10 Years

File.41: Celeste Caramanna - intervista

Celeste Caramanna

Una preghiera per l’anima composta sulle orme del grande Marvin Gaye

Celeste Caramanna è una giovane cantante italiana trasferitasi a Londra. 
«“Let me Pray” nasce canticchiando una melodia di notte, non riuscivo a fermarmi, mi é piaciuta talmente tanto che non volevo dimenticarla… La mattina seguente ho iniziato a scrivere qualcosa e in quello stesso giorno, giocando tra una melodia e l’altra, seduti nel salotto di casa a Londra con la chitarra in mano, immediatamente mi hanno detto: “Questo é Marvin Gaye”» - racconta.
È dal soul e dall’R&B che arriva la vibrazione che ha portato alla nascita di “Let me Pray”, con una melodia nata per caso, la black music nel ritmo, il falsetto nella scelta canora, sulle tracce di un suono che è parte di un mondo musicale aperto alla contaminazione. A valorizzare il tutto, è stata poi la visione d’insieme di Celeste e dei musicisti Anselmo Netto e Giuliano Castagna, oltre all’arrangiamento del maestro Tony Brundo che ha modernizzato il pezzo.
Il brano è estratto da “Antropofagico III”, Ep prodotto artisticamente da Tony Brundo, terzo capitolo del trittico “Antropofagico”, progetto musicale che comprende tre Ep (costituti da 4 brani ciascuno tranne “Antropofagico III” fatto di 5). I diversi tasselli presentano mondi sonori differenti: il primo (uscito a giugno 2019) ha una matrice brasiliana, il secondo (settembre 2019) ha influenze funk, soul e pop. Il terzo e ultimo, fuori dal 23 ottobre 2020, raccoglie tutte le influenze e gli stili che affascinano l’artista, rimescolati secondo la sua arte e la sua personalità.
La nostra intervista andrà in onda:
Martedì 29 giugno alle 16:35 e venerdì 2 luglio alle 10:10.
 

File.41: Little Dario - intervista

Collettivo Mario Rossi

Il brano "Che cosa c'è" fa parte del progetto "Collettivo Mario Rossi". Ne parliamo con Francesco Ottani

Andrea Mingardi, Danilo Sacco e tanti altri grandi cantanti e musicisti, si mettono a disposizione del Collettivo Mario Rossi per parlare dei disagi del nostro tempo in un disco uscito l’11 giugno in tutti i digital store (distribuzione Believe), con l’intro a cura dello showman Andrea Barbi.
Il Collettivo Mario Rossi è nato da un’idea e dal sostegno di Alessandro Simonazzi, con l’intento di riunire più persone possibili in un’associazione culturale, nel tentativo di riuscire (con il veicolo della musica) a cambiare qualcosa a beneficio delle nuove generazioni.
L’idea è quella di mettere a disposizione un gruppo sempre più vasto di artisti per costruire su misura una canzone ad ogni associazione di categoria che lo richieda, che voglia esprimere i propri concetti senza censure e vincoli, oltre che proporre qualche soluzione.
Coinvolti nel progetto undici artisti di generi e percorsi musicali diversi, dal cantautorato al rap, per abbracciare ogni forma di comunicazione attraverso la musica:
Tra loro ci sono i Little Dario, che ci faranno ascoltare "Che cosa c'è (feat. Luca Anceschi)".
Abbiamo incontra Francesco Ottani, voce dei Little Dario. La nostra intervista andrà in onda:
Lunedì 28 giugno alle 16:35 e giovedì 1 luglio alle 10:10.
 

Emma: fuori oggi "Best of ME"

Emma - Best of ME

21 canzoni tra le più significative del suo repertorio riproposte in una veste inedita

Da oggi, venerdì 25 giugno, è disponibile in digitale, in formato CD e VINILE, “Best of ME”, il nuovo progetto discografico di EMMA che comprende 21 tra le canzoni più significative ed importanti del suo repertorio musicale, riarrangiate e prodotte per l’occasione da Katoo & Deepa con la supervisione artistica di Dario Faini.
“Best of ME” (etichetta Polydor/Universal Music), è stato anticipato in radio dal nuovo singolo “CHE SOGNO INCREDIBILE” , di Emma insieme a Loredana Bertè, il cui video è visibile al seguente link videoDal video del brano, girato dai bendo, emerge ancora più forte il legame tra le due artiste, la loro amicizia, unicità e la loro grande potenza espressiva.
I brani di “Best of ME” vanno a comporre la scaletta del tour “FORTUNA LIVE 2021”, che questa sera farà tappa al Carroponte di Sesto San Giovanni (Via Luigi Granelli, 1 – Sesto San Giovanni - Milano) per il terzo e ultimo appuntamento live a Milano.
Opening del terzo ed ultimo appuntamento milanese: BLIND, MYDRAMA e CMQMARTINA.
Con “FORTUNA LIVE 2021” Emma incontra e festeggia insieme al pubblico il traguardo dei 10 di carriera, raggiunto lo scorso anno.
Durante lo show, infatti, accompagna i suoi fan in un vero e proprio viaggio musicale, in cui in ordine cronologico presenta i brani che in questi 10 anni di carriera sono diventati colonna sonora del suo repertorio: dalle ballad come “Amami” e “Mi parli piano, alle più energiche La mia città e “Cercavo Amore”, passando per emozionanti medley, fino ad arrivare ai più recenti successi dell’ultimo disco di inediti Fortuna” tra cui Io sono bella”, “Latina” e la title track “Fortuna”.
Sul palco con Emma, i musicisti Lucio Enrico Fasino (basso), Federica Ferracuti (tastiere e synt chitarre), Dj Zak (deejay), Raffaele RUFIO Littorio (chitarre) e Jacopo Volpe (batteria) e durante il tour indossa in esclusiva capi e accessori GUCCI dalle ultime collezioni ideate dal Direttore Creativo Alessandro Michele.                                                                   
Dal 15 giugno è disponibile in esclusiva e gratuitamente in streaming sulla piattaforma ITsART“BEST OF EMMA at ARENA DI VERONA”, il meglio del grande show realizzato il 6 giugno all’ARENA DI VERONA. Per poter vedere lo show sulla piattaforma ITsART, il sipario digitale per teatro, musica, cinema, danza e ogni forma d'arte, live e on-demand, con contenuti disponibili in Italia, Gran Bretagna e già dai prossimi mesi anche negli altri paesi Europei, gli utenti dovranno registrarsi gratuitamente al sithttps://www.itsart.tv/it/. Il concerto sarà fruibile da Italia e UK. “Best of Me at Arena di Verona” per ITsART è prodotto da Friends & PartnersFenix Entertainment S.p.A, Polydor e Emma Brown srl.
(comunicato Parole & Dintorni a cura di T. Lo Faro - cover: foto di Chiara Mirelli)
 

File.41: Yarko - intervista

Yarko

"Tempo perso" è il nuovo singolo assieme a Juanito Vibez

Tempo perso” è il nuovo singolo del rapper triestino Yarko feat Juanito Vibez per Noise Symphony/Indieffusione (distribuzione Pirames International).
Il brano, aperto dal pianoforte e accompagnato da un beat prepotente in sottofondo da pompare in macchina ad alto volume sottolinea uno stile più riflessivo e consapevole nella scrittura di Yarko che incrocia il flow del trapper colombiano Juanito Vibez, amico e collega di rime.
La collaborazione tra i due artisti nasce spontanea e deriva dalla loro amicizia. Entrambi hanno qualcosa da dire e da esprimere veicolando un contenuto che gli ascoltatori possano percepire e assimilare nel corso del tempo, ascolto dopo ascolto, attribuendo un significato soggettivo, che può cambiare da persona a persona.
“Tempo perso” nasce da un confronto di pensieri interiori, miscelati l'uno con l'altro e fatti combaciare in sintonia in un messaggio chiaro e semplice.
“Ciò che voglio portare alla luce sono emozioni, stati d'animo e pensieri, più vicini possibile a quelli dell'ascoltatore” - Racconta Yarko- “La frustrazione e il rammarico del tempo perso, per l'appunto, dietro alle persone, o ad alcune situazioni in particolare.”
La nostra intervista con Yarko andrà in onda:
Venerdì 25 giugno alle 16:35 e martedì 29 giugno alle 10:10.
 

VxL 2021: al via la nuova edizione

VxL 2021

I Negramaro, il contest per emergenti e molto altro, dal 17 al 25 luglio

Dai Negramaro al contest per artisti emergenti, dai 60 anni di Amnesty International all’appello per la liberazione di Patrick Zaki. Sarà come sempre ampia la proposta di “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, il festival che unisce musica e diritti umani e quest’anno toccherà per quattro giorni la provincia di Rovigo: il 17 luglio ad Adria, dal 23 al 25 luglio 2021 a Rosolina Mare.
Il programma di questa 24a edizione vedrà numerosi ospiti oltre ai Negramaro, presenti in quanto vincitori del Premio Amnesty International Italia nella sezione Big. Ci saranno infatti Yo Yo Mundi, H.E.R., Vallanzaska, Giulio Wilson, il progetto Jonathan Livingston, Francesca Incudine e Agnese Valle. Non mancheranno poi le finali della sezione Emergenti del Premio Amnesty, in cui si confronteranno: Aftersat, Blindur, Donix, Innocente, Olivia XX, Ozora, Picciotto e Miriam Ricordi. A completare il programma, gli aperitivi tra musica e parole e due mostre sui diritti umani.
Media partner ufficiale sarà Rai Radio1, una delle più seguite radio italiane, mentre a condurre le tre serate saranno gli storici presentatori Savino Zaba e Carmen Formenton.
I due fili conduttori del festival saranno i 60 anni di Amnesty International e l’appello per la liberazione dello studente egiziano Patrick Zaki. L’organizzazione per i diritti umani nasce infatti il 28 maggio 1961 e da allora ha moltiplicato le battaglie contro la tortura e la pena di morte e per i diritti sociali ed economici di tutte le persone. Fra le campagne più rilevanti c’è quella per la scarcerazione dei “prigionieri di coscienza”, come lo studente egiziano dell’Università di Bologna Patrick Zaki. Dal 1961 ad oggi, sono oltre 50.000 i “prigionieri di coscienza” che Amnesty International ha contribuito a liberare.
Le due mostre che accompagneranno il festival saranno: "60 volti per 60 anni", una raccolta di ritratti, uno per ogni anno, dalla fondazione del movimento a oggi, realizzata appositamente da Gianluca Costantini. L’altra mostra sarà “Free Patrick Zaki: prisoner of conscience", con i poster vincitori all’edizione speciale del concorso internazionale di comunicazione sociale “Poster For Tomorrow”. Voci per la Libertà 2021 sostiene il progetto “Stand Un for Victims” promosso dall’ONG COSPE e da Amnesty Italia in sostegno delle vittime dei crimini d’odio.
Il calendario di “Voci per la libertà” 2021 prenderà il via con un’anteprima sabato 17 luglio ad Adria in Piazza Cavour, alle 21.30. A salire sul palco saranno i Vallanzaska, band pioniera dello ska-punk in Italia che festeggia il trentennale, e Giulio Wilson, vincitore del premio della critica a Voci per la libertà nel 2019, da poco uscito con il suo nuovo album “Storie vere tra alberi e gatti”. Alle 18.30 ai Giardini Zen, in collaborazione con l'Associazione REM, si presenteranno due libri: “Ma quale vacanza d'Egitto?! Arresto accidentale di un cantante” con l’autore Davide Romagnoni (cantante dei Vallanzaska) e “Perché abolire il carcere. Le ragioni di «No Prison»” con l’autore Livio Ferrari.
Da venerdì 23 luglio a domenica 25 luglio dalle 21.00 sarà l’arena spettacoli di Piazzale Europa a Rosolina Mare a ospitare le semifinali e la finale del Premio Amnesty Emergenti insieme a importanti ospiti. Nella prima serata ci sarà H.E.R., artista poliedrica, violinista, compositrice, attrice, performer, che l’anno scorso è stata la vincitrice assoluta del Premio. Nella prima semifinale di quest’anno si affronteranno: Blindur da Napoli con il brano “3000x”; Olivia xx da Viterbo con “Solo una figlia”; Miriam Ricordi da Pescara con “Siamo sordi davvero”; Picciotto da Palermo con “Bimbi”. Ad aprire la serata gli studenti dell’IIS Primo Levi di Badia Polesine che presenteranno il brano inedito “Tutta questa libertà”, legato al progetto “Jonathan Livingston”.
Sabato 24 luglio sarà la volta di un nome storico della musica italiana come gli Yo Yo Mundi, da poco usciti con un nuovo album, “La rivoluzione del battito di ciglia” ed in nomination quest’anno per il Premio Amnesty Big con il brano “Il silenzio che si sente”. Nella semifinale del contest saranno in gara: Aftersat da Napoli con il brano “Sanpapiè”; Donix da Napoli con “Siriana”; Innocente da Lecce con “Tempo binario”; Ozora da Torino con “Vista mare”. In apertura la cantautrice Francesca Incudine, vincitrice della Targa Tenco nel 2018 come miglior album in dialetto, che presenterà il brano “Zinda”, dedicato a Sabeen Mahmud, giovane attivista per i diritti umani assassinata in Pakistan.
Gran finale poi domenica 25 luglio con l’assegnazione del Premio Amnesty International Italia nella sezione Big ai Negramaro per la miglior canzone sui diritti umani, “Dalle mie parti”, contenuta nel loro ultimo album di grande successo e certificato Disco D’oro “Contatto” (Sugar). Alle 18.30, nel Centro congressi di Rosolina Mare, Giuliano Sangiorgi e il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury, incontreranno pubblico e giornalisti. In serata, prima della consegna del premio e dell’esibizione dei Negramaro, ci sarà la finale del Premio Amnesty Emergenti con i cinque migliori artisti delle due semifinali. In apertura si esibirà la cantautrice Agnese Valle, vincitrice l’anno scorso del Premio della Critica e da poco uscita con l’album “Ristrutturazioni” che sta portando in tournée in tutta Italia.
 

File.41: Flac - intervista

Flac

Una riflessione nostalgica al centro del nuovo singolo della band palermitana

"Mille parole” è il nuovo singolo dei palermitani Flac. Il brano è caratterizzato dall’inconfondibile stile della band: il calore della voce di Ross Maya articola un testo autentico volteggiando su un arrangiamento dalle armonie sognanti.
I Flac preferiscono concentrarsi sulle emozioni personali piuttosto che inseguire un’etichetta di genere. “Mille Parole” parla di sentimenti spezzati e di esperienze vissute con grande intimità emotiva. Il testo dimostra come anche dalla malinconia legata ad un ricordo si possano ottenere spunti di riflessione ed un senso di pace. La composizione è accompagnata da un originalissimo videoclip animato, realizzato da Daniele Vitellaro. “Dietro uno scambio di sguardi si celano mille parole“.
I Flac sono siciliani e nel 2013 hanno prodotto il loro primo album omonimo da cui sono stati estratti quattro singoli. Nel 2015 hanno pubblicato un EP (Killer) e nel 2017 è uscito il loro secondo disco San Lorenzo. Negli anni hanno collaborato con tantissimi musicisti tra cui Jacopo Volpe, Federico Nardelli, Fabio Rizzo, Vincenzo Mario Cristi, e altri. Durante la loro carriera hanno vinto due concorsi nazionali (Feltrinelli e SoundTRU nel 2014) e hanno all’attivo centinaia di concerti tra Italia, Francia e Svizzera. Nel 2020 sono usciti i singoli “Festa” e “Semplice” che fanno parte della raccolta di singoli che comporrà l’album di prossima uscita. Nel 2021 viene pubblicato “Mille Parole” con un videoclip animato realizzato da D. Vitellaro.
Abbiamo incontrato Ross Maya, la voce dei Flac, per un'intervista che andà in onda:
Martedì 22 giugno alle 16:35 e venerdì 25 giugno alle 10:10.
 

File.41: Majello - intervista

Majello - Tic Tac

Il nuovo singolo del cantautore è "Tic Tac"

Un atteso ritorno quello di Majello. Sonorità pop per il nuovo singolo "Tic Tac" in radio e nei digital store.
“A volte le storie d’amore si consumano come fossero caramelle – racconta Majello - Quando finiscono ne vuoi ancora altre, poi altre e altre ancora. È una dipendenza. In questo caso mi piaceva giocare su “tic tac”, che se da un lato richiama appunto il famoso pacchetto di caramelle, da un lato fa riferimento al tempo che passa inevitabile. Insomma, l’amore - come i tic tac – a volte finisce e nemmeno te ne accorgi, ma in fondo ti rimane comunque il sapore di qualcosa di buono, sempre.”
Antonio (Tony) Maiello in arte Majello nasce a Castellamare di Stabia in provincia di Napoli il 15 Marzo 1989.
Nel 2008 partecipa alla prima edizione di X Factor e arriva fino in finale. Nel 2010 partecipa a Sanremo Giovani trionfando nella categoria “Nuove proposte” con il brano “Il linguaggio della resa” scritto dallo stesso Tony. Oltre al singolo del brano sanremese, viene pubblicato anche l’ omonimo album.
Nella sua carriera, ha scritto canzoni per diversi artisti, tra cui Laura Pausini, Giorgia, Francesco Renga, Marco Mengoni, Alessandra Amoroso, Annalisa, Benji & Fed e Il Volo.
Majello è nostro gradissimo ospite è Majello per un'intervista che andrà in onda:
Lunedì 21 giugno alle 16:35 e giovedì 24 giugno alle 10:10. Stay tuned!
 

Michele Bravi da venerdì in radio con "Falene"

Michele Bravi & Sophie And The Giants - Falene

Con il featuring di Sophie & The Giants, regina delle classifiche radio con "Hypnotized" e "Right Now"

Disponibile in tutte le piattaforme digitali ed in rotazione radiofonica da venerdì 18/06 “FALENE”, il nuovo singolo di MICHELE BRAVI e SOPHIE AND THE GIANTS, l’artista internazionale di origine britannica in testa alle classifiche radiofoniche italiane.
“Condividere con Sophie lo spazio di una canzone è un grande onore. È stata tanto generosa a incontrarsi con me attraverso lingue diverse in un’unica storia musicale. Trovo nel suo talento una luce fortissima e una grande ispirazione. La sua musica è genuina e urgente e poter scriverne insieme è un bellissimo privilegio.”
In “FALENE”, il racconto si costruisce a partire da un ritmo serrato, quasi ipnotico. Le sonorità trasportano l’ascoltatore in mondo lontano, in una giungla esotica, dove si viene accolti dalle voci di MICHELE BRAVI e di SOPHIE AND THE GIANTS, artista multiplatino che per la prima volta canta in italiano: “sono emozionata all’idea che le persone ascoltino questo brano! È stato molto divertente collaborare con Michele Bravi, che reputo un artista di grande talento. Ho dovuto imparare anche l’Italiano ed è una cosa che ho sempre sognato (ora divenuto finalmente realtà!). Falene è un brano bellissimo, pieno di significato specialmente per i tempi in cui viviamo oggi. Spero che le persone avranno modo di rispecchiarsi nel testo e spero si divertiranno e balleranno ascoltandolo, esattamente come faccio io ogni volta che sento questa canzone!”.
MICHELE BRAVI e SOPHIE AND THE GIANTS, reduce dall'inarrestabile successo del 2020, con “FALENE” regalano all’estate 2021 un brano super cool dal respiro internazionale dove i suoni dance incontrano melodie più pop.
“La canzone è il racconto ritmico di un ronzio intorno a una lampadina tra ombra e spigoli illuminati. La ricerca sul suono alla base del progetto musicale cerca di indagare la tribalità di questo misterioso animale notturno, reinterpretando creativamente tutta la sua forza evocativa.” – Michele Bravi.
È un invito intrigante ad inseguire la vita, le emozioni, a lasciare dietro di sé ciò che si vuole dimenticare, per andare alla scoperta di nuove esperienze, città, senza avere alcun timore di perdersi perché la ricerca di se stessi e dell’altro può essere essa stessa una fantastica avventura. Non importa il luogo e non importa come, ciò che conta davvero è non smettere mai di ballare, avvolti dalle ombre, come le falene di notte.
“FALENE”, scritto da Michele Bravi, Federica Abbate, Davide Petrella, Mike Kintish, Sophie Scott, Francesco “Katoo” Catitti, che ha curato anche la produzione, segue l’uscita del concept album “La Geografia del Buio”, l’ultimo progetto discografico di Michele, pubblicato lo scorso gennaio, anticipato dai singoli “La Vita Breve dei Coriandoli”, più di 6 milioni di stream, e “Mantieni il bacio”, certificato disco d’Oro, con 10 milioni di stream e 6 milioni di views.
(comunicato Universal Music a cura di E. Fusi)
 

File.41: Bobby Wanna - intervista

Bobby Wanna

Con "Tosse Tosse Tosse" incontreremo l'artista bolognese

È disponibile in radio "Tosse Tosse Tosse" (Trident Music/Polydor), il nuovo singolo di Bobby Wanna, che inaugura il nuovo percorso artistico e discografico dell’artista bolognese.
Francesco Del Conte, aka Bobby Wanna, si è innamorato della cultura hip hop sin da piccolo e ha imparato con il tempo a renderla il veicolo di trasmissione più consono per i suoi pensieri e i suoi racconti. "Tosse Tosse Tosse" è la prima release di questo nuovo corso e si presenta essenzialmente come un racconto: il brano è infatti la storia di un ragazzo un po’ timido ma allo stesso tempo malizioso, che incontra ad una festa con amici una ragazza con cui ha parecchi aspetti in comune. Il ragazzo fuma spesso e la sua tosse, quella del titolo, diventa quasi una nebbia fitta in cui si insinuano i pensieri. Tornerà a casa o resterà lì alla festa per vedere cosa accadrà? I testi di Bobby Wanna sono sempre molto intimi, storie che necessitano di essere raccontate e che nascono quasi da percorsi di autoanalisi dell’artista stesso.
"Tosse Tosse Tosse" è scritto da Bobby Wanna, con il prezioso aiuto musicale di Dario Pruneddu che ha anche prodotto il brano. I due insieme riescono a rendere la musica di Bobby un perfetto mix di hip hop e elettronica, che però non disdegna una grande ricerca nelle melodie.
I primi singoli escono nel 2020 (Voodoo, Cose da Pazzi, Porto Venere). Le produzioni iniziano ad essere più elettroniche, mantenendo comunque un attitudine hip hop ma con una maggiore ricerca nelle melodie. Bobby si chiude in studio per un anno senza far uscire nessun brano, per lavorare a nuove idee. Il suono diventa più maturo, mischiando generi e influenze, dando vita a un progetto musicale poliedrico e sperimentale che sarà presto in uscita.
La nostra intervista con Bobby Wanna andrà in onda:
Martedì 15 giugno alle 16:35 e venerdì 18 giugno alle 10:10.
 

File.41: Belly Button - intervista

Belly Button

Il singolo d'esordio è "Non mi sopporto più"

Non mi sopporto più” è il singolo d’esordio di Belly Button, in uscita per Honiro Rookies in radio e su tutte le piattaforme digitali. È una canzone carica di energia, con cui il giovane artista romano si stacca di dosso tutte le sue insicurezze e le difficoltà nell’accettarsi, imperfezioni comprese.
Il testo nella sua semplicità, riesce a raccontare con straordinaria concisione la sincerità e l’animo cristallino di Belly Button.
Prodotta da Mario Romano, “Non mi sopporto più” ha degli arrangiamenti potenti ed evocativi, che accompagnano con grande raffinatezza la forza interpretativa di Belly Button, soprattutto i suoi ritornelli graffianti ed esplosivi.
Belly Button, all’anagrafe Sergio Gabriele Bruni, è il nuovo talento pop di casa Honiro Label. Il nome d’arte fa riferimento alla “prima ferita” di ogni essere umano: l’ombelico.
Grazie alle sue canzoni, Belly Button riesce a cicatrizzare le ferite della sua anima, affrontando frontalmente le proprie fragilità. Classe ’97, Sergio si dedica alla musica classica a 9 anni perché non è bravo negli sport.
Tra arpeggi e scale, nella sua cameretta ascolta e balla anche le grandi star del momento: Lady Gaga, Justin Bieber, Ed Sheeran, sognando segretamente di diventare come loro. A questi ascolti si aggiungono anche i re del pop italiano Tiziano Ferro, Claudio Baglioni, Jovanotti.
La scintilla creativa di Sergio si accende a un contest di scrittura del liceo. Compone la sua prima canzone perché la musica può diventare un’arma per vincere la sua timidezza e poter socializzare con i suoi compagni. Da lì non smette più di scrivere.
Nel 2016 incontra il produttore Mario Romano ed è amore a prima vista. Grazie alla sua guida, immersi nella magia e nella calma dei monti Simbruini, nasce il progetto Belly Button. Iniziano ad affinare il talento di Sergio e a modellare canzoni cariche di elettricità e delicatezza allo stesso tempo con un sound fresco e moderno.
La nostra intervista con Belly Button andrà in onda:
Lunedì 14 giugno alle 16:35 e giovedì 17 giugno alle 10:10.
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS