10 Years

roberta finocchiaro

File.41: Roberta Finocchiaro - intervista

Roberta Finocchiaro Future

“Save Lives with the Rhythm” è anticipato dal singolo "Future"

Torna a trovarci la cantautrice e chitarrista siciliana Roberta Finocchiaro per presentare "Future", brano che anticipa l’uscita del suo nuovo album di inediti “Save Lives with the Rhythm”, disponibile in digitale da venerdì 5 giugno.
«“Future” esprime la voglia di andare avanti nonostante le difficoltà della vita, combattere le proprie paure e provare ad iniziare un cambiamento partendo da noi stessi, cercando di migliorarsi – racconta Roberta – Smettere di pensare troppo e agire di più cercando di essere quello che vogliamo davvero diventare nella nostra vita. Una visone del futuro realista ma alla fine positiva, aspettarsi di tutto, momenti duri e momenti stupendi, con la consapevolezza di non volersi arrendere mai. A volte siamo molto delusi da come vanno le cose e abbiamo il timore di perderci nelle nebbie della depressione ma ciò nonostante credo che il miracolo della vita sia sempre un’esperienza meravigliosa da vivere».
“Save Lives with the Rhythm” è un disco dal sapore internazionale che vanta l’apporto di importanti musicisti “d’oltre oceano” e la produzione di uno dei grandi della musica internazionale, Steve Jordan, noto soprattutto come batterista dei “The Blues Brothers” e del “John Mayer Trio”, oltre che come autore e co-produttore del progetto “Keith Richards and the X-pensive Winos” e turnista insieme ad Eric Clapton. 
Roberta, in questi giorni di lockdown, ha costantemente coltivato e condiviso la sua passione per la chitarra intrattenendo il suo pubblico con “acoustic live” e duetti virtuali a distanza insieme ad altri amici musicisti. Inoltre, nell’arco di questo periodo, la cantautrice catanese si è anche aggiudicata la vittoria del contest lanciato sui suoi social da Alex Britti, in qualità di artista più completa, sia per la voce sia per le composizioni inedite, vincendo la possibilità di potersi esibire sul palco in duetto con Alex Britti, quando si potrà tornare nuovamente a suonare live. 
L'intervista con Roberta Finocchiaro andrà in onda:
Venerdì 5 giugno alle 16:35 e martedì 9 giugno alle 10:10.
 

File.41: Roberta Finocchiaro - intervista

Da "Something True", ascolteremo assieme a lei "Be Myself"

Torna con noi la cantautrice catanese Roberta Finocchiaro per presentarci "Be Myself", secondo singolo tratto da “Something True”, il nuovo album di inediti, interamente registrato a Memphis (Tennessee).
«Be Myself è stata la prima canzone scritta per questo album – racconta Roberta –nata con la chitarra acustica e al pianoforte con mio padre. Il messaggio del pezzo è di pensare più spesso a quello che abbiamo di buono nella nostra vita e non dare nulla per scontato, in particolare nei rapporti. Be Myself è una dichiarazione di sincerità. Non puoi amare nessuno, non puoi amare qualcosa, non puoi amare niente se prima non ami te stesso».
“Something True” è stato registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis  ed è prodotto da David LaBruyere e Stephen Chopek, rispettivamente bassista e batterista che hanno accompagnato in tour e negli studi di registrazione John Mayer, e da Simona Virlinzi della Tillie Records.
Il sound che troviamo nell’album è diviso tra il folk pop di Nashville e il Funk Soul di Memphis, entrambi suoni che arrivano da ispirazioni anni 70.
Ascolteremo "Be Myself" con Roberta Finocchiaro durante l'intervista che andrà in onda:
Lunedì 6 maggio alle 16:35 e giovedì 9 maggio alle 10:10.
 

File.41: Roberta Finocchiaro - intervista

"Leaf in a Hurricane" è un singolo dal respiro internazionale

Roberta Finocchiaro è una chitarrista e cantautrice catanese. Fin da piccola coltiva la passione per la musica e a dieci anni inizia a suonare la chitarra e a scrivere le prime canzoni e in seguito impara a suonare anche il pianoforte.
"Leaf in a Hurricane è il suo nuovo singolo, tratta dal nuovo album di inediti “Something True” (Tillie Records/Believe Digital).
“Leaf in a Hurricane” è stato registrato negli studi della storica famiglia di Sam Phillips a Memphis (Tennessee), così come l’intero album di inediti da cui il brano è estratto.  Prodotto da David LaBruyere Stephen Chopek, rispettivamente bassista e batterista che hanno accompagnato in tour e negli studi di registrazioneJohn Mayer, e da Simona Virlinzi della Tillie Records, il brano è una ballad che si costruisce sulla chitarra acustica di Roberta, accompagnata dal banjo e dal dobro di Russ Pahl e dagli archi di Jana Misener e Krista Wroten.
«Leaf In a Hurricane è stato scritto dopo un viaggio in Irlanda – racconta Roberta – e racchiude le sensazioni di una musicista che suona viaggiando. Racconta le ansie, la distanza da casa ma anche la bellezza di sentirsi una foglia in un uragano, ritrovarsi in posti nuovi, innamorarsi e condividere la propria musica».
Abbiamo ascoltato il brano con Roberta in un'intervista che andrà in onda:
Martedì 19 febbraio alle 16:35 e venerdì 22 febbraio alle 10:10.
 
Abbonamento a RSS - roberta finocchiaro