10 Years

do'storieski

"Tuto a contrari" per la Dichiarazione universale dei diritti umani

È uscito il video del brano dei Do'Storieski vincitore del Premio Amnesty International Italia Emergenti 

È la storia di Mustafà che sente la mancanza del silenzio del deserto e affoga nella birra alla spina la nostalgia. È la storia dei nostri nonni partiti per l’America. È la storia di tutti i migranti che cercano fortuna. È "Tuto a contrari", il brano dei Do’Storieski vincitore del Premio Amnesty International Italia Emergenti al festival "Voci per la Libertà" 2016.
Il video del brano è uscito non a caso sabato 10 dicembre, in occasione dell'anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani. Il video è stato prodotto dall’Associazione Voci per la libertà e Amnesty International, che lo hanno presentato lo scorso sabato a Villa Selmi a Polesella (RO) in una serata intitolata "Happy Birthday D.U.D.U." e dedicata proprio al 68° compleanno della Dichiarazione universale dei diritti umani. Nella serata si sono alternate musica, creatività e buon cibo locale. Il clou è stato il doppio concerto dei Do’Storieski e dei Marmaja, altra band legata a Voci per la libertà – Una Canzone per Amnesty.
I Do’Storieski nascono nel 2011 dalla collaborazione di Leo Miglioranza e Alberto Cendron. Entrambi autori di esperienza, decidono di lavorare assieme e producono tre album: "Ostaria", "Descanto" e "Disintegrati", da cui è tratto il brano "Tuto a contrari".
 

Gran finale per #VxL16

COMUNICATO STAMPA

ATTENZIONE: Pubblicheremo a breve tutte le interviste realizzate nelle tre serate

Bennato ritira il premio. Tra gli emergenti, vincono i Do'Storieski

Ieri, domenica 17 luglio, s'è chiusa con un grandissimo successo la 19ma edizione di Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty, lo storico festival promosso da Amnesty International Italia e dall'Associazione Voci per la Libertà, per la prima volta quest'anno ideato come manifestazione diffusa sul territorio: oltre un mese di eventi, principalmente in provincia di Rovigo, che negli ultimi quattro giorni si sono concentrati a Rosolina Mare con spettacoli musicali e il concorso per assegnare il Premio Amnesty International Italia Emergenti. 
Artisti quali Il geometra MengoniAdolfo DuranteBussolettiPiotta e The Sun hanno attirato in modo trasversale giovanissimi, famiglie e adulti che così hanno potuto essere aggiornati sui temi caldi riguardanti i diritti umani e sulle campagne di Amnesty International attualmente in corso.
Nella giornata di ieri, in particolare, si è tenuta la tradizionale conferenza stampa del Premio Amnesty International Italia Edoardo Bennato, che con la sua Pronti a salpare ha messo a fuoco la questione legata ai migranti. Presenti il direttore artistico di Voci per la Libertà Michele Lionello che ha moderato l'incontro che ha visto tra i relatori, oltre al cantautore napoletano, il vice sindaco di Rosolina Daniele Grossato e il portavoce di Amnesty International Italia Riccardo Noury.
 
Lo spettacolo serale, condotto da Savino Zaba (Raiuno e Radio 2) e Carmen Formenton (Voci per la Libertà), è proseguito con le finali del Premio Amnesty International Italia Emergenti, dedicato agli esordienti: cinque gruppi provenienti da tutta Italia esibitisi con due brani a testa, uno dei quali in concorso. 
Premio Amnesty International Italia Emergenti 2016
Do'storieski con Tuto a contrari
I Do’Storieski sono un duo nato nel 2011 con all’attivo tre album: “Osteria” (2013), “Descanto” (2014) e “Disintegrati” (2015). Il folk d’autore di Alberto Cendron e Leo Miglioranza, fortemente radicato nel Veneto anche per la scelta del dialetto, guarda alla realtà per raccontare le proprie storie in musica, con sagacia e ironia. Il pezzo folk in concorso è antirazzista, incentrato sulla complessa - e a tratti paradossale - situazione dei migranti approdati in una terra promessa e inospitale. 
 
vxlfinale
 
Premio della Critica
Tea With Alice con Colore
canzone che sfrutta l'elettronica per narrare una delle troppe stragi di migranti che tentano la traversata
 
Premio della Giuria Popolare 
(assegnato dal numerosissimo pubblico presente)
Cloud con Cruel Farewell
brano in duo (chitarra acustica e voce femminile) sulle sensazioni, sulle speranze, sulle paure di chi attraversa il mare in cerca di una vita nuova
 
 
Abbonamento a RSS - do'storieski