File.41: Eusebio Martinelli Gipsy OrkeStar - intervista

Eusebio Martinelli Gipsy OrkeStar

Il racconto in musica del bisogno di arrivare a un "crash": spegnere il cervello e godersi un po’ di pace

"Iguana crash" è il singolo che segna, insieme all’album "SBAM!" da cui è estratto, una nuova direzione e un nuovo inizio per la EMGO, acronimo di Eusebio Martinelli Gipsy OrkeStar.
Il crash è “uno stato della mente”, un cortocircuito che nasce spontaneamente nei momenti più inaspettati: ad una festa, a pranzo con gli amici, a scuola o al lavoro.
È un momento di riflessione interiore, di abbandono, di contemplazione del vuoto, anche di meditazione.
Nel mondo dell’iperstimolazione, dell’iper-informazione, della performance, dello stare sul pezzo, il crash rappresenta la risposta della nostra mente che decide di prendersi delle pause contemplative e di godersi la comfort zone.
Iguana crash è un concetto filosofico che ci spinge all’emancipazione dalle aspettative altrui, ci lascia liberi, anche di interpretarlo; è sospensione del giudizio, proprio e altrui, niente sensi di colpa, niente disagio mentre gli altri ridono e si divertono.
Il punto è non lasciarsi intimorire, non sentirsi in imbarazzo, non vivere male il crash, ma abbracciarlo e lasciare che emerga.
EMGO nasce dalla mente di Eusebio Martinelli, che dopo una lunga carriera in collaborazione con grandi artisti (Capossela, Bregovich, Negramaro, Sud Sound System, Biagio Antonacci, Modena City Ramblers, Calexico, Demo Morselli, Mark Ribot, Kocani Orkestar e tanti altri) decide di concentrare la sua solida esperienza nel progetto che da ormai 10 anni infiamma le piazze e i festival di tutta Italia ed Europa.
Con i primi tre album, la band dà vita a importanti collaborazioni e tour, arrivando ad attraversare tutti i Paesi europei, da Marsiglia a San Pietroburgo.
“SBAM!”, in uscita nel 2022, segna una svolta nel sound e nel mindset della band, che si rinnova e trova il suo nucleo operativo nel trio Eusebio Martinelli, Giuseppe Tortorelli (Joe Pantera) e Jacopo Tommasoni (Jack Citronella).
Insieme, i tre scrivono, arrangiano e producono quello che definiscono “il disco della vita”, della ripartenza post covid, dei futuri concerti e della nascita di un figlio per Eusebio.
La nostra intervista con Eusebio Martinelli della EMGO andrà in onda:
Mercoledì 20 aprile alle 16:35 e sabato 23 aprile alle 10:10.
 

File.41: Ami - intervista

“Rompere il silenzio” è il secondo singolo dell'artista romana

Il secondo singolo di Ami, “Rompere il silenzio” (Lead Records/distribuzione Pirames International) arriva come sequel perfetto del suo singolo d’esordio “La maschera” (Novembre 2021). Un brano che l’artista romana dedica a se stessa perché “Non esiste momento migliore della musica da potermi dedicare”.
Un brano realizzato con la stessa squadra del primo, con il produttore Mario Zannini Quirini (Lead Records) e l’autrice Paola Angeli che hanno saputo interpretare lo stato d’animo di Ami e il messaggio che l’artista voleva trasmettere al pubblico.
«Con “Rompere il silenzio” sono riuscita a vivere appieno il caleidoscopio delle mie emozioni: paura, rabbia, gioia, divertimento, tristezza e molte altre ancora.» - Spiega Ami - «Il brano racconta di quando, - finalmente- ci si riesce a liberare della “maschera”, e si è pronti all’accettazione di una nuova persona con la quale iniziare un percorso di vita pieno di possibilità. È quel momento in cui ci sorprendiamo delle conseguenze emotive che scaturiscono da questo positivo incrocio di vite.»
Il brano è accompagnato da un testo classico italiano con gli arrangiamenti dal sound internazionale che strizzano l’occhio ad artiste del calibro di Bjork e Billie Eilish, catturando l’ascoltatore in un mix di ritmo e leggerezza.
La nostra intervista con Ami andrà in onda:
Martedì 19 aprile alle 16:35 e venerdì 22 aprile alle 10:10.
 

Premio Amnesty Emergenti: scadenza del bando prorogata al 30 aprile

Adolfo Durante & Gabriele Morini

Adolfo Durante & Gabriele Morini vincono intanto il Premio Amnesty Giovani ed entrano in semifinale

È stata prorogata al 30 aprile la scadenza del bando per il Premio Amnesty nella sezione Emergenti, lo storico concorso dedicato a canzoni che trattano temi legati ai diritti umani. Fra tutti gli iscritti verranno scelti otto artisti che si esibiranno nell’ambito della 25a edizione del festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, che si terrà dal 21 al 24 luglio a Rosolina Mare (Rovigo) e dove verrà decretato il vincitore.
Uno degli otto artisti è già stato scelto. Si tratta del duo Adolfo Durante & Gabriele Morini che si è aggiudicato con il brano “L’alieno” il Premio Amnesty Giovani, assegnato fra i primi iscritti al contest in base ai voti espressi dai giovani (under 35) di Amnesty International. In ogni caso, tutti i partecipanti al Premio Amnesty Giovani saranno comunque inclusi nella selezione complessiva fra tutti gli iscritti.
Al concorso possono partecipare cantautori e band con un brano in qualsiasi lingua o dialetto e di qualsiasi genere musicale. Testo e musica devono essere di propria produzione (anche se non inediti). In due serate di semifinale e una di finale gli artisti selezionati (a cui saranno assicurati vitto e alloggio) verranno valutati da una giuria composta da importanti addetti ai lavori e giornalisti, che assegnerà il Premio Amnesty International Italia per la sezione Emergenti.
Grazie all’esperienza maturata in molti anni Voci per la Libertà offre molte opportunità agli artisti che arrivano in finale. Tutte le informazioni ed il bando sono reperibili sul sito.
Nelle prossime settimane sarà intanto annunciato il vincitore del Premio Amnesty nella sezione Big. Le nomination vedono in lizza: 99Posse con “Nero su bianco”, Caparezza feat. Mishel Domenssain con “El sendero”, Federica Carta & Mydrama con “Tocca a me”, Carmen Consoli con “L’uomo nero” , Cristina Donà con “Distratti”, Gang con “Dago”, Mahmood con “Icaro è libero”, Mannarino con “Congo”, Ermal Meta con “Nina e Sara”, Erica Mou con “Cinema”.
(comunicato Monferr'Autore)
 

Ligabue: il 27, 29 e 30 settembre torna all'Arena di Verona

Ligabue

Cresce intanto l’attesa per l’evento live in data unica “30 ANNI IN UN (NUOVO) GIORNO”

A 9 anni di distanza dal suo ultimo concerto all’Arena di Verona, il 27, 29 e 30 settembre LUCIANO LIGABUE torna live in uno dei luoghi simbolo della musica italiana.
I biglietti per le date in Arena saranno disponibili in prevendita dalle ore 16.30 di giovedì 14 aprile su Ticketone.
Per gli iscritti al Bar Mario biglietti in pre-sale dalle ore 09.30 di domani, mercoledì 13 aprile, alle ore 16.00 di giovedì 14 aprile.
«Ligabue, che in Italia nel 2022 si esibirà solo a Campovolo e all’Arena, è un grande evento per Verona - ha dichiarato Gianmarco Mazzi, AD di Arena di Verona Srl - “va ad impreziosire il calendario del live, già straordinario per importanza e ricchezza di appuntamenti nazionali e internazionali. In un anno di rinascita dei concerti, Ligabue ci aiuterà a centrare l’obiettivo record di mezzo milione di spettatori all’Arena, grazie al coinvolgimento di spettatori di tutte le età e con il fine prioritario di portare lavoro alle attività produttive veronesi
Cresce intanto l’attesa per “30 ANNI IN UN (NUOVO) GIORNO”, l’evento in data unica che il 4 giugno inaugurerà la RCF ARENA DI REGGIO EMILIA (Campovolo).
“30 ANNI IN UN (NUOVO) GIORNO”, evento già da tempo sold out con oltre 100.000 biglietti venduti, inaugurerà questo spazio totalmente nuovo e creato rigorosamente ad hoc per la musica con una pendenza del 5% per garantire una visuale e un’acustica ottimali.
Ad ottobre poi LIGABUE sarà protagonista di quattro concerti nelle principali città europee. Ecco le date: 26 ottobre al Razzmatazz di BARCELLONA (recupero del 20 maggio), 28 ottobre al Cirque Royal di BRUXELLES (recupero del 25 maggio), 30 ottobre al Bataclan di PARIGI (recupero del 26 maggio), 31 ottobre al 02 Shepherd's Bush Empire di LONDRA (recupero del 22 maggio).
Tutti i biglietti acquistati per le date europee resteranno validi per le nuove date, chi non fosse nella possibilità di partecipare agli show potrà chiedere il rimborso del biglietto. Tutte le info su www.friendsandpartners.it 
Alla luce dello spostamento del tour europeo legato all’aumento dei contagi in alcuni paesi, gli organizzatori daranno la possibilità a tutti i possessori dei biglietti per le date di Barcellona, Londra, Parigi, Bruxelles di partecipare gratuitamente (il biglietto del concerto europeo avrà validità come titolo di ingresso sia per il raduno del 2 giugno sia per la data di recupero del concerto europeo previsto in autunnoad un mini raduno del fan club che si terrà proprio alla RCF Arena di Reggio Emilia (Campovolo) giovedì 2 giugno durante il quale Luciano suonerà tutta la scaletta prevista per gli show europei. Tutte le info ufficiali sull'evento “raduno” saranno comunicate entro il 30 aprile.
(comunicato Parole & Dintorni a cura di A. Bosi - foto di Ray Tarantino)
 

File.41: Andrea - intervista

Andrea

Ascolteremo assieme al giovane artista il singolo "Magnitudo"

Magnitudo”, il nuovo singolo di Andrea (etichetta Lead Records/ distribuzione Pirames International), che vede anche la realizzazione di un emozionante videoclip girato presso i Lead Recording Studios, per l’adattamento piano e voce del brano.
“Sentivamo la necessità di voler far arrivare ancora di più il significato di Magnitudo e, per questo, l’abbiamo voluta spogliare di tutto facendo diventare protagonista solo la potenza del suo messaggio attraverso un arrangiamento piano e voce.” - Racconta Andrea - “Tutto questo è stato possibile grazie alla bravura e all’eccellenza del Maestro Mario Zannini Quirini che, come in ogni cosa che fa, ha messo tutto il suo cuore e la sua passione. Averlo come protagonista insieme a me anche nel video è per me un onore immenso.”
Rilasciare una forza intensa in musica, realizzare che ogni istante della vita è importante e va vissuto con pienezza amandone ogni singola sfumatura. Sono queste le premesse del messaggio musicale che il giovane cantautore romano Andrea Pasqualini, in arte Andrea, vuole dare con il suo ultimo singolo “Magnitudo”.
L’origine del brano deriva da un bisogno di raccontare un periodo trascorso dell’adolescenza nel quale Andrea, con il suo carattere timido, anche se forte allo stesso tempo, viene messo in ombra nelle relazioni con il resto dei suoi coetanei ed amici. Questo sentirsi “fuori posto” o “un gradino inferiore agli altri” lo ha portato a riflettere per cercare di capire cosa effettivamente fosse sbagliato in lui. Risultato: nulla. È in questo momento che arriva la “giusta spinta” per superare ogni ostacolo. Un bisogno forte, che lo fa andare oltre quel “gradino”, dove impara a farsi scivolare addosso i commenti sull’aspetto fisico o sul suo carattere considerato troppo ingenuo.
“Magnitudo” è dunque il frutto di questa “rivoluzione”, una sorta di terremoto interiore di vita, di libertà e ribellione. Un canzone-manifesto della vittoria personale nel superare qualsiasi tipo di limite, di giudizio e di pregiudizio.
La nostra intervista con Andrea andrà in onda:
Martedì 12 aprile alle 16:35 e venerdì 15 aprile alle 10:10.
 

File.41: Andrea Strange - intervista

Andrea Strange

"Mi piove nella birra" è il singolo del giovane cantautore, secondo al Premio De André

Andrea Strange nasce a Roma nel '92, ma passa tutta l'infanzia e l'adolescenza nelle campagne dei castelli romani dove inizia le prime esperienze sul palco a 15 anni. La bellezza e il disagio di quei luoghi influenzano profondamente la sua arte che, nata dal punk, attraversa il mondo del cantautorato per sbarcare sulle coste dell'Indie Folk in un continuo naufragare fra poesia urbana e giochi di parole. I suoi testi descrivono con disperata ironia la sua visione del mondo e raccontano frammenti di vita con brutale realismo. Si è classificato secondo alla XX edizione del Premio Fabrizio De André con la canzone "Mi piove nella birra", proponendo “un potenziale inno generazionale alt-rock” (Pietro d'Ottavio - La Repubblica). Nella sua carriera si è esibito su diversi palchi tra cui l’Auditorium Parco della Musica, Lungotevere Expo, Le Mura, partecipando anche all'Indiegeno Fest '19 in Sicilia. Le sue produzioni, di prossima pubblicazione, saranno la concretizzazione del metaforico viaggio di un artista in continua evoluzione.
«“Mi piove nella birra” è una canzone nata quasi per caso che, ispirata inizialmente da una battuta, prende poi una vena più drammatica. Questa dualità al limite dell’ossimoro è qualcosa di ricorrente nelle mie canzoni.» - Spiega Andrea Strange - «Mi piace e mi dispiace pensare che, alcune volte, ci sia un po’ di quest’uomo dentro tutti noi. Sicuramente ce n’è un po’ in me, soprattutto in questo tragico periodo storico in cui mi viene naturale pensare che quest’uomo stia guardando ad Est.»
La nostra intervista con Andrea Strange andrà in onda:
Lunedì 11 aprile alle 16:35 e giovedì 14 aprile alle 10:10.
 

Con "In My Head" torna in radio 24kGoldn

24kGoldn

Torna in radio con il nuovo travolgente singolo insieme a Travis Barker

Entrerà in rotazione radiofonica da venerdì 8 aprile “In My Head”, il nuovo singolo da milioni di stream dell’Hitmaker multiplatino americano 24kGoldn in collaborazione con Travis Barker!
È online anche il videoclip ufficiale co-diretto dall'artista insieme a Andrew Sandler, nel quale 24kgoldn entra nel metaverso mostrando il suo avatar che è stato creato dall’artista insieme all’azienda di tecnologia avatar Genies.
24kGoldn è stato una delle più grandi rivelazioni musicali del 2020. Il suo grande successo è stato alimentato dai suoi oltre 3 miliardi stream ottenuti con la Hit planetaria “Mood” ft. Iann Dior (8 settimane al #1, e per 28 nella Top 10 della Billboard Hot 100, 3X PLATINO in Italia negli Stati Uniti con oltre 2 miliardi di stream e 200 milioni di visualizzazioni su YouTube), e i brani di successo “Coco” feat. DaBaby, “Love Or Lust” (20 milioni di stream) e “Company” feat. Future (60 milioni di stream).
(comunicato Sony Music a cura di S.Sisti)
 

Sottotono in radio con "Poco male"

Sottotono

A maggio due date evento live a Milano e Roma

Venerdì 1° aprile uscirà su tutte le piattaforme digitali e in radio “Poco male”, singolo inedito dei Sottotono.
“Poco male” è un invito a trovare sempre il lato positivo di tutte le situazioni, anche quelle che sembrano irreparabili. La ritmicità del singolo è data dalla batteria e da accordi ripetuti di pianoforte che rallenta poco prima del ritornello, seguendo la vocalità di Tormento, per poi esplodere in un ritornello che entra subito in testa.
“È un brano dedicato alla mia compagna di viaggio, noi due sempre insieme. Vivendo sempre al presente con tutte le contraddizioni che comporta crescere. Soci in affari che in un modo o nell’altro sanno sempre come cavarsela. Ci perdiamo e ci ritroviamo, la chiave è riscoprire ogni volta che abbiamo da imparare l’uno dall’altra. Pronti a dare tutto uno per l’altra” - dice Tormento.
Il brano si aggiunge al progetto “Originali”, uscito lo scorso giugno, anticipato dai singoli “Mastroianni”, che ha raggiunto il podio nella classifica EarOne dei brani più trasmessi in radio, e “Solo lei ha quel che voglio 2021” feat. Tiziano Ferro, Guè Pequeno e Marracash. L’album ha riportato sulla scena insieme dopo vent’anni Tormento e Big Fish, lo storico duo rap che ha sancito indelebilmente la nascita e lo sviluppo della musica urban in Italia, precorrendo i tempi in maniera totale e assoluta, e vede al suo interno feat con i maggiori esponenti della scena rap urban italiana. Oltre agli artisti presenti nella versione 2021 di “Solo lei a quel che voglio”, infatti, il disco contiene collaborazioni con Fabri Fibra, Mahmood, Coez, Elodie, Emis Killa, Jake La Furia, Stash, Luchè, Coco, Primo Brown.
I Sottotono torneranno finalmente a suonare live in due date evento, prodotte da Bpm Concerti e Trident Music, nel mese di maggio 2022 a Milano e Roma, rispettivamente mercoledì 11, presso l’Alcatraz, e giovedì 12 al Teatro Centrale.
(comunicato Universal Music a cura di C.Attanasi)
 

File.41: Ink - intervista

Ink

"Bisogna solo chiedersi" canta il bisogno di porsi delle domande e di mettersi in gioco

"Bisogna solo chiedersi" è il singolo d’esordio di Ink. Un brano in stile pop italiano ben confezionato come nella tradizione del genere accompagnato dalla voce di Lorenzo Di Giovanni, in arte Ink, che si amalgama con l’arrangiamento esaltando tutte le emozioni attraverso il suo "suono" inconfondibile.
In un epoca di musica liquida, di suoni edulcorati, della ricerca forsennata di melodie artificiali che si accodano ad una moda latente è bello riscontrare che un giovane scelga la canzone, la canzone nella sua forma più naturale composta con giusti equilibri per poter veicolare un messaggio e delle sensazioni rendendola soprattutto intellegibile. Quella canzone che alcuni, erroneamente, possono definire “passata” , “vetusta” ma che in realtà è ancora attuale ed apprezzata se giustamente condotta all’ascoltatore che ha ancora bisogno di immedesimarsi in una storia, in una riflessione.
"Bisogna solo chiedersi", canta Ink: un bisogno di porsi delle domande, di mettersi in gioco, domandarsi se l’amore è l’isola felice che si immaginava, chiedersi se un affetto sarà costante nel tempo, chiedersi cosa racchiude un istante e se l’istante può essere lo specchio di un futuro. Ma è forse sbagliato anche pensare che si è fatto tutto bene, è importante mettersi in gioco e riconoscere i propri sbagli, il riconoscimento dei limiti ci rende più veri. "Bisogna solo chiedersi" è una chiave di lettura di una vita in cui il tempo scorre inesorabile ma, nonostante tutto, non è mai finita.
La nostra intervista con Ink andrà in onda:
Martedì 29 marzo alle 16:35 e venerdì 1 aprile alle 10:10.
 

File.41: Cocciglia - intervista

Cocciglia

"Animale sleale" è il singolo del cantautore abruzzese

E' in rotazione in radio “Animale sleale” il nuovo singolo del cantautore abruzzese Cocciglia già vincitore della targa “La Repubblica” al Premio De Andrè 2022.
Come racconta Simone Cocciglia “Animale sleale”: “è l'essere umano che, di tutti gli animali, è il più arrivista. È evidente lo stato di salute del nostro pianeta così come è altrettanto evidente il nostro continuare ad ignorare i segnali che la terra ci manda”.
Il brano affronta temi strettamente legati all’attualità, relazioni, tematiche sociali e diritti civili, con testi-slogan legati da un filo comune: l'uomo, le sue fragilità e la sua prepotenza. “Il mondo è in affanno, ma noi continuiamo a guardare altrove”.
Il singolo “Animale sleale”, è accompagnato da un videoclip diretto da Diego La Chioma, girato nelle stanze nobiliari di Palazzo Picalfieri, una delle dimore antiche del cuore storico de L'Aquila, primo esempio di barocco aquilano, racconta il conflitto perpetuo tra l'uomo e il mostro che gli abita dentro. Uno sguardo di compassione all'umanità, alla sua prepotenza, che è poi figlia della sua fragilità. “Scusaci mondo se non sappiamo più amarci al mondo”.
La nostra intervista con Cocciglia andrà in onda:
Lunedì 28 marzo alle 16:35 e giovedì 31 marzo alle 10:10.
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS