10 Years

campagna

CasAmica Onlus: una famiglia per i malati lontano da casa

Dal 20 maggio al 9 giugno la campagna solidale #comeacasa

Dal 20 maggio al 9 giugno è attiva la campagna sms solidale di CasAmica Onlus, associazione impegnata da oltre 30 anni a offrire accoglienza e supporto ai numerosi “pendolari della salute” - persone malate costrette a sottoporsi a cure lontano da casa - insieme ai loro familiari accompagnatori. Per aiutare CasAmica Onlus a garantire loro, non solo un posto letto, ma anche il calore e il supporto di una famiglia basta un sms o una chiamata da rete fissa al 45588.
In Italia, ogni anno sono circa 400 mila le persone, affette da gravi patologie, che per ricevere le cure necessarie sono costrette a spostarsi lontano dalla propria città; un numero molto importante che ingloba anche tante persone che, a causa di fragilità economiche, oltre alle preoccupazioni per la propria salute devono affrontare le difficoltà logistiche di una sistemazione per sé e per la propria famiglia e che finiscono per essere costrette a dormire in macchina fuori dagli ospedali, tra mille disagi.
«CasAmica da anni cerca di dar loro un aiuto concreto – spiega la Presidente Lucia Cagnacci Vedanigrazie alle proprie case di accoglienza, dove queste persone disorientate e angosciate trovano il conforto e il sostegno dei numerosi volontari e operatori, nel rispetto di uno stile di accoglienza che negli anni si è fatto sempre più attento a creare un ambiente confortevole e familiare. È però fondamentale rafforzare ulteriormente questo servizio per garantire il supporto a un numero sempre maggiore di persone: per questo abbiamo lanciato la campagna #comeacasa».
Attualmente CasAmica gestisce sei strutture di accoglienza distribuite a Milano, Roma e Lecco per un totale di circa 200 posti letto. A Milano, in particolare, sono presenti tre case per gli adulti e una pensata appositamente per i bambini e i loro familiari. La casa di Roma, immersa in un grande spazio verde, accoglie sia adulti che bambini con i loro genitori e la casa di Lecco è nata per accogliere in particolare i malati che devono affrontare una lunga riabilitazione e non hanno una rete di parenti e amici in grado di aiutarli. Le strutture sono aperte 365 giorni l’anno e si trovano nei pressi di importanti centri di eccellenza ospedaliera.
Il periodo medio di permanenza nelle case è di circa 10 giorni e la maggior parte degli ospiti arriva dopo aver affrontato un lungo viaggio: il 73%, infatti, proviene dal Sud Italia e dalle Isole e l’1% viene dall’estero, soprattutto dall’Est Europa.
«Mediamente – sottolinea Lucia Cagnacci Vedani – riusciamo ad assistere circa 5mila persone l’anno ma grazie al sostegno di tutti sarà possibile far crescere questo numero. È moralmente inaccettabile che al dolore di una malattia debbano aggiungersi anche gravi disagi pratici, economici e organizzativi».
Per sostenere la campagna di CasAmica Onlus, dal 20 maggio al 9 giugno è possibile donare tramite numero solidale 45588:
- 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Tiscali
- 5 euro con chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile
- 5 o 10 con chiamata da rete fissa Tim, Wind Tre, Fastweb, Vodafone, Tiscali
 

Soleterre promuove "Grande contro il Cancro"

COMUNICATO STAMPA

Dal 9 al 30 novembre è possibile donare inviando un sms al 45515

Fino al 30 novembre Fondazione SOLETERRE promuove la campagna sociale SMS “GRANDE CONTRO IL CANCRO”, raccolta fondi a sostegno del Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP). È possibile donare attraverso l’invio di un SMS del valore di 2 euro al numero 45515 da cellulari Wind Tre, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce; 5 euro da rete fissa Vodafone, TWT, Convergenze; 10 euro da rete fissa PosteMobile; 5 e 10 euro da rete fissa TIM, Wind Tre, Fastweb.
Curare il cancro costituisce una delle sfide sanitarie più grandi del nostro secolo: se le stime dell’OMS saranno confermate, entro il 2030 verranno diagnosticati 21,4 milioni di tumori, quasi il doppio rispetto a dieci anni fa.
I tumori infantili sono l’1% dei casi totali nei Paesi ad alto/medio reddito, ma ben il 4% in quelli a basso reddito. Ad oggi, infatti, l’80% delle diagnosi di tumore pediatrico riguardano i Paesi più poveri. Un dato piuttosto allarmante se si pensa che in occidente sopravvive al cancro il 75-85% dei bambini, mentre nei Paesi a medio e basso reddito soltanto il 50-20%.
Fondazione Soleterre da 10 anni è impegnata nella cura del cancro pediatrico, che rimane una delle principali cause di morte in età infantile (in Italia rappresenta la prima causa di morte per i minori da 0 -14 anni).
Con l’obiettivo di innalzare i tassi di sopravvivenza nei Paesi in via di sviluppo e garantire cure di qualità in Italia, Soleterre ha sviluppato il Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP), un intervento multidisciplinare con azioni che includono educazione alla salute, diagnosi precoce, sostegno psico-socio-educativo, accoglienza e networking.
Grazie ai fondi raccolti, Soleterre garantisce in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda) diagnosi accurate e tempestive, medicine antitumorali e attrezzature mediche, formazione ai medici e supporto psicologico a favore di oltre 10.000 beneficiari tra bambini malati, familiari e personale sanitario.
 
Abbonamento a RSS - campagna