10 Years

oscar

In bocca al lupo, Laura!

Laura Oscar

La Pausini si esibirà a L.A. con «Io sì (Seen)», il brano con cui è candidata alla statuetta per la miglior canzone originale

Laura Pausini si esibirà a Los Angeles durante la cerimonia degli Oscar 2021, cantando «Io sì (Seen)», cioè il brano con cui è candidata alla statuetta per la miglior canzone originale.
I premi Oscar verranno consegnati in quella che in Italia sarà la notte fra il 25 e il 26 Aprile con una cerimonia in presenza, ma ridisegnata in base alle restrizioni dovute alla pandemia.
Laura Pausini è candidata al premio Oscar per il brano «Io sì (Seen)» scritto con Diane Warren e Niccolò Agliardi che fa parte della colonna sonora del film «La vita davanti a sé» di Edoardo Ponti con protagonista Sophia Loren.
La cantante è già stata premiata con un Golden Globe per la canzone, prima volta che un brano interamente in italiano ha ricevuto un riconoscimento del genere. L'esibizione degli Oscar si terrà alla Dolby Family Terrace dell'Academy Museum of Motion Pictures in Los Angeles.
I remixes sono stati realizzati da Dave Audè, produttore discografico Statunitense, DJ di musica house e remixer. 
Ha collaborato per artisti quali U2, Korn, Coldplay, will.i.am, One Direction, Katy Perry, Rihanna, Sting, Lady Gaga, Madonna, Britney Spears, Jennifer LOpez, Beyoncè e molti altri. 
 
Domenica 25 aprlle le radio faranno un "In bocca al lupo a Laura" suonando il singolo nella versione originale o nelle versioni remixes.
 

Oscar, vincitore con errore

Gaffe clamorosa all'annuncio del Miglior Film

(Adnkronos) - Sarà ricordata, questa edizione degli Oscar. Quando arriva il momento di annunciare il premio più atteso, quello del Miglior Film, onore spettante a Warren Beatty e Faye Dunaway, viene dichiarato vincitore 'La La Land'. E mentre già il produttore del musical Jordan Horowitz parlava ringraziando sul palco del Dolby Theatre, è stato scoperto l'errore (provocato da una busta sbagliata). Imbarazzante rettifica: il vero vincitore è 'Moonlight', il film 'black' di Berry Jenkins.
Il musical di Damien Chazelle non è da record ma è comunque il più premiato di questa edizione, con Emma Stone come Miglior attrice protagonista, Miglior Regia per Damien Chazelle, Miglior canzone per 'City of Stars', Miglior colonna sonora per Justin Hurwitz, Miglior fotografia a Linus Sandgren e Miglior scenografia per Sandy Reynolds-Wasco e David Wasco.
'Fuocoammare' di Gianfranco Rosi, candidato all'Oscar come Miglior documentario, non ce l'ha fatta. Ma l'Italia è riuscita a portare a casa con Alessandro Bertolazzi, Giorgio Gregorini e Christopher Nelson la statuetta per il Miglior Make-up and Hairstyling per il lavoro fatto nel film 'Suicide Squad', scritto e diretto da David Ayer.
Asghar Farhadi ha vinto l'Oscar per il Miglior Film straniero con il suo 'Il cliente'. Farhadi non è andato alla cerimonia degli Oscar a ritirare il premio, scegliendo di boicottare l'evento dopo l'adozione del provvedimento che vietava l'ingresso negli Stati Uniti ai cittadini di sette paesi a maggioranza islamica.
(fonte: Adnkronos)
 

Oscar, candidature via web

Le nomination saranno rese pubbliche via streaming

(Ansa) - Una piccola rivoluzione è stata annunciata venerdì a Los Angeles nel modo di rendere pubbliche le candidature agli Oscar 2017. L'Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha fatto sapere infatti che da quest'anno le nomination non verranno più annunciate al pubblico di giornalisti e addetti ai lavori dal teatro della sede dell'Academy, a Beverly Hills, ma verranno rese pubbliche via streaming. Immediatamente dopo l'annuncio l'elenco dei candidati ai 24 premi sarà consultabile sui siti Oscar.com e Oscars.org.
Le nomination verranno rese pubbliche il 24 gennaio, come sempre all'alba (alle 5.18 ora di Los Angeles, le 14.18 in Italia) e sostanzialmente poco cambierà, se non la mancanza di quel ristretto pubblico di giornalisti, agenti e pubblicisti ad applaudire e esultare per la candidatura del film al quale si è lavorato. L'Academy non ha fatto conoscere le ragioni di questa modifica della procedura e varie ipotesi sono state fatte dagli addetti ai lavori.
(fonte: Ansa)
 

Oscar: DiCaprio e Morricone conquistano la statuetta

Per l'attore finisce la serie di delusioni. Premiato il grande maestro italiano

'Spotlight' è il Miglior film degli 88esimi Academy Awards. Ma in questa edizione degli Oscar vincono soprattutto Leonardo DiCaprio ed Ennio Morricone, che la spuntano rispettivamente quale Migliore attore per 'The Revenant' e Migliore compositore per 'The Hateful Eight'.
Dopo varie nomination andate in buca negli anni scorsi finalmente per Leonardo DiCaprio è arrivata la statuetta, agognata da lui ma soprattutto dai fans che in tutto il mondo.
Uno degli attori di maggior talento della sua generazione - ha compiuto 41 anni a novembre - star per popolarità e stile di vita (ha sposato la causa green prima che andasse veramente di moda), interprete feticcio di registi come Martin Scorsese, protagonista in tanti film importanti, Leo aveva mancato finora la vittoria dell'Oscar nonostante quattro nomination collezionate in precedenza.
 "Ho dedicato l'Oscar a mia moglie Maria perché ha avuto molta pazienza a sopportare la mia assenza", dice il maestro di capolavori come C'era una volta il west. Ennio Morricone ha dedicato una vita alla musica e al cinema, e questa dedizione ha comportato qualche rinuncia a livello personale.
Nel 2007 è arrivato il premio alla carriera e ora finalmente l'Oscar per un film
Migliore attore non protagonista Mark Rylance per 'Il ponte delle spie' di Spielberg; sul versante femminile, Brie Larson Migliore attrice protagonista per 'Room', Alicia Vikander non protagonista per 'The Danish Girl'.
Abbonamento a RSS - oscar