10 Years

elezioni

Risultati Regionali 2015

Risultati definitivi (fonte: Ministero degli Interni)

LIGURIA
Affluenza: 50,67%
TOTI (34,4%)
Centrodestra
PAITA (27,8%)
Centrosinistra
VENETO
Affluenza: 57,15%
ZAIA (50,1%)
Centrodestra
MORETTI (22,8%)
Centrosinistra
CAMPANIA
Affluenza: 51,93%
DE LUCA (41,1%)
Centrosinistra
CALDORO (38,4%)
Centrodestra
PUGLIA
Affluenza: 51,15%
EMILIANO (47,1%)
Centrosinistra
LARICCHIA (18,4%)
Mov. 5 Stelle
TOSCANA
Affluenza: 48,28%
ROSSI (48,0%)
Centrosinistra
BORGHI (20,0%)
Lega - Fdi
MARCHE
Affluenza: 49,78%
CERISCIOLI (41,1%)
Centrosinistra
MAGGI (21,8%)
Mov. 5 Stelle
UMBRIA
Affluenza: 55,42%
MARINI (42,8%)
Centrosinistra
RICCI (39,3%)
Centrodestra
 

 

Questa povera Italia ingovernabile

IL COMMENTO

Dalle urne non esce una maggioranza in grado di governare. Scenario confuso

Ingovernabilità e conseguente instabilità dei mercati a livello europeo. I sorprendenti risultati delle elezioni italiane sono stati un'autentica bomba, i cui effetti sono ancora da definire. Permetteteci piccole e brevi riflessioni su quanto è accaduto. Non ipotizzeremo gli scenari, ma vogliamo elencare i principali fattori che hanno causato il fallimento del centrosinistra, la rimonta clamorosa del centrodestra e la stupefacente affermazione del Movimento 5 Stelle. Il tutto, portando di fatto il Senato allo stallo. Di seguito tre punti da considerare.
 

L'elezione delle incognite

IL COMMENTO

Domenica 24 e Lunedì 25 si vota. Esito difficilmente prevedibile

Siamo arrivati al momento tanto atteso. Con la chiusura della campagna elettorale di oggi, gli italiani sono teoricamente pronti ad andare alle urne per scegliere da chi farsi governare per i prossimi cinque anni. Mai come questa volta, la situazione appare caotica e incerta. Chi pensava di avere la vittoria in tasca, ora ha molti elementi per dubitarne. Chi veniva dato per scomparso, è riuscito per l'ennesima volta in una rimonta quasi incredibile. Inoltre, la più grande sorpresa di queste elezioni potrebbe essere quel Movimento 5 Stelle che riempie le piazze, snobbando il mezzo utilizzato dagli altri, la televisione.

Feste finite, problemi infiniti

IL COMMENTO
Con l'inevitabile malinconia, l'Epifania chiude questa parentesi di feste. Milioni di alberi, presepi e addobbi vari tornano nei ripostigli, nelle soffitte o nelle cantine. La grafica stessa del nostro sito torna classica, in attesa del cambio di look previsto per la fine dell'inverno. Da domani, con la ripresa delle scuole e il ritorno degli ultimi vacanzieri, la vita tornerà alla normalità. Ma è proprio in questa normalità che ciascuno di noi si troverà di fronte i problemi di sempre, quelli che ormai segnano la vita di questo Paese stremato.

Veltroni: non mi ricandiderò

IL COMMENTO

Durante il programma di Fazio, l'ex-sindaco annuncia di non ripresentarsi alle prossime politiche

In un paese normale, come di solito amiamo definire quel luogo ipotetico dove tutto funziona a meraviglia, l'annuncio fatto ieri da Walter Veltroni durante "Che tempo che fa" non meriterebbe di finire in prima pagina. Il ritiro dalla vita politica dovrebbe essere un fatto naturale, dettato dall'opportunità, dal normale ricambio generazionale, dall'anagrafe.

Pagine

Abbonamento a RSS - elezioni