10 Years

jess glynne

Il ritorno di Jess Glynne

La voce che ha dominato le classifiche di tutto il mondo in radio da oggi con "I'll be there"

Torna con un nuovo singolo Jess Glynne a distanza di 3 anni dallo strepitoso successo ottenuto con l’album d’esordio ‘I Cry When I Laugh’  uscito nel 2015.  ‘I’ll Be There’ è il titolo del nuovo brano, in radio e in vendita in tutti gli store digitali da venerdì 4 maggio, ed è l’inizio di un nuovo capitolo.
Con oltre 2 milioni di copie vendute in tutto il mondo, ‘I Cry When I Laugh’ ha dominato le classifiche diventando uno degli album che ha ridefinito la musica  pop di questa era, grazie alle numerose hit in esso contenute come ‘Hold My Hand’, ‘Take Me Home’ e ‘Don’t Be So Hard On Yourself’.
Anche l’ Italia è stata conquistata dal suo talento tanto che l’album è entrato direttammete nella top 10 degli album più venduti , mentre i suoi singoli hanno  venduto oltre 400.000 copie e hanno raggiunto traguardi importanti: Triplo Disco di Platino per ‘Take Me Home’ Doppio Disco diPlatino per ‘Hold My Hand’, Disco di Platino per ‘Not Letting Go’ e per ‘Don’t Be So hard On Yourself’. Partecipazioni a trasmissioni tv come “X Factor” o “Che tempo che fa” hanno consacrato il suo successo nel nostro Paese.
Dopo aver vinto un Grammy con i Clean Bandit per “Rather be” (Quadruplo Platino) è oggi la voce del successo dei Rudimental ‘These Days’, Disco D’oro per le vendite e tra i brani più suonati dalle radio italiane.
Con questo singolo Jess Glynne è diventata la prima cantante femminile britannica ad avere avuto 6 singoli al numero uno delle chart in UK.
Ma ora la sua attenzione è tutta rivolta alla composizione del secondo album. Il nuovo singolo ha un sapore vagamente gospel e soul e contiene tutti quegli ingredienti che l’hanno resa celebre ed amata da milioni di fan. Il suo sound è più potente che mai!
I temi trattati nelle sue canzoni sono allo stesso tempo personali ed universali, sono quelle cose che tutte le ragazze della sua generazione vorrebbe sentire. Sono tuttte quelle verità che con grande abilità Jess riesce a comunicare: l’amore che può esaltare e distruggere, le aspirazioni ed i sogni infranti che possono rattristare ma che con una risata si dimenticano e si passa oltre.
(comunicato Warner Music a cura di G. Mompellio)
 

Se le ballad tornano di moda

IL COMMENTO

I brani soft vivono un autunno di trionfo

ballads15
Ci sono parecchi singoli che in questo autunno inoltrato possono essere definiti soft o ballad o "lenti". Una simile concentrazione non si verificava da tempo. Anzi, per un periodo il genere sembrava sorpassato. D'accordo, le ballad non sono mai scomparse, e in ogni album se ne può trovare almeno una. Ma in questi giorni assistiamo ad un trionfo delle stesse. Sarà il periodo, sarà l'effetto-Adele che ha rinverdito il genere, sarà la voglia di coccole musicale improvvisamente riemersa. Fatto sta che i brani emotivi, che parlano di sentimenti in maniera soft, sono riemersi e questo autunno, come dicevamo, ne vede una sorta di trionfo.
In primis, ovviamente, Adele con la sua "Hello" (ed in generale con buona parte del suo "25" appena rilasciato). Poi c'è Sam Smith, che si sta rivelando la sua controparte maschile, con la sua "Writing's on the wall". E poi Jack Savoretti e la sua splendida e graffiante "Catapult", Jess Glynne con "Take me home", romantica ed interpretata magistralmente (guardate il video, dove la Glynne è pure molto espressiva), il duo Meghan Trainor & John Legend con "Like I'm gonna lose you"
E in Italia? Abbiamo il nostro Marco Mengoni con "Ti ho voluto bene veramente", Laura Pausini con "Lato destro del cuore" per arrivare a Raf con "Arcobaleni". Insomma, un momento magico per i romanticoni.
 
Abbonamento a RSS - jess glynne