10 Years

siae

U2, si indaga sul secondary ticketing

Ricorso d'urgenza della SIAE dopo le vendite anomale

Si chiama "secondary ticketing" e si tratta di una presunta anomalia sulla rivendita dei biglietti dei concerti che, dopo i Coldplay, si si sta riproponendo anche per l'evento degli U2: oltre cinquantamila biglietti venduti in poco più di due ore, con molti fan rimasti a bocca asciutta. 
SIAE ha comunicato di aver presentato un ricorso d'urgenza al Tribunale Civile di Roma ''per tutelare sia i diritti dei propri associati che i consumatori che si ritrovano a pagare anche fino a 10 volte in più i ticket di ingresso sul mercato parallelo''
"Dopo aver visto che alcuni siti ieri, dopo 25 minuti dall'apertura della vendita dei biglietti sui canali ufficiali, hanno messo in vendita sul mercato secondario i biglietti a prezzi notevolmente maggiorati per il concerto del 15 di luglio, abbiamo deciso di agire immediatamente - commenta Gaetano Blandini direttore generale di SIAE. - Anche in questo caso abbiamo ottenuto l'adesione di Federconsumatori, con cui SIAE ha siglato un protocollo d'intesa due anni fa, per intraprendere insieme tutte le azioni legali e mediatiche a tutela dei diritti dei consumatori".
Con il secondary ticketing si è diffuso un mercato di parallelo a quello autorizzato, attivo online, che offre biglietti di spettacoli musicali e non (anche sportivi, ad esempio) a prezzi assurdamente maggiorati rispetto al costo sui canali ufficiali. In pratica è l’evoluzione dei bagarini che dalle curve dello stadio sono passati dietro la tastiera organizzandosi in società per rischiare ancora meno di prima, anche perché il bagarinaggio in Italia non è considerato un reato.
Nel frattempo, Live Nation ha ufficializzato la seconda data del U2: The Joshua Tree Tour 2017,  il tour che celebra il 30° anniversario dell’omonimo quinto album della band. Sarà il il 16 luglio.
 
Abbonamento a RSS - siae