografi personali di Fabrizio De André, realizzando molte delle sue più conosciute  immagini ufficiali. In  questo  volume il suo archivio si schiude per la prima volta  integralmente, con oltre 300 fotografie che includono  non solo quelle più amate dai fan, ma anche alcune gemme inedite. Sono sguardi randagi, spesso rubati, malgrado l’ufficialità, vincendo la pigrizia o la ritrosia dell’artista. Le fotografie sono accompagnate  dal  racconto di ricordi, aneddoti e dalla “viva voce” di De André estratta dalle interviste realizzate dallo stesso Harari in occasione di due snodi cruciali del percorso dell’artista: la leggendaria tournée con la PFM e l’album Le nuvole. De André racconta la sua dipendenza  dall’alcol, la competizione giovanile col padre e col fratello Mauro, il rapporto con la moglie Dori Ghezzi e  con i figli Cristiano e Luvi, l’incontro con Fernanda  Pivano e Edgar Lee Masters, l’infanzia ricomprata grazie alla nuova attività di agricoltore in Sardegna, la rivoluzione linguistica e musicale di Creuza de ma, il ritorno al “canto civile” degli ultimi dischi.
 
Guido Harari (Il Cairo, 1952)  è  fotografo  e  giornalista musicale. Ha firmato copertine  di  dischi  per  artisti  internazionali  e  italiani.  Dopo  la scomparsa  di  De  André,  gli  ha dedicato tre biografie per immagini – E poi, il futuro (Mondadori, 2001), Una goccia di splendore (Rizzoli, 2007) e Fabrizio De André & PFM. Evaporati in una nuvola rock (con Franz Di Cioccio, Chiarelettere, 2008). Ha curato, insieme a  Studio Azzurro, la grande mostra  multimediale  dedicata  all’artista da Palazzo Ducale, a Genova, nel 2008-2009.
(comunicato Parole & Dintorni)
 

File.41: Veronica Marchi - intervista

Dall'album "Non sono l'unica", presenteremo "Cose che danno fastidio"

 “Cose che danno fastidio” è il secondo singolo estratto dal nuovo album di Veronica Marchi, “Non sono l’unica”, uscito per Qui Base Luna, l’ecosistema musicale che dopo una breve pausa risorge con il nuovo lavoro della cantautrice, polistrumentista, vocal-coach e produttrice veronese.
Con “Cose che danno fastidio” Veronica ci presenta un brano ironico, sarcastico, che strizza l’occhio al pop con piacevoli incursioni elettroniche.
Il brano parla di inadeguatezza, ironizzando sulle altalene emotive tipiche di chi non si sente mai a tempo, e che nel dubbio rimanda allegramente ogni decisione.
Il singolo, così come l’intero disco “Non sono l’unica”, nasce, dall'esigenza di percorrere una strada nuova: musicale e personale. La produzione artistica è affidata a Stefano Giungato, che ha messo in risalto nuove sfumature della voce e della musicalità di Veronica.
L'intervista con Veronica Marchi andrà in onda:
Martedì 6 novembre alle 16:35 e venerdì 9 novembre alle 10:10.
 

Bocelli in vetta alle classifiche Uk

Non era mai successo per un artista italiano

(Adnkronos) - Per la prima volta nella storia della musica italiana e per la prima volta nella sua carriera, Andrea Bocelli conquista la vetta della classifica inglese degli album più venduti con un disco di inediti. Un successo mondiale quello del tenore e del suo nuovo album 'Sì', uscito in oltre 60 paesi nel mondo lo scorso 26 ottobre su etichetta Sugar. Un risultato clamoroso che segna un momento storico anche per il mercato discografico Uk che, a distanza di oltre vent’anni, vede il disco di un artista non pop contemporaneamente al numero uno della chart classica e della classifica generale dei dischi più venduti. Bocelli in questi giorni sta scalando anche la classifica americana di Billboard200, un caso rarissimo per qualsiasi artista. Per dare un’ulteriore idea dell’importanza dell’evento, se il tenore si confermasse primo anche nella classifica americana, 'Sì' sarebbe il primo album della Decca al top della classifica sia inglese sia americana, cosa che in assoluto non succedeva dai tempi di 'Every picture tellks a story' di Rod Stewart del 1971.
Un riconoscimento internazionale che arriva a poco più di un mese dal sessantesimo compleanno di Bocelli, icona globale da 85 milioni di album venduti in tutto il mondo, esibizioni davanti a Pontefici, Famiglie Reali e Presidenti. Artista internazionale con una stella sulla Walk of Fame, un concerto a Central Park davanti a 75.000 persone, chiamato alle inaugurazioni di Olimpiadi e Mondiali di Calcio, invitato a scrivere un editoriale per il Time e dare il via alle operazioni borsistiche al Nasdaq, Bocelli annovera innumerevoli riconoscimenti ricevuti nella sua eccezionale carriera.
(fonte: Adnkronos)
 

File.41: Serena Brancale - intervista

"Come ti pare" è il singolo che ascolteremo con la cantautrice pugliese

Serena Brancale è una delle voci più talentuose della scena musicale italiana. È riuscita a conquistare il grande pubblico con la sua partecipazione al Festival di Sanremo 2015 dove ha presentato una versione raffinatissima del suo brano “Galleggiare”, contenuta nell'omonimo album uscito con la Warner Music Italy. “Come ti pare”, il nuovo singolo della cantautrice pugliese. Il brano, che anticipa l’uscita del disco “Vita d’artista”, è ricco di suoni e contaminazioni anni ‘80. A metà tra il romantico e l’autoironico.
«Come cantautrice non ho niente di particolare da raccontare – sottolinea l’artista - salto le cene, bevo poca acqua e ascolto Wilma De Angelis. Vivo come mi pare da sempre, non è una lode alla pazzia, è un piccolo omaggio alla propria rivoluzione. Dici tutto e non dici niente, ami e tradisci, ti fidi ma non credi. La chiusura perfetta per ogni discorso? #cometipare».
Il brano è accompagnato da un videoclip diretto dall’artista, cantautrice e videomaker Giordana Angi, un manifesto dell’amicizia eccentrica, quella a colori. L’amicizia che matura col tempo, senza il timore di essere giudicati, quella vera.
L'intervista con Serena Brancale andrà in onda:
Lunedì 5 novembre alle 16:35 e giovedì 8 novembre alle 10:10. Stay tuned!
 

File.41: Adèl Tirant - intervista

Il singolo che ascolteremo con lei è "Settembre (Love September)"

Adèl Tirant all’anagrafe Adele Tirante, siciliana di origine, è nata e vive a Roma. E’ cantante, attrice, performer e autrice di canzoni e testi.
Come cantante, ha sviluppato nel tempo un profondo amore per la canzone popolare, studiando e interpretando il repertorio della canzone francese, sudamericana,  siciliana, del blues (e i loro rispettivi  rappresentanti) e della canzone d’autore italiano anni 60’.
Dopo essersi fatta conoscere dal pubblico con il fresco estivo e scanzonato singolo “Un homme qui me plait comme toi”, torna in radio con  “Settembre (Love September)”, secondo singolo in attesa del disco d’esordio “Adele e i suoi eroi”, in uscita entro fine anno per l’etichetta Soter.
“E’ una canzone che parla della scia che lascia l’estate sul corpo e sulla mente” afferma la cantautrice.
L'intervista con Adèl Tirant andrà in onda:
Venerdì 2 novembre alle 16:35 e martedì 6 novembre alle 10:10.
 

Emma è... Mondiale!

Il nuovo emozionante inedito da venerdì 2 novembre in radio

"Mondiale" è il titolo del nuovo brano di Emma, una ballata potente ed emozionante, in radio e disponibile in digitale da venerdì 2 novembre.
"C’è una parola potentissima che ci fa tremare.. la chiamano amore”. Le parole di Colapesce, di Matteo Mobrici e Federico Nardelli – racconta EMMA – sono state un pugno nello stomaco, non ho avuto nessun dubbio quando ho sentito questa canzone d’amore 3.0, figlia di questi tempi moderni. Le “strategie” e la voglia di cambiarci a vicenda per amare con meno rischi possibili e per non farci spezzare il cuore. Romantica e struggente un po’ come me, ma stavolta il mio cuore è un palloncino ed è pronto a prendere il volo.. libero e rosso come non lo era da tempo".
 
Dopo la prima parte del tour “Essere qui”, a febbraio 2019 Emma, con la sua inconfondibile grinta, tornerà a calcare il palco dell’"Exit”, il suo personale club musicale, per emozionare e coinvolgere tutto il suo pubblico con i brani estratti dall’ultimo disco di inediti "Essere qui” e tante altre grandi sorprese!
Partirà il 15 febbraio dal Pala Florio di Bari, sua amata regione, la seconda parte del tour (prodotto e organizzato da F&P Group) i cui biglietti sono disponibili su TicketOne.it e nei punti vendita abituali.
(comunicato Universal Music a cura di F.Gimigliano)
 

File.41: Erika - intervista

"Symphony" è il brano che ascolteremo con la cantautrice

Erika, cantautrice e interprete siciliana, nasce a Licata nel 1992. Inizia a calcare i palchi della sua città sin dal 2009 per poi trasferirsi all'estero per tre anni.
"Symphony” è il suo secondo singolo da solista, frutto della collaborazione con il produttore/chitarrista Peppe Milia.
"E' una sorta di lettera di scuse ai mei genitori che mi hanno immaginata sin da bambina come il riscatto dei loro fallimenti e che invece hanno dovuto accettare a denti stretti che avrei percorso strade diverse da quelle che si aspettavano... Da un punto di vista musicale il brano schiaccia l’occhio al mondo oldies dance senza disdegnare i suoni pop odierni, tra loop di voci, percussioni e un basso incisivo che detta il tempo sulla cassa in 4" - racconta.
L'intervista con Erika andrà in onda:
Lunedì 29 ottobre alle 16:35 e giovedì 1 novembre alle 10:10.
 

Lucio Dalla: esce "Duvudubà"

La raccolta dei capolavori di uno dei più grandi artisti italiani

Nell’ambito delle celebrazioni per i 75 anni di Lucio Dalla, esce “Duvudubà”, la raccolta, targata Sony Music (Legacy), dei capolavori di uno degli artisti che hanno fatto la storia della musica italiana, rimasterizzati a 192 khz/24 bit dai nastri originali di studio, la migliore definizione attualmente possibile.
La raccolta, composta da 70 brani del repertorio del grande Lucio, è arricchita dalla presenza del brano inedito “Starter”da oggi in rotazione radiofonica, in digital download e sulle piattaforme streaming e di alcune rarità come "Ciao" in versione francese, "Il mago pipo-pò", "Amamus Deus""Unknown love", “Sicilia” e “Campione di Swing” messe a disposizione per l’occasione da Pressing Line e da Fondazione Lucio Dalla. Inoltre, il cofanetto contiene 60 pagine di racconti e immagini che ripercorrono la carriera dell'artista.
Il brano inedito Starter è accompagnato da un video, diretto da Ambrogio Lo Giudice, e visibile da oggi qui
Era il 1971 quando Lucio Dalla inizia la sua inarrestabile ascesa presentando al Festival di Sanremo il brano “4/3/1943”, ribattezzato da tutto il pubblico “Gesù Bambino”. Seguono “Piazza Grande”, “Il gigante e la bambina” e “Itaca”, tutti brani destinati ad entrare nel suo immenso repertorioA quasi 50 anni, Sony Music vuole rendere omaggio e celebrare uno dei più grandi artisti della storia della musica italiana con questa esclusiva raccolta, dopo il successo già ottenuto con la pubblicazione della riedizione dello storico album “Come è profondo il mare”.
(comunicato Parole & Dintorni a cura di A.Bosi)
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS