Jack Savoretti con Natalie Imbruglia: in radio "Ultime parole"

Ultime parole

Il singolo è tratto dal nuovo album per la prima volta in lingua italiana, "Miss Italia"

Se “Come posso raccontare” era un assaggio di quello che Jack Savoretti  racconterà nel suo nuovo album -  per la prima volta in italiano - “Miss Italia” in uscita il 17 maggio, il nuovo singolo “Ultime parole” arriva da venerdì 12 aprile in radio e in digitale per aggiungere un altro capitolo alla storia di questo cantautore italo inglese capace con la sua voce di ammaliare e rapire il pubblico.
Ad accompagnare Savoretti in questo viaggio una delle voci che ha segnato una generazione: la cantautrice e attrice australiana Natalie Imbruglia.
Ma la Imbruglia non è l’unica ospite di "Miss Italia" e tra le 13 tracce che compongono il disco troviamo anche Carla Morrison, Delilah Montagu, Miles Kane, Svegliaginevra e Zucchero in "Senza una donna (Without A Woman)”, la bonus track del disco che ha visto Savoretti raccogliere l’eredità di Paul Young in uno dei brani più iconici della musica italiana.
“Come posso raccontare”  è stata la prima traccia scritta da Savoretti in italiano ma soprattutto il brano che lo ha convinto ad abbracciare la necessità, potremmo dire fisica, di imbarcarsi in un viaggio complesso e profondo come quello del nostro cantautorato dando poi voce, parole e corpo ad un album vero e proprio: "Miss Italia" (disco pubblicato da Capitol Records Italy/Universal Music Italia).
Sulle note di “Come posso raccontare” Jack ha annunciato la scorsa settimana la tracklist dell’album attraverso un video dove scorrono foto e video di un Jack a ritroso nella sua infanzia fino ad arrivare ad oggi, tra sorrisi e abbracci paterni.
«Vorrei che le persone ascoltando questo disco lo percepiscano come un disco di Jack Savoretti, senza pensare a quale sia la lingua in cui canto. È in italiano ma è Jack Savoretti non è un disco di Savoretti in italiano”, aveva sottolineato Jack annunciando questo nuovo progetto ed è proprio in questa direzione, quella del forte legame tra l’italiano e l’inglese, che trova spazio anche la collaborazione con Zucchero in "Senza una donna (Without A Woman)”.
Per Savoretti ricantare questa canzone non è stato solo un grande onore ma ha per lui una profonda importanza personale: "Questa canzone mi permise di riunire per la prima volta le mie due identità. Da una parte l'italiano, la lingua di mio padre che io all'epoca parlavo poco ahimè ma che comprendevo sicuramente di più dei miei coetanei inglesi, e dall'altra l'inglese, la lingua di mia madre che la cantava in casa duettando con mio padre. Senza una donna riassumeva la loro unione, il loro rapporto, esattamente come me, metà italiano e metà inglese".  Savoretti è stato ospite di Zucchero durante le date del cantautore italiano alla Royal Albert Hall di Londra.
"Miss Italia" sarà disponibile in tutti gli store digitali e in formato CD, LP standard e in versione LP Red in esclusiva per Amazon. Sullo shop di Universal Italia sarà possibile trovare la versione Cd e la versione LP autografata.
Oltre un milione di copie vendute grazie a 7 album pubblicati in lingua inglese (di cui 2 arrivati al primo posto della classifica UKin oltre 10 anni di carriera e 20 anni di ricerca espressiva, Jack Savoretti ha scritto numerose pagine di canzoni e poesie raccontando una vita da viaggiatore alla ricerca della sua anima artistica divisa tra l’Inghilterra (dove è nato e tutt’ora vive), l’Italia (da cui prende il cognome e una forte passione per la poesia e il romanticismo), la Svizzera (dove ha studiato) e il mondo intero, attraverso cui ha viaggiato negli anni per riuscire a trovare il suo suono, il suo modo di esprimere se stesso.
Culturalmente eclettico e influenzato dalla musica cantautorale americana, inglese e italiana, inizia ancora Savoretti ha iniziato giovanissimo a scrivere poesie. Sarà la madre, una ex modella che frequentava nei suoi anni giovanili Jimi Hendrix e i Rolling Stones, a suggerirgli di prendere in mano una chitarra e di trasferire in musica le sue parole. Il risultato è un insieme di melodie semplici e incisive dominate dal suono della chitarra acustica e da una rara attenzione ai testi che lo porta ad essere spesso paragonato ai grandi cantautori della tradizione anglosassone.
Savoretti può vantare un lungo elenco di collaborazioni che vanno dal pilastro del cantautorato americano Bob Dylan alla diva australiana del pop Kylie Minogue passando per Nile Rogers, James Blunt, Shania Twain ma anche Ex Otago e Elisa.
 

File.41: Ragazze Punk - intervista

Ragazze Punk

"Luv U" è il nuovo singolo della prima girl band in stile K-pop in Italia

Le Ragazze Punk sono una girl band multietnica composta da quattro giovanissime ragazze, Lisa, Sofia, Christel e Naike. Le ragazze si sono ritrovate nella stessa classe di una scuola artistica e hanno deciso di formare una band. Il primo brano che hanno scritto si chiama "RagazzePunk" che non è mai stato pubblicato e che parlava di ragazze che sono in giro a divertirsi in maniera libera e sbarazzina. Così hanno deciso  che il nome di quella "folle energia" poteva essere adatto a loro. Pur non essendo punk a loro piace il nome e il concetto che sta dietro alla parola e lo legano alla libertà di vivere e di esprimersi delle ragazze in modo da non venir giudicate sbagliate quando un maschio fa le stesse cose e viene giudicato un figo.
Dopo l'esordio a X Factor con “Stella di Hollywood”, “Luv U” è il nuovo singolo delle Ragazze Punk disponibile sulle piattaforme di streaming digitale e in rotazione radiofonica.
“Luv U”  è un perfetto mix di suoni urban pop che cattura l'essenza della generazione Z: combinando melodie pop e sonorità trap internazionali, si viene a creare un sound unico e coinvolgente che  sicuramente farà ballare tutti.
Dopo il successo virale a XFactor2023, la band ha deciso di concentrarsi sulla scrittura e di conquistare un posto nel panorama musicale come una girls band europea nel più puro stile K-pop.
Le ragazze sono più unite che mai e hanno lavorato assiduamente per creare un brano moderno e accattivante che riflette le esperienze e le emozioni dell'adolescenza di oggi.
Il videoclip di “Luv U”, girato in un complesso industriale con graffiti e con un drone che sfreccia tra le vie industriali abbandonate, rappresenta una fuga e un senso di angoscia che si mescola perfettamente con la storia d'amore tra adolescenti finita male raccontata nel testo.
Abbiamo incontrato Naike, una delle quattro componenti della band, per un'intervista che andrà in onda:
Martedì 9 aprile alle 16:35 e venerdì 12 aprile alle 10:10.
 

File.41: Mois G - intervista

Mois G

“Abisso”, il nuovo singolo: un alternarsi di rap e pop cantato

Abisso” è il nuovo singolo di Mois G. Un brano che evidenzia la diversità dell'artista e la sua opposizione alla società attuale, definendo tale differenza come un abisso. Nella prima strofa parla dei suoi sforzi quotidiani per la sua musica e della sua ricerca di qualcosa di più e di diverso rispetto alla società. Con un alternarsi di rap e pop cantato, per riassumere la canzone in una frase, si potrebbe dire che tra Mois G e il mondo esterno c’è un “Abisso”.
Il videoclip di “Abisso”, diretto dal videomaker Nicola Maltagliati in collaborazione con Mois G, sfrutta due location significative per trasmettere il tema centrale della distanza tra l'artista e il mondo esterno. La prima è un parco sculture caratterizzato da immagini insolite, dove le riprese sono ambientate con uno sfondo quasi totalmente nero. Questa scelta visiva mira a enfatizzare l'abisso emotivo e concettuale che separa Mois G dal contesto circostante, creando un senso di isolamento e disconnessione. La seconda è semplicemente una montagna, con il vuoto sottostante a sottolineare la solitudine e l'alienazione dell'artista.
Mois G, all'anagrafe Sensi Simone è un artista toscano classe 2007. Si appassiona alla musica fin da piccolo esattamente un giorno nel quale suo padre lo portò a vedere uno spettacolo musicale e da lì Mois G disse “voglio fare il cantante”.
Nel 2020 pubblica il suo primo videoclip ufficiale su YouTube e riceve un post in merito di esso da una nota pagina Instagram, nel quale riceve molti insulti nei commenti e scoraggiamenti continui, nonostante questo continua il suo percorso a lungo con vari video su YouTube, vista la sua determinazione nel raggiungere i propri obiettivi, fino a che non prese la decisione di pubblicare le proprie release su tutti i digital stores. Il 25 aprile fa il suo primo live a soli 15 anni, e il 24 giugno dopo diverse esibizioni dal vivo suona davanti a 5000 persone in una festa nella sua città. Nonostante la giovinezza Mois G cerca di distribuire la sua impronta nella scena e raggiungere tutte le sue ambizioni.
La nostra intervista con Mois G andrà in onda
Lunedì 8 aprile alle 16:35 e giovedì 11 aprile alle 10:10.
 

VxL 2024: a Matteo Faustini il Premio dei Giovani di Amnesty

Matteo Faustini - VxL

Musica: in scadenza il bando del Premio Amnesty Emergenti

Scade l’8 aprile il bando di concorso per la sezione Emergenti del Premio Amnesty alle migliori canzoni sui diritti umani. Qui sono disponibili tutte le indicazioni per iscriversi.
Il primo semifinalista sarà Matteo Faustini. Con il suo brano “Girasole innamorato della luna” ha infatti vinto il Premio dei Giovani di Amnesty, che permette a uno tra gli iscritti entro il 4 marzo 2024 appunto di entrare di diritto nelle semifinali del contest, che si terranno nell’ambito dello storico festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, in programma a Rovigo dal 19 al 21 luglio 2024.
La vittoria è stata decretata dai voti espressi dai giovani (under 35) di Amnesty International fra i 50 iscritti. Complessivamente sono stati quasi 100.000 gli ascolti dei brani in gara.
In ogni caso, tutti i partecipanti al Premio Amnesty Giovani non saranno esclusi dalle fasi di selezione per avere accesso alle semifinali del concorso assieme a tutti gli altri iscritti al concorso.
È intanto in corso il voto di una ampia e prestigiosa giuria per decretare il vincitore del Premio Amnesty nella sezione Big. Sono in lizza: Appino, Vinicio Capossela, Diodato, Drusilla Foer, Giancane, Giorgia, Levante, Modena City Ramblers, Tananai, Margherita Vicario.
Matteo Faustini ha dichiarato: “Questo premio per me rappresenta uno spazio da poter riempire di contenuto; questo premio è un megafono sul cuore, è solidarietà solida; ricevere questo premio é come avere qualcuno che ti dice “credo anche io nel tuo sogno”, e io credo nei sogni condivisi. Con questo premio non mi sento solo ascoltato, ma anche capito. Spero che il brano che ho scritto possa dare voce a tutte le anime che abitano su questa palla blu e che almeno una volta nella vita si sono sentite diverse, come un girasole innamorato della luna. Il girasole innamorato della luna é uno dei brani a cui voglio più bene. Ci ho messo 12 anni per scrivere questa canzone, ho dovuto prima raccogliere ogni centimetro di coraggio che trovavo dentro di me. In questi 216 secondi parlo di amore, di un amore che vorrei fosse insegnato a scuola, parla di anime e non di corpi, di contenuto e non di contenitori”.
Matteo Faustini è appassionato di musica fin dall'infanzia, entra a tredici anni nel coro delle voci bianche del Teatro alla Scala di Milano, avvicinandosi alla lirica. A partire dal 2017 partecipa a vari concorsi musicali con ottimi risultati. Nel 2019 vince il concorso di Area Sanremo con il brano “Nel bene e nel male”, mentre l'anno successivo prende parte al Festival di Sanremo 2020 nella categoria esordienti, vincendo il “Premio Lunezia per Sanremo” per il valore musicale e letterario del brano in gara, ha esordito al 2° posto della classifica iTunes e tra i dischi più venduti nella classifica FIMI/GfK con il suo album di debutto “Figli delle Favole”. A dicembre 2022 pubblica il singolo “Girasole innamorato della luna”, brano interamente scritto dal cantautore che, sensibilizzando contro l'omofobia in una società che discrimina e giudica, dichiara il suo amore verso l'anima, rifiutando etichette e preconcetti. Il singolo anticipa l'uscita del secondo album Condivivere. Matteo Faustini ha intrapreso inoltre la carriera di autore, scrivendo per Marco Carta, Silvia Salemi, Federica Marinari e Le Deva.
(comunicato Ender Comunicazione - foto di Claudio Scozzari)
 

De Gregori e Zalone: arriva "Giusto o sbagliato"

De Gregori e Zalone
COMUNICATO STAMPA

Il singolo inedito che anticipa l’album “Pastiche” in uscita il 12 aprile

Da venerdì 5 aprile sarà disponibile in digitale ed entrerà in rotazione radiofonica “Giusto o sbagliato”, il singolo inedito di DE GREGORI ZALONE che anticipa l’album “Pastiche” (Columbia Records /Sony Music) in uscita il 12 aprile. 
In “Pastiche”, per la prima volta nella sua carriera CHECCO ZALONE abbandona i panni dell’attore e si propone come musicista puro per accompagnare al pianoforte la voce di FRANCESCO DE GREGORI in un disco sorprendente. 
La tracklist di “Pastiche” è ricca di colpi di scena, una generosa incursione nella migliore musica italiana, dove le canzoni di De Gregori si alternano con quelle di autori come Paolo Conte, Pino Daniele, Antonello Venditti e dello stesso Zalone.
L’album uscirà in CD, doppio LP nero e doppio LP nero numerato e autografato in esclusiva sullo Store Sony Music.
L’anima dell’intero album, registrato in presa diretta in varie sessioni fra il 2023 e il 2024, è il pianoforte di Checco Zalone, che si rivela qui musicista eccellente ed eclettico, in grado di muoversi con leggerezza e senza manierismi fra blues, jazz e musica classica, restituendo così al canto di De Gregori la dimensione più lirica ed intima.
La band di Francesco ed altri musicisti di varia provenienza hanno contribuito, insieme all’Orchestra Italiana del Cinema a creare un suono soft che avvolge tutto il disco in un’atmosfera inaspettatamente vintage.
Il 5 e il 9 GIUGNO in concerto alle Terme di Caracalla di ROMA “DE GREGORI ZALONE – VOCE E PIANO (& BAND)”
DE GREGORI e ZALONE, voce e pianoforte, si esibiranno in due date imperdibili alle Terme di Caracalla di Roma il 5 e il 9 giugno con “DE GREGORI ZALONE – VOCE E PIANO (& BAND)”.
Francesco De Gregori e Checco Zalone non hanno in programma un tour in comune, perciò quelli alle Terme di Caracalla saranno due concerti unici e irripetibili.
Le prevendite sono disponibili su TicketOne.
Tracklist “Pastiche”:
  1. Giusto o sbagliato di De Gregori – Zalone – De Gregori
  2. Pezzi di vetro di Francesco De Gregori
  3. Pittori della domenica di Paolo Conte
  4. Rimmel di Francesco De Gregori
  5. Putesse essere allero di Pino Daniele
  6. Atlantide di Francesco De Gregori
  7. Storia di Pinocchio di Nino Manfredi
  8. La prima Repubblica di Checco Zalone
  9. Le cose della vita di Antonello Venditti
  10. Falso Movimento di Francesco De Gregori
  11. Alejandro di Checco Zalone
  12. Pittori della domenica (piano e voce)
  13. Giusto o sbagliato (con orchestra)
  14. Buonanotte Fiorellino di Francesco De Gregori
  15. Ciao ciao di Francesco De Gregori
(comunicato Sony Music a cura di E. Romanò)
 

File.41: LaBrass - intervista

LaBrass

"Ninna nanna dei perdenti": la dedica di un padre al suo bambino, una canzone che unisce dolore e dolcezza e una nota di speranza

"La canzone racconta la storia di un uomo che, al calar della sera, in preda alla solitudine per la mancanza del figlio, non riesce più a prender sonno. Ecco che intona una nenia per se stesso, nel tentativo di ricongiungersi col piccolo" - racconta  LaBrass
Il cantautore e sassofonista pugliese Rocco Iocolo, in arte LaBrass, torna sulle scene musicali con un nuovo singolo, “Ninna nanna dei perdenti”, dedicato a tutti i genitori distanti dai propri figli.
Un pezzo influenzato dalle sonorità dei grandi cantautori italiani (Dalla e De Gregori su tutti), che guadagna un’identità più indie e moderna grazie alla collaborazione con il paroliere Vincenzo Vescera (in arte Vinvè). Il brano è stato arrangiato e registrato da Maurizio Loffredo presso gli Artigiani Studio di Formello (RM). L’uscita di “Ninna nanna dei perdenti” è accompagnata dal video ufficiale, girato da Davide Coluccelli e Antonio Bratti, per VINVEMUSIC Prod.
BIO
Rocco Iocolo, in arte LaBrass, è un autore e sassofonista classe '89. Gira l'Europa sin da giovane con numerose formazioni in veste di turnista e con varie partecipazioni TV (Rai/Mediaset/Canale Italia/Tv 8). Dal 2008 intraprende la sua carriera di solista con l’uscita dei dischi “Brutta malattia”, “The Elegance of Sax” e “TanGargan”, quest’ultimo un raccordo tra le sue grandi passioni: il tango e il jazz (prodotto con la BCM Records). Coltiva inoltre il suo amore per la scrittura e composizione pop, ricevendo numerosi riconoscimenti come al Festival della canzone d'Autore di Pesaro 2006 presieduto da Gianni Bella e il 1° Posto al Premio Lunezia 2007. All’attività di musicista affianca da sempre quella di docente che lo porta a scrivere vari volumi didattici per diverse case editrici, tra cui “Storie e Leggende del Gargano”, un libro di narrazioni e musiche per raccontare le origini della propria terra ai più giovani (Ed. TiramiSound). Nell’aprile 2023 nasce la collaborazione con Vinve' che porta alla creazione di "Ninna nanna dei perdenti", il suo ultimo lavoro discografico in collaborazione con VINVEMUSIC Prod.
La nostra intervista con LaBrass andrà in onda:
Giovedì 4 aprile alle 16:35 e lunedì 8 aprile alle 10:10.
 

File.41: Alessia Vedeo - intervista

Alessia Vedeo

Il singolo della cantautrice di Savona è un brano intimo e autobiografico che segna il suo esordio discografico

"Antartide nasce dalla necessità di far ascoltare alle persone quello che ho provato in questi ultimi anni, i miei stati d’animo, ma soprattutto per far capire loro che in qualsiasi situazione esse si trovino, c’è sempre una via di uscita, una luce infondo al tunnel", racconta Alessia Vedeo
“Antartide” è nata durante la pandemia e celebra la rinascita dopo un periodo buio. La canzone assume sonorità ariose che sfociano in un ritornello trionfale arricchito da ritmi tribali, mentre l’inserimento di cori armonici aggiunge profondità e dinamismo alla traccia. 
Il brano è stato scritto da Alessia Vedeo e Massimo Trigona che ha curato anche gli arrangiamenti.
Alessia Vedeo nasce a Savona nel 2003. Il suo percorso artistico inizia con la partecipazione  a diversi  concorsi dove spesso viene notata ed apprezzata vocalmente e dal punto di vista interpretativo. Tra i contest ai quali partecipa ritroviamo: Voci Nuove a Colle Val d'Elsa (Siena), Gazebo Voice a Canelli (Asti), Fuoriclasse Talent 2022 a Tortoreto Lido(Te), VB Factor a Cairo Montenotte (Sv), Langhe Got Talent Serralunga d'Alba(Cn).
Ha avuto inoltre l’occasione di partecipare ad una masterclass formativa con la cantautrice  Mariella Nava. Nell’autunno del 2023 matura l'idea di scrivere il suo primo inedito dal titolo “Antartide” uscito su tutte le piattaforme l’8 marzo 2024.
La nostra intervista con Alessia Vedeo andrà in onda:
Mercoledì 3 aprile alle 16:35 e sabato 6 aprile alle 10:10.
 

File.41: Plebbo - intervista

Plebbo

Incontreremo il giovanissimo cantautore per ascoltare “Svegliati”

Svegliati” (etichetta Apollo Records, distribuzione Ada Music Italy) è il brano d’esordio del giovane cantautore romano Plebbo, uscito in digitale e in radio il 22 marzo: “un brano che tratta di fallimenti ma anche di speranza e futuro”.
Plebbo, classe 2003, fa il suo esordio discografico con un pezzo che è “una rincorsa di emozioni, che salgono e scendono dalle montagne russe dei sentimenti, mai chiari e non tangibili”
Il brano, scritto e composto da Guido Plebani (nome di battesimo di Plebbo), tratta di “ristagno personale, incompiutezza e fallimenti che hanno scandito la mia vita – racconta l’artista - mantenendo però sempre un alone di speranza e di proiezione verso il futuro”
Plebbo mostra la sua versione della vita in maniera netta, cruda e semplice. Si fa accompagnare dalla chitarra con i suoi giri di vita, descrivendone la modernità senza lasciarsi incasellare in un genere predefinito, figlio della sua epoca con un gusto originale.
La nostra intervista con Plebbo, per ascoltare insieme il brano "Svegliati", andrà in onda:
Martedì 2 aprile alle 16:35 e venerdì 5 aprile alle 10:10.
 

Buona Pasqua!

Pasqua 2024

Auguri a tutti, raccontando qualcosa di questa importante festività

Pasqua 2024: una festività che porta con sé tradizioni, significati religiosi e un’atmosfera di rinascita. Quest’anno, la Pasqua cade il 31 marzo. Ma cosa rende questa data così speciale?
L’origine della Pasqua
La Pasqua è una festività mobile, il cui calcolo dipende dall’equinozio di primavera e dal primo plenilunio della stagione. Risale al 325 d.C., quando al Concilio di Nicea si stabilì che la Pasqua cristiana sarebbe stata celebrata la prima domenica dopo la prima Luna piena di primavera. Questo significa che la Pasqua si verifica dopo l’equinozio di primavera e la prima luna piena della stagione. Nel 2024, l’equinozio è avvenuto il 20 marzo, mentre il plenilunio tra il 24 e il 25 marzo. Di conseguenza, la Pasqua cade oggi, il 31 marzo.
Pasqua Alta o Pasqua Bassa?
Le fasi lunari, che determinano la data della Pasqua, si ripetono mediamente ogni 29 giorni. In base a questo ritmo, si parla di Pasqua bassa quando cade prima e Pasqua alta quando si celebra dopo. Poiché segue l’equinozio di primavera, la Pasqua non può mai cadere prima del 22 marzo (bassa) né oltre il 25 aprile (alta).
Vacanze Scolastiche
Le vacanze di Pasqua iniziano il 28 marzo e si concludono il 2 aprile in tutte le regioni italiane, tranne in Valle d’Aosta, dove gli alunni rientreranno in aula subito dopo Pasquetta.
In questo periodo, le famiglie si riuniscono, le chiese celebrano la resurrezione di Gesù Cristo e le tavole si riempiono di prelibatezze pasquali. Che tu scelga di festeggiare in modo tradizionale o con un picnic primaverile, la Pasqua è un momento di gioia, speranza e rinnovamento.
Buona Pasqua a tutti!
 

Rose Villain in radio con "Come un tuono"

Rose Villain - Come un tuono

Il nuovo singolo estratto da "Radio Sakura", con featuring di Guè

È stabile sul podio della Top 50 Italia di Spotify da giorni, è virale su Tik Tok, il claim “bella Bellucci” sembra essere diventato ormai un classico e non riusciamo più a smettere di cantarlo e ballarlo. Finalmente “Come un tuono”, di Rose Villain feat. Guè, arriva ora anche in tutte le radio da venerdì 29 marzo!
Il singolo, contenuto nel nuovo album “Radio Sakura” (Warner Music Italy), ispirato all’immaginario dell’omonimo film con Ryan Gosling, è una bachata rap che parla di un amore improvviso: ancora una volta, la coppia ben consolidata Rose Villain e Guè ha dato vita a una hit irresistibile.
Radio Sakura” - che ha esordito al secondo posto della Top Albums Debut Global di Spotify e che, per la seconda settimana consecutiva, è sul podio della Top Album FIMI alla #3 - è il sequel luminoso di “Radio Gotham”. È un disco intimo e nostalgico ma allo stesso tempo consapevole e fiero, dove generi diversi come l’hip hop, il punk, l’elettronica e la bachata si intrecciano a storie diverse e complesse, dove la speranza peró ne è trait d’union. Madame, Ernia, Bresh, thasup e Guè sono le collaborazioni scelte per questo nuovo viaggio, con cui traccia dopo traccia ci sta guidando verso questo nuovo capitolo.
In attesa delle 4 date live che vedranno l’artista protagonista a ottobre, prodotte e organizzate da Magellano Concerti, Me Next e Next Show, in estate Rose Villain aprirà i concerti italiani del tour dei Coldplay il 12, 13, 15 e 16 luglio allo Stadio Olimpico di Roma.
Di seguito tutte le date dei club già annunciate, i cui biglietti sono in vendita su Ticketone:
17 ottobre 2024 – FIRENZE – Viper Theatre
18 ottobre 2024 – PADOVA – Hall
25 ottobre 2024 – NAPOLI  – Casa della Musica
29 ottobre 2024 – MILANO – Fabrique
Info e biglietti su Magellano Concerti.
Nata a Milano e poi trasferitasi a New York, la cantante, autrice e regista ha all’attivo milioni di stream. Rose Villain ha tutte le carte in regola per ribaltare l’attuale scena musicale, curando lei stessa in prima persona la creatività di ogni progetto artistico che la riguarda. La consacrazione, arrivata negli ultimi anni dai featuring di alto livello con artisti che l’hanno fortemente voluta al suo fianco, ha portato Rose a voler dire ancora di più la sua. A gennaio 2023 esce il suo primo lavoro discografico, “Radio Gotham” (certificato platino da FIMI/GfK Italia), un album inaspettato, ricco di tematiche personali in cui l’artista si mette a nudo, che ha entusiasmato pubblico e critica e ha debuttato tra le prime 5 posizioni della classifica settimanale Top Album FIMI e all’ottavo posto della Top Albums Debut Global di Spotify. Dopo aver calcato il palco del Concertone del Primo Maggio di Roma, la voce di Rose Villain la scorsa estate è stata in tutte le radio grazie al singolo di Achille Lauro “Fragole” (certificato triplo platino da FIMI/GfK Italia), che l’ha vista co-protagonista. Venerdì 6 ottobre è tornata con la sua nuova hit disco d’oro “Io, me ed altri guai” (Warner Music Italy), una Tainted Love in stile Mercoledì Addams. A dicembre è stata protagonista di due speciali appuntamenti live in occasione del suo primo show “A VILLAIN STORY: the beginning”, il 3 dicembre a Milano (data sold out) e il 15 a Roma, e ha già annunciato 4 nuove date nei club per il 2024 a Firenze, Padova, Napoli e Milano e che aprirà i concerti italiani del tour dei Coldplay, il 12, 13, 15 e 16 luglio. È, inoltre, tra i giudici scelti per il programma Netflix “Nuova Scena - Rhythm+Flow Italia”, la competizione musicale del mondo rap, prodotta da Fremantle, insieme a Fabri Fibra e Geolier, alla ricerca dei protagonisti che segneranno la nuova scena rap italiana. Rose Villain è stata in gara alla 74^ edizione del Festival di Sanremo con il brano “CLICK BOOM!” (certificato disco di platino da FIMI/GfK Italia), contenuto nel suo nuovo album “RADIO SAKURA” (Warner Music Italy), uscito venerdì 8 marzo, che ha debuttato al secondo posto della Top Albums Debut Global di Spotify e sul podio della Top Album FIMI, alla #3.
(comunicato Warner Music a cura di R. Tenaglia)
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS