10 Years

2021

I Måneskin vincono l'Eurovision Song Contest 2021!

Måneskin ESC

All'Ahoy Arena di Rotterdam, l'Italia torna a vincere il prestigioso contest europeo

Una finale con il fiato sospeso fino all'ultimo voto ma, alla fine, la vittoria è dei Måneskin. Seconda la Francia e terza la Svizzera.
Dopo il trionfo sanremese, la rock band italiana conquista anche l'Eurovision Song Contest con la loro "Zitti e buoni", portando a casa la manifestazione. Fondamentale il voto del pubblico, che ha ribaltato a favore dell'Italia il risultato.
Damiano, il carismatico frontman dei Maneskin, ha commentato a la vittoria all'Eurovision Song Contest urlando "Rock'n'roll never die". Il rock and roll non morirà mai. I Måneskin riportano l'Eurovision in Italia dopo 31 anni: sono i terzi artisti italiani a vincere la competizione europea dopo Gigliola Cinquetti nel 1964 e Toto Cutugno nel 1990.
 
Classifica ESC
 

L'Eurovision Song Contest riparte da Rotterdam

eurovision song contest

Dopo lo stop dell'anno scorso torna la gara europea, con i Måneskin a rappresentare l'Italia

Al via il 18 maggio l’Eurovision Song Contest 2021 con i Måneskin a rappresentare l'Italia. Il gruppo, reduce dal trionfo a Sanremo 2021, va a caccia della vittoria nell'evento canoro più popolare in Europa, giunto quest'anno alla 65ª edizione.
La gara, che ogni anno premia la migliore canzone a livello europeo, dopo lo stop del 2020 a causa della pandemia da Covid-19 si terrà alla Ahoy Arena di Rotterdam, nei Paesi Bassi e vedrà la presenza del pubblico, con un massimo di 3500 persone per sera. La prima semifinale ci sarà domani sera, 18 maggio, la seconda giovedì 20 maggio, mentre la finale è prevista per sabato 22.
Le due serate del 18 e 20 maggio saranno visibili su Rai4 dalle ore 20:45 circa. A commentare in diretta ci saranno Ema Stokholma e Saverio Raimondo. La finale sarà trasmessa in diretta da Rai1, sabato 22 maggio dalle 20.40, con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio.
Nella prima semifinale i Måneskin mostreranno al pubblico una clip registrata della loro esibizione, effettuata durante le prove sul palco dell'Ahoy Arena.
Ad aprire la serata ci sarà il vincitore del 2019, l'olandese Duncan Laurence. 16 Paesi in gara, ma solo 10 accederanno alla Finale. Nella seconda semifinale, in gara 17 Paesi di cui 10 raggiungeranno la finale.
(fonte: Adnkronos)
 

Premio Amnesty Emergenti: rinviata al 18 maggio la scadenza del bando

H.E.R.

Le finali nel Festival “Voci per la Libertà” dal 23 al 25 Luglio

È stata spostata al 18 maggio la scadenza del bando per il Premio Amnesty International Italia nella sezione Emergenti, lo storico concorso sulle migliori canzoni sui diritti umani, da molti anni affiancato da una sezione riservata ai Big della musica italiana, vinta quest’anno dai Negramaro con il brano “Dalle mie parti”.
Le semifinali e la finale del contest per emergenti e la premiazione dei Negramaro avranno luogo nell’ambito del festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, la cui 24a edizione è in programma dal 23 al 25 luglio a Rosolina Mare (Rovigo). Una edizione che sarà legata al 60° anniversario di Amnesty International.
La scelta di rinviare la scadenza del bando di concorso nasce dalla richiesta di vari artisti impossibilitati sino ad ora, per i problemi legati alla pandemia, a registrare i brani da iscrivere. Al contest è comunque possibile partecipare anche con brani già editi, purché scritti in tutto o in parte dagli artisti che si iscrivono. Altre informazioni, la scheda di iscrizione e il bando di concorso sono reperibili sul sito www.vociperlaliberta.it.
Tra tutti gli iscritti vengono selezionati otto semifinalisti, che il 23 e 24 luglio si confronteranno dal vivo sul palco del festival. Uno di loro è già stato scelto: si tratta degli Aftersat che, con il brano “Sanpapiè”, si sono aggiudicati il Premio Web, indetto fra i primi iscritti. Il 25 luglio si terrà poi la finale fra i migliori cinque semifinalisti, designati da una prestigiosa giuria che verrà comunicata nel mese di luglio.
Fra i bonus previsti per il vincitore c’è la produzione di un videoclip o di un cd singolo. Ma per tutti i finalisti ci potranno essere varie opportunità, come la possibilità di partecipare alle iniziative promosse durante tutto l’anno da Voci per la libertà: concerti, partecipazioni a festival, presentazioni.
Inoltre, negli ultimi tre anni, grazie ad un bando del NuovoImaie vinto dal festival, uno dei finalisti del contest ha avuto la possibilità di realizzare un tour in tutta Italia.
Ogni anno poi viene realizzata una raccolta con i brani dei finalisti e degli ospiti del festival. Quella del 2020 è stata realizzata in digitale ed anche in vinile ad edizione limitata e numerata, pubblicata per Ala Bianca con distribuzione Warner Music. Comprende brani di Niccolò Fabi (Premio Amnesty International Italia nella sezione Big nel 2020), H.E.R. (vincitrice nella sezione emergenti), gli ospiti Marina Rei, Margherita Vicario, Meganoidi, The Boylers e Grace N Kaos e le finaliste Agnese Valle, Adriana, Assia Fiorillo, Micaela Tempesta. La raccolta può essere ordinata a questo link.
Negli oltre vent’anni di storia sul palco di Voci per la Libertà, a fianco degli emergenti, sono saliti come vincitori del Premio Amnesty Big o in veste di ospiti importanti nomi della musica italiana, come Ivano Fossati, Paola Turci, Samuele Bersani, Subsonica, Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Fiorella Mannoia, Frankie Hi-Nrg Mc, Enzo Avitabile, Mannarino, Edoardo Bennato, Nada, Brunori Sas, Roy Paci, Enrico Ruggeri, Modena City Ramblers, Perturbazione, Marta sui Tubi, Levante, Niccolò Fabi, Africa Unite, Marlene Kuntz, Bandabardò, Morgan, Tre Allegri ragazzi Morti, Cristina Donà e molti altri.
(ufficio stampa: Monferr’Autore - Her,Premio Amnesty Emergenti 2020 -foto di Artax)
 

Svelata la line up del concerto del Primo Maggio 2021

Primo Maggio 2021

Oltre 6 ore di musica dal vivo per uno show imprevedibile e ricco di colpi di scena che esalterà la dimensione live

Promosso da CGIL, CISL e UIL, prodotto e organizzato da iCompany, torna l’atteso appuntamento con il CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO di ROMA che verrà trasmesso in diretta su RAI 3 e Rai Radio2, sabato 1 maggio dalle ore 16.30 alle ore 19.00 e dalle ore 20.00 alle ore 24.00.  L’intero evento sarà disponibile anche su RaiPlay, sia in diretta che on demand.
Oltre 6 ore di musica dal vivo, testimonianze e riflessioni per uno show imprevedibile e ricco di colpi di scena che vedrà la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma come location principale per le esibizioni degli artisti e punterà a premiare al massimo la dimensione live.
“L’Italia Si Cura Con Il Lavoro” è lo slogan che CGIL, CISL e UIL hanno scelto per il Primo Maggio 2021, con il quale intendono affermare che la ripartenza nel nostro Paese è possibile attraverso il lavoro e una campagna vaccinale nazionale diffusa.
Il Concertone ospiterà le riflessioni dei segretari generali dei Sindacati e le testimonianze di lavoratrici e lavoratori, pensionate e pensionati.
Particolarmente ricca e eterogenea, la line up del Concerto del Primo Maggio 2021 avrà il compito di tratteggiare emozioni e storie di un evento che proverà a raccontare lo stato d’animo di un’intera nazione alle prese con uno dei suoi momenti più difficili di sempre.
Primo Maggio 2021 non sarà dunque solo un concerto, ma una sorta di gala della musica italiana osservata attraverso un grandangolo che proverà a raccontarla in quasi tutti i suoi aspetti. Di seguito la line upNOEL GALLAGHER, ALEX BRITTI & FLAVIO BOLTRO, APRÈS LA CLASSE & SUD SOUND SYSTEM, BALTHAZAR, EDOARDO BENNATO, BUGO, CHADIA RODRIGUEZ ft. FEDERICA CARTA, COLAPESCE DIMARTINO, COMA_COSE, ENRICO RUGGERI, ERMAL META, EXTRALISCIO, FABRIZIO MORO con Vinicio Marchionni e Giacomo Ferrara, FASMA, FAST ANIMALS AND SLOW KIDS & WILLIE PEYOTE, FEDEZ, FOLCAST, FRANCESCA MICHIELIN, FRANCESCO RENGA, GAIA, GHEMON, GIANNA NANNINI e CLAUDIO CAPÉO, GINEVRA, GIO EVAN, IL TRE, L'ORCHESTRACCIA, LA RAPPRESENTANTE DI LISTA, LP, MADAME, MARA SATTEI, MAX GAZZÈ & the Magical Mystery Band, MICHELE BRAVI, MODENA CITY RAMBLERS, MOTTA, NAYT, NOEMI, ORCHESTRA MULTIETNICA DI AREZZO con MAGHERITA VICARIO, PIERO PELÙ, THE ZEN CIRCUS, TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI, VASCO BRONDI e WRONGONYOU.
Sul palco del Concerto 2021 si esibiranno anche CARGO (Roma), MARTE MARASCO (Milano) e NENO (Torino), ovvero gli artisti vincitori del contest 1MNEXT, la cui finale si è svolta allo Spazio Rossellini di Roma, Polo Culturale Multidisciplinare Regionale. Tra questi, durante la diretta Rai, verrà proclamato il vincitore assoluto. Sul palco anche il giovane Y-Not, vincitore del contest della campagna sulla sicurezza stradale di Anas "Guida e Basta".
“#1M2021, è il PRIMO!” valorizzerà la dimensione live, da tempo penalizzata dall’emergenza sanitaria, riportando artisti e maestranze sul palco e rappresentando un momento di snodo tra la realtà che speriamo di lasciarci alle spalle e il futuro che si sta delineando.
La direzione artistica del concerto del Primo Maggio di Roma è curata da Massimo Bonelli che è anche l’organizzatore generale dell’evento. La regia di Rai 3 è a cura di Fabrizio Guttuso Alaimo, mentre l’autore capo-progetto è Massimo Cinque.
Su Rai Radio2, radio ufficiale del concerto del primo maggio, il racconto avrà inizio alle 16.35, per il primo anno anche in Visual su RaiPlay: in diretta dal backstage della Cavea con Silvia Boschero e Diletta Parlangeli e dalle 20.00 con Ema Stokholma e Gino Castaldo. A Radio2 le incursioni di tanti amici, interviste a caldo agli artisti appena scesi dal palco e tutta la musica direttamente dal Concertone. Backstage, extra e contenuti speciali sui social della rete.
La manifestazione sarà trasmessa in simulcast anche da Rai Radio2 Indie, disponibile nel bouquet Dab+ di Radio Rai, sul Digitale Terrestre Tv e su web e app RaiPlayRadio.
Il concerto del Primo Maggio è promosso da CGIL, CISL, UIL, prodotto e organizzato da iCompany con la direzione artistica e l’organizzazione a cura di Massimo Bonelli.
(comunicato Parole & Dintorni a cura di M. Falcon)
 

Musicultura riaccende la musica dal vivo

Musicultura

Dal 19 al 28 marzo le Audizioni Live in diretta streaming dal Teatro Lauro Rossi di Macerata

Abbiamo partecipato alla conferenza stampa (svolta in modo virtuale) di presentazione della 32° edizione di Musicultura, organizzata da Daniele Mignardi Promopressagency, a cui hanno partecipato nella veste di rappresentanti del Comitato Artistico di garanzia Ron e Francesco Bianconi (Baustelle), oltre al direttore artistico Ezio Nannipieri e alla rappresentanza degli Enti Locali e dello sponsor principale (Banca di Macerata).
Dal 1990, col suo peculiare concorso, Musicultura festival seleziona, premia e valorizza annualmente nuovi interpreti della canzone italiana selezionando autori interpreti dei loro stessi brani.
L’appuntamento di quest’anno si presenta particolarmente ricco avendo totalizzato oltre 1000 candidature. Ogni candidato propone due canzoni che verranno valutate dal Comitato artistico; i 63 finalisti avranno la possibilità di esibirsi dal vivo (presenti e approvati i protocolli di sicurezza) presso il Teatro Lauro Rossi di Macerata di fronte alla giuria di Musicultura.
È possibile seguire le audizioni in diretta streaming dal 19 al 28 marzo sui canali social del Festival, con inizio alle ore 21. Le Audizioni live sono il passaggio artisticamente più intrigante, durante le quali ci si emoziona di fronte ad un’Italia creativa variopinta, che scrive e canta canzoni sull’onda di un’urgenza intima.
“Ci interessa continuare a fare il possibile per offrire agli artisti chances concrete di suonare dal vivo, anche se confesso che, come tutti, siamo affaticati dal protrarsi della medicalizzazione delle nostre esistenze – dichiara il direttore artistico Ezio Nannipieri - L’anno scorso, a fine lockdown, fummo tra i primi a riaprire alla musica dal vivo, nel rispetto delle regole, prima in streaming, poi anche in presenza del pubblico.”
Nel corso della maratona musicale, il pubblico potrà votare da casa la proposta artistica preferita, alla quale sarà assegnata la Targa Banca Macerata. Al termine delle audizioni, Musicultura designerà 15 dei 16 finalisti, il sedicesimo sarà indicato dalle giurie universitarie (Università di Macerata e Camerino). Otto saranno poi i vincitori di Musicultura 2021, due eletti dal pubblico dei social, i rimanenti sei scelti dal prestigioso Comitato Artistico di Garanzia di Musicultura, composto da:
Claudio Baglioni, Brunori Sas, Diego Bianchi, Francesco Bianconi, Luca Carboni, Francesca Archibugi, Enzo Avitabile, Alessandro Carrera, Guido Catalano, Ennio Cavalli, Carmen Consoli,Simone Cristicchi, Gaetano Curreri, Teresa De Sio, Niccolò Fabi, Frankie hi-nrg mc, Giorgia, Dacia Maraini, Mariella Nava, Gino Paoli, Antonio Rezza, Vasco Rossi, Ron, Enrico Ruggeri, Tosca, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Sandro Veronesi, Riccardo Zanotti.
La maratona si concluderà a giugno, nella settimana tra il 14 e il 19, quando la prestigiosa arena dello Sferisterio ospiterà le serate conclusive del festival, con gli otto vincitori del concorso in veste di protagonisti sul palco assieme ad ospiti prestigiosi nazionali ed internazionali. Lì sarò reso pubblico il nome del vincitore assoluto della XXXII edizione, decretato dal pubblico, al quale andranno i 20.000 euro del Premio Banca Macerata.
La rosa completa dei 63 artisti in gara a Musicultura 2021, con le rispettive provenienze geografiche:
Assurditè (Milano) - Niccolò Battisti (Roma) - Francesco Bottai (Pisa) - Brugnano (Napoli) - Buva(Cerignola, BA) - Calmo (Napoli) - Canarie (Bologna) - Elvira Caobelli (Verona) - Caravaggio (Latina) - Caterina (Trento) - Ciao sono Vale (Bergamo) - Carlo Corallo (Ragusa) - Cranìa (Brescia) - Giulia Dagani(Cremona) - Dealer (Domodossola) - Raffaella Destefano (Lodi) - Disegni (Roma) - Donix (Napoli) - Elasi(Alessandria) - Endimione (Pisa) - Epo (Napoli) - Beppe Gambetta (Genova) - Gaia Gentile (Bari) - Marcello Gori (Genova/Milano) - Kalascima (Salento) - Kama (Seregno, MB) - Henna (Sondrio/Milano) - Il Generatore Di Tensione (Bologna) - Ill Aereo (Teramo) - L'Avvocato dei Santi (Roma) - La Tarma(Bologna) - Le Feste Antonacci (Parigi) - Lorenzo Lepore (Roma) - Logo (Verbania/Milano) - Luk (Napoli) - Maria Forte (Senigallia, AN) - Miglio (Brescia/Bologna) - Mille (Velletri, RM) - Francesca Miola(Venezia/Milano) - Mr. T-Bone (Milano/Torino) - Paola Munda (Palermo) - Gabriele Mvsa (Roma) - Emanuele Patti (Milano) - Francesca Romana Perrotta (Lecce) - Persimale (Roma) - Laura Pizzarelli (Bari) - Lorenzo Pucci (Roma) - Queen Of Saba (Venezia) - Sara Rados (Firenze) - Diego Rivera (Lecce) - Room6 (Pisa) - Alan Rossi (Verbania/Milano) - Ruggero (Cremona/Firenze) - Claudia Salvini (Montevarchi, AR) -Francesca Sarasso (Vercelli) - Sesto (Trieste) - Sixteen (Altamura, BA) - Sudestrada (Forlì-Cesena) - Tananai (Milano) - The Jab (Ivrea, TO) - The Pax Side Of The Moon (Brianza) - Giulia Ventisette (Firenze) - Ziliani (Trento).
(ap)
 

World Radio Day: Radio41.it aderisce come Media Partner

World Radio Day

Anche l’Italia celebra la Giornata Mondiale della Radio con i più grandi protagonisti delle Radio Nazionali, Locali, Web e Universitarie

Il 13 febbraio è la giornata mondiale della Radio, istituita nel 2011 dall’UNESCO. Quest’anno per la decima edizione del “World Radio Day”, celebriamo insieme la Radio con un grande evento online.
Anche Radio41.it sarà Media Partner dell’evento organizzato da Radiospeaker.it con la collaborazione di Dizione.it e Programmiradiofonici.it.
In cosa consiste l’evento?
Il “World Radio Day” organizzato da Radiospeaker.it si svolgerà in diretta streaming dalle ore 10:00 alle ore 18:00. L’evento vedrà l’alternarsi dei principali protagonisti delle radio Nazionali, Locali, Web ed Universitarie di tutta Italia.
Di cosa si parlerà nell’edizione 2021?
 
L’UNESCO per il 2021 ha scelto 3 macro-temi da affrontare nel “World Radio Day”:
  • EVOLUTION: Il mondo cambia, la radio evolve.
Questo sotto-tema si riferisce alla resilienza della radio, alla sua sostenibilità e alla sua continua evoluzione con il passare del tempo e delle tecnologie.
  • INNOVATION: Il mondo cambia, la radio si adatta e innova.
La radio ha dovuto adattarsi alle nuove tecnologie per rimanere il mezzo di riferimento della mobilità, accessibile ovunque e per tutti.
  • CONNECTION: Il mondo cambia, la radio si collega.
Questo sotto-tema mette in evidenza i servizi radiofonici alla nostra società come disastri naturali, crisi socioeconomiche, epidemie, ecc.
Chi saranno gli ospiti ?
Numerosi saranno gli esperti e professionisti della radio che si alterneranno durante l’evento. Tra i tanti Andrea Delogu ed Ema Stockholma di Rai Radio2, Albertino di Radio m2o, Marco Mazzoli di Radio 105, Alvin e Fernando Proce di R101, Federica Gentile e Angelo Baiguini di RTL 102.5, Rosaria Renna di Radio Monte Carlo, DJ Ringo di Virgin Radio, Paoletta di Radio Italia, Daria Bignardi di Radio Capital, Claudio Guerrini e Giuditta Arecco di RDS, Pippo Pelo di Radio Kiss Kiss.
Dove si svolge?
L’evento potrà essere seguito in diretta streaming. In contemporanea su tutti i canali social di Radiospeaker.it e sul sito ufficiale World Radio Day.
La lista completa degli ospiti in continuo aggiornamento e tutte le info sono sul sito del World Radio Day.
 
 

Vasco Rossi: sua la prima canzone del 2021

Una canzone d'amore buttata via

Dalle 00:01 del 01.01.2021 è fuori ovunque il nuovo singolo "Una canzone d'amore buttata via"

La prima canzone dell’anno, la prima nel programma di Bolle, la prima dell’album che verrà nel 2021, l’anno della rinascita. 
Da Vasco ti aspetti sempre qualcosa e lui non delude mai. Arriva sempre, con la sua faccia da impunito, la sua voce, i suoi testi le sue musiche.  Poesia, sogno e chitarre rock, come nelle migliori sue ballad.
“non lasciarmi andar via, non lasciare che sia una canzone d’amore buttata via Ma… chi la butta via una canzone d’amore se è sua?
Di sicuro non il popolo dei suoi fan e followers che aspetta solo di “raccoglierla” dal momento in cui ne ha annunciato l’uscita, una sera, a totale sorpresa per tutti, in un post su Instagram. Dalle 00:01 del 01.01.2021 esce  dappertutto il nuovo singolo “Una canzone d’amore buttata via”(prodotta con Celso Valli) e Vasco ha scelto di presentarla in esclusiva, e per la prima volta, da Bolle in apertura del suo “Danza con me”, in onda il 1°gennaio sera su Raiuno
Bolle che balla Vasco, quando la danza incontra il rock e scocca la scintilla, che esplode creando un momento di vera poesia e di grande energia. Bolle “interpreta” Vasco danzando su una coreografia da sogno.  Il miglior inizio per “Una canzone d’amore buttata via”. Con grande generosità.
A pensarci bene, sono 15 anni che Vasco non va in televisione (...è la tv che va da lui…). Non è propriamente il suo mezzo prediletto, per comunicare preferisce i social dove lo seguono in milioni. E i concerti. Il palco, il suo habitat naturale.
Vasco non appare spesso in tv, l’ultima volta nel 2005, al Festival di Sanremo di Bonolis, per chiudere il cerchio iniziato 22 anni prima con “Vita spericolata” e aprirne contemporaneamente un altro, l’era di “Un senso”. Da allora molti cerchi se ne sono chiusi, l’ultimo a Modena Park nel 2017 con la carica mondiale dei 225.000, e molti se ne sono aperti in 40 anni di splendida carriera rock.
Il nuovo parte da “Una canzone d’amore buttata via”. Che apre il 2021 ed è anche il primo inedito dell’album, attualmente in lavorazione, che verrà nel 2021, dopo l’estate. Album molto atteso che arriva a 6 anni +1 dall’ultimo lavoro di studio “Sono Innocente”, 6 volte Platino nel 2014 e a 4 +1 da “Vasco Non Stop” l’antologia 5 volte Platino, nel 2016. Ps:  Due prestigiosi riconoscimenti nell’ultimo mese: Premio Tenco 2020 e Nettuno d’Oro, la massima onorificenza che il Sindaco di Bologna può dare.
(comunicato Universal Music a cura di G.Vitali)
 

Sanremo 2021 ancora con Amadeus e Fiorello

Sanremo 2021

Il 71° Festival si farà dal 2 al marzo

L'edizione 2021 del Festival di Sanremo "è stata differita dal 2 al 6 marzo" per cercare di "realizzarlo nella formula tradizionale". Lo ha detto il direttore di Raiuno Stefano Coletta, rispondendo a una domanda sulle possibili restrizioni legate all'emergenza sanitaria, durante la presentazione dei nuovi palinsesti Rai per la prossima stagione. "Al piano B ci stiamo pensando, ma il piano B non è Sanremo". Intanto è ufficiale: torna la coppia  Amadeus-Fiorello.
"Sanremo 2021 sarà di nuovo affidato al direttore artistico Amadeus, persona misurata, garbata, ma anche grande intrattenitore, che ha fatto un gran lavoro di selezione delle canzoni. Insieme a lui ci sarà il grande Fiorello. Sarà un Sanremo che riaprirà la nostra normalità: viva Sanremo", ha concluso Coletta. 
"Il Festival 2021 non sarà il mio Sanremo bis, ma la prima edizione post-Covid: una vera e propria ripartenza non solo per il mondo della televisione, ma anche della musica che ha tanto risentito in negativo di tutto questo periodo - dice Amadeus - felicissimo dell'incarico di direttore artistico e conduttore della prossima edizione che mi piace chiamare il settantesimo Sanremo più uno". "Dal 19 maggio sto lavorando alla stesura del nuovo regolamento - prosegue - e alla scenografia preparata da Stefano Castelli, con Stefano Vicario alla regia e il direttore della fotografia Mario Catapano".
 
Abbonamento a RSS - 2021