File.41: Silvana Marani - intervista

Silvana Marani - Dubai

"Dubai" è il brano che presenteremo assieme alla giovane artista

E'  in rotazione radiofonica “Dubai”, il nuovo singolo di Silvana Marani, disponibile anche sulle piattaforme digitali.
“Dubai” è un brano che racconta del viaggio della cantautrice nella città di Dubai. Attraverso le sue parole, si percepisce una sensazione di libertà e spensieratezza mentre si allontana dalle persone care per “staccare la spina”
Spiega l’artista a proposito del brano: “Ho scritto questo brano in un momento particolare della mia vita nel periodo del Covid, quando tutto eravamo chiusi in casa”.
Bio
Silvana Marani, 25 anni, è originaria di Catanzaro. La sua passione per la musica è iniziata da quando era piccola e senza non riesce a vivere perché la fa sentire libera e la trasporta in un viaggio di serenità. L’artista scrive canzoni fin da bambina e le pacerebbe che la musica diventasse la sua professione. 
Ha partecipato con i suoi brani a diversi concorsi musicali, tra cui il Tour Music Fest e il Celle Music Fest. Produce musica in collaborazione con Take Away Studios, Cosmophonix Production e sta collaborando con Brano Inedito.
“Dubai” è il nuovo singolo di Silvana Marani disponibile sulle piattaforme digitali di streaming dal 19 aprile 2024 e in rotazione radiofonica da venerdì 26 aprile.
La nostra intervista con Silvana Marani andrà in onda:
Mercoledì 28 maggio alle 16:35 e sabato 1 giugno alle 10:10.
 

File.41: Complesso del Brodo - intervista

Complesso del Brodo - Saudadisìo

La band veneta ci presenta il brano "Saudadisìo"

"Saudadisìo" del Complesso del Brodo è un brano che ci trasporta in un viaggio musicale tra la nostalgia e la speranza. Ci accoglie a Widecreek con la sua fusione di bossa nova e rock, creando un'atmosfera unica e coinvolgente. 
La sua melodia ci fa sentire nostalgici di un eden perduto, ma allo stesso tempo ci spinge a desiderare di riviverlo in futuro. Tuttavia, l’eden non è solo un luogo idilliaco; richiama anche una qualche inevitabile violenza traumatica, simboleggiata da un "serpente" o un inganno.
È chi riesce ad interiorizzare e consapevolizzare questa "caduta" che può ri-tornare alla propria origine e ri-cercare il paradiso dove esso è più dolce e straziante: dentro ogni persona a noi prossima.
"Saudadisìo" è stata sviluppata nel 2022 in collaborazione con Gian Ranieri Bertoncini.
BIO
Il Complesso del Brodo è una band cantauto-prog-funk in italiano dell'Alto Vicentino. Ha partecipato ad eventi e saggi dell'Accademia Musicale di Schio (dove nacque nel 2021 come classe di musica d'insieme, tenuta da Gian Ranieri Bertoncini), ha suonato intensamente a livello locale in mostre d'arte della Cooperativa Artistica FALCoRECCOOP con la quale collabora.
Ha pubblicato il suo primo singolo “Crash X Lina” a Dicembre 2023, ed è presente nella compilation benefica “Gaza Calling” uscita su Bandcamp a Febbraio 2024. Il 19 aprile 2024 esce il nuovo brano “The Informer” seguito il 10 maggio da "Saudadisìo".
La nostra intervista con Giosuè del Complesso del Brodo andrà in onda:
Martedì 28 maggio alle 16:35 e venerdì 31 maggio alle 10:10.
 

File.41: Sista - intervista

Sista - Formiche

“E mentre siamo in fila come formiche, squali di mattina e poi la sera cani in cerca di carezze, mi sono chiesta troppe volte se siamo vivi veramente”.

Il 3 maggio segna l'arrivo in radio di "Formiche", il nuovo singolo di Sista, nome d’arte di Silvia Gollini, voce influente nel panorama musicale italiano. Con una carriera ventennale alle spalle come corista e autrice per noti artisti italiani, Sista ha consolidato la sua reputazione con testi significativi e un timbro vocale distintivo​​.
Accompagnato dal videoclip uscito in anteprima su SkyTg24, questo brano offre una riflessione sulla vita moderna, sollevando questioni sulla costante ricerca della perfezione e nell'incessante frenesia quotidiana che caratterizzano la società contemporanea.
“Formiche”, arrangiato, mixato e masterizzato negli studi della Mad Records da Marco Gollini che ha curato anche la regia del videoclip, si distingue per la sua critica incisiva verso un'esistenza sempre più mediata da aspettative irrealistiche e superficiali. Attraverso il videoclip, girato in una fabbrica di manichini di alta moda, Sista esplora la tematica della standardizzazione, offrendo una prospettiva unica sulla perdita di autenticità. "Formiche" emerge non solo come un inno all’individualità ma anche come una riflessione acuta su come la cultura moderna spesso ci spinga verso un ideale di successo distante dalla nostra essenza umana naturalmente e meravigliosamente imperfetta.
Bio
Silvia Gollini alias Sista è una cantautrice e autrice pop italiana. La sua musica nasce dopo una carriera ventennale in Italia come cantante, corista e autrice. Corista di Alex Britti nel Palavasca Tour 2001-02. L’attività la porta a partecipare a diverse trasmissioni ed eventi musicali come Festivalbar, Roxy Bar, Top Of The Pops, Telethon-Rai, Concerto 1°Maggio Festa dei Lavoratori (2001 – 2002), Domenica In, Quelli che il Calcio, Help Tmc2, Sonic -MTV, La Vita in Diretta, oltre a diversi Capodanni RAI in diretta TV. Varie influenze caratterizzano il suo sound, cresciuta cantando Acid jazz ,Soul, Funk. Da qui il suo nome Soul usato per molti anni in varie formazioni Live in Italia e all’estero. Ama le sonorità internazionali ma lavora da molti anni nella musica POP italiana parte della direzione artistica della Mad Records insieme al fratello Marco Gollini (arrangiatore) e ai migliori musicisti italiani Cristiano Micalizzi , Pierpaolo Ranieri , Davide Pieralisi , Neney Santos che suonano in tutti i suoi brani e come autrice scrivendo per altri artisti emergenti da molti anni. (2004) Interprete della sigla della trasmissione “Compagni di scuola” con Pino Insegno, RAI 2. 2004 - Interprete per “C’è posta per te” Canale 5. Nel 2005 – 2006 è autrice musicale per “Geo & Geo” – Rai 2, Massimo Ascolto” su Rai 2 (1994) – con Massimo Lopez, “Tunnel” Anno, (1993 – 1994) Rai 1 con Serena Dandini e Corrado Guzzanti. Silvia recita anche in spettacoli teatrali e musical. Dopo un’attività ventennale come performer sui palchi è una nota Vocal Coach musicale e teatrale. Nel 2018 è Preparatrice musicale per Elisabetta Mandalari -Protagonista ne“Il Conte Tacchia” con Enrico Montesano al Sistina. Stefano Di Lauro – Protagonista “Forza Venite gente” all’Auditorium Conciliazione, Compagnia “I bugiardini” per B.L.U.E. il Musical – Teatro Brancaccio 2024 e altri visibili sul suo sito.Nel 2020 escono suoi primi singoli in inglese prodotti fra Italia ed Inghilterra, “Time 4” e “Wednesday Freedom”. Con la pandemia resta in italia e scrive “Sospesi”, il suo primo singolo in italiano accolto con grande entusiasmo tra stampa e blog tra cui “ Il Messaggero” “Il Tempo” “Il Corriere” “Adnkronos”. Seguono i singoli “8 Marzo” , “Kokoro” e “Formiche” ultimo singolo del 2024 .
La nostra intervista con Sista andrà in onda:
Lunedì 27 maggio alle 16:35 e giovedì 30 maggio alle 10:10.
 

Marina Beach Life, ecco il nuovo nome della spiaggia dei concerti di Sottomarina

Sottomarina Sound Beach

In attesa di ospitare dal 30 luglio al 2 agosto Mahmood, Alfa ed Emma

CHIOGGIA, 23 maggio 2024 –   La spiaggia libera di Sottomarina, conosciuta finora come "Ambito 14", ha finalmente un nome ufficiale: Marina Beach Life. Questa nuova denominazione è stata scelta al termine di un concorso di idee promosso dall'Assessorato al Turismo, Eventi e Marketing Territoriale del Comune di Chioggia, finalizzato a dare un'identità distintiva all'area del Demanio Turistico Marittimo destinata ai grandi eventi estivi di intrattenimento artistico, musicale e sportivo. 
La proposta vincitrice, presentata da Tiziana Scognamiglio, è stata selezionata tra circa 400 suggerimenti, testimoniando il grande interesse e la partecipazione della comunità locale e non. Il concorso, fortemente voluto dall'Assessore al Turismo avv. Riccardo Griguolo, ha richiesto tempi di valutazione più lunghi del previsto proprio a causa dell'elevato numero di partecipanti e della qualità delle proposte ricevute. 
Marina Beach Life diventerà dunque il palcoscenico del "Sottomarina Sound Beach", il festival promosso da DuePunti Eventi che vedrà la partecipazione di artisti di fama nazionale e internazionale. In particolare, tra fine luglio e inizio agosto, la spiaggia ospiterà tre concerti di grande richiamo: Mahmood il 30 luglio, Alfa il 31 luglio ed Emma il 2 agosto. Il successo del contest non si limita alla sola scelta del nome. Il vincitore, Tiziana Scognamiglio, riceverà infatti un pass nominativo, non cedibile, valido per due persone per tutti i concerti del festival "Sottomarina Sound Beach" programmati per l'estate 2024. Un premio significativo, offerto da Due Punti Eventi, che sottolinea l'importanza del contributo della cittadinanza alla valorizzazione del territorio. 
L'intitolazione della spiaggia come Marina Beach Life non rappresenta solo un cambiamento nominale, ma simboleggia anche una rinnovata attenzione verso la promozione turistica e culturale di Chioggia e Sottomarina. Con l'organizzazione di eventi di grande richiamo, l'area si prepara a diventare un polo attrattivo per turisti e appassionati di musica e sport, consolidando la sua posizione nel panorama delle destinazioni estive più ambite.
L'Assessore Griguolo ha espresso grande soddisfazione per l'esito del concorso e ha ribadito l'impegno del Comune nel continuare a promuovere iniziative che valorizzino il territorio, offrendo al contempo momenti di svago e intrattenimento di alta qualità. "La risposta della comunità è stata straordinaria – ha dichiarato Griguolo – e siamo entusiasti di poter annunciare il nome vincitore. Marina Beach Life sarà il cuore pulsante degli eventi estivi e siamo certi che diventerà un punto di riferimento per tutti." Con l'arrivo dell'estate, l'attesa per il Sottomarina Sound Beach cresce, e con essa l'entusiasmo per una stagione ricca di musica, divertimento e grandi emozioni sulla nuova Marina Beach Life.
I biglietti dei concerti sono disponibili nel ciruito Ticketone.
Tutto il programma su: https://sottomarinasoundbeach.it/
(comunicato DuePunti Eventi)
 

File.41: Nitidi - intervista

Nitidi

Il gruppo multietnico è nostro ospite per "Io contro il mondo"

“Io contro il mondo” è un brano dalle sonorità reggae e rap che lancia un forte messaggio contro l'omologazione sociale. È un'esplosione di vita, un inno alla libertà di pensiero, una protesta contro le conformità asfissianti che cercano di soffocare, invitandoci a rompere le catene dell'isolamento sociale.
La musica si trasforma in un'arma di denuncia, un canto d'amore verso il prossimo e un grido di battaglia per un mondo più giusto.  La canzone propone una rivoluzione gentile: quella del pensiero, della creatività e della riscoperta di noi stessi, per ritrovare il nostro posto nel mondo. Un inno alla diversità, un invito a non temere di essere differenti, a seguire le nostre passioni senza piegarsi alle pressioni esterne. È un messaggio di speranza, un invito a non arrenderci mai, a lottare per i nostri ideali e a costruire un futuro migliore.
Spiega la band a proposito del brano: «“Io contro il mondo” è un inno che invita a non piegarsi alle ingiustizie e a lottare per ciò in cui si crede. Un grido di rivolta contro le imposizioni e un invito a liberarsi dalle catene dell'oppressione. Abbiamo scelto il reggae per questo brano, perché le sue sonorità coinvolgenti e la sua storia intrisa di lotta ben rappresentano lo spirito del messaggio che vogliamo trasmettere. Il nostro stile unico si fonde con il ritmo trascinante del reggae, creando un connubio che invita alla danza e alla liberazione».
Nitidi è un gruppo musicale multietnico unico nel suo genere perché ogni componente è diverso e rappresenta generi musicali differenti. Lenny è un batterista e cantautore tedesco, amante della musica hip hop e funk. Ilja è nato in Unione Sovietica ma vanta origini Siberiane (nel lontano Lago Baikal) ed è appassionato del flamenco e la bossa nova, Tiziano Tarantino (Naizy) è amante di Soul e Rnb, mentre Gaetano Iorio (Tutua) di Rap e musica classica napoletana.
L'incontro tra di loro genera una musica che vuole parlare di positività, di gioia di vivere, ma anche di libertà di espressione. Il gruppo ha background diversi, essendo originari di luoghi lontani tra loro come la Germania, la Russia e Napoli, e parla della diversità come una caratteristica positiva di ognuno di loro.
Il gruppo è nato da un incontro casuale tra le strade di Bologna dopo il primo lockdown, ma si è subito creata sintonia tra di loro. Hanno trovato un’atmosfera perfetta nel suonare insieme. Non c'è stato bisogno di lavorare troppo per creare le canzoni. Motivi e melodie sono nati in maniera spontanea e armonica, proprio come si è formato il gruppo. In poche settimane hanno scritto il loro primo album e sono andati in studio per registrarlo. Hanno partecipato alle Audition di X Factor 2022 e alla 35^ edizione di Sanremo Rock e Trend. Nel 2022, Ilja e Lenny sono andati via da Bologna, ma il gruppo è rimasto forte. Creano nuove canzoni e riescono a pianificare nuovi concerti e pubblicazioni di singoli. Sono forti, divertenti e unici perché hanno la carica dentro, vogliono farsi conoscere e creare la propria musica.
Inutile dire che due napoletani, un russo e un tedesco non sono i protagonisti di una barzelletta ma di una band che ha creato un genere musicale unico e di ispirazione per le generazioni di oggi e di domani.
La nostra intervista con Naizy dei Nitidi andrà in onda:
Mercoledì 22 maggio alle 16:35 e sabato 25 maggio alle 10:10.
 

File.41: Federica G. - intervista

Federica G. - Sbarre

Il singolo "Sbarre" affronta il delicato tema dei disturbi alimentari

Sbarre” è un brano autobiografico che si inserisce in una fase importante del percorso di cura dall’anoressia: dopo aver preso consapevolezza di quanto alcune situazioni che viveva fossero deleterie, l'artista stava imparando a descrivere a parole il dolore che provava, senza più il bisogno di ricorrere ai comportamenti tipici della malattia.
“Sbarre” racconta che cosa significa sentirsi prigionieri o senza la possibilità di scegliere. Le preoccupazioni rispetto a molti aspetti della vita a volte finiscono per limitarci, ma parlare dei propri timori è il primo passo da compiere per vedere le situazioni in un modo diverso e per permetterci di agire trovando un’alternativa.
Commenta l’artista a proposito del brano: "Scrivere Sbarre è stato un atto coraggioso. Racconto le mie paure e descrivo la mia visione del mondo senza il timore di dire qualcosa di scomodo o inaccettabile. Questo è il brano che mi ha aiutata a riconoscere quel che mi infastidiva delle situazioni dolorose in cui mi trovavo e a prenderne le distanze, con la consapevolezza che non c’è nulla di male nel dire che non va sempre tutto bene. Sbarre è dedicato a tutte le persone che si sentono “in gabbia”, bloccate in una situazione sgradevole con cui sono costrette a convivere”.
Biografia
Federica G, nome d'arte di Federica Gianangeli, è una cantautrice maceratese nata nel 2003. S avvicina alla musica da piccola e inizia a scrivere i primi testi in adolescenza, dopo aver imparato a suonare la chitarra da autodidatta. Nel 2022, trasferitasi a Padova per frequentare l'università, inizia a lavorare al suo primo EP, concept album sui disturbi alimentari. Con la sua musica racconta di sé, delle sue esperienze personali e dei suoi sentimenti più intimi.
La nostra intervista con Federica G. andrà in onda:
Martedì 21 maggio alle 16:35 e venerdì 24 maggio alle 10:10.
 

File.41: Chino - intervista

Chino - Nannarè

“Nannarè” è il nuovo singolo del musicista romano

Nannarè” come racconta Chino, che torna a trovarci: “viene dalla mia reinterpretazione del personaggio descritto da Gabriella Ferri nel brano "Nannarella". Questa canzone l’ascoltavo quando ero piccolo e mi ha sempre colpito per il racconto che viene fatto di questa ragazza che totalmente innamorata della musica americana per stare al passo con i tempi, rinuncia alla sua vita romana. Il brano usava questo personaggio immaginario per parlare di Roma e dei tempi che cambiano, stessa cosa ho voluto fare io con la mia ‘Nannare’, ovvero descrivere questa ragazza che si annoia, ride e soffre, ma in maniera diversa dalle generazioni precedenti. Lei vive la sua Roma in sella a un motorino sognando un mondo diverso mentre ascolta i pezzi di Drake”.
Classe 2000, Filippo Pisani in arte Chino nasce a Roma, dove sin da subito il luogo di origine gioca un ruolo fondamentale nella sua formazione musicale. Chino rimane affascinato da artisti come Califano e Gabriella Ferri, unendoli in una commistione temporale con giovani eredi della musica romana come Mannarino e Coez. 
Il primo step nella carriera artistica di Chino inizia sui banchi di scuola, dove assieme a sette compagni di classe fonda il collettivo hip hop “Banda Larga”. Con il collettivo firma due album “Buone Nuove” nel 2017 e “Iside” nel 2019 entrambi registrati al Quadraro basament di Roma. Nel lasso di tempo fra i due album, Chino registra il suo primo disco solista “Mille Lire”. Una volta sciolto il gruppo Chino decide di cambiare totalmente genere avvicinandosi all’indie, mescolandolo con la sua passione per il rap e per la musica romana. Nel 2020 Chino si unisce alla famiglia di Grande Onda, realizzando due Ep. “Figli” e “Madison” e successivamente inizia il sodalizio artistico con il produttore disco d’oro Promo L’inverso, con il quale firma quattro singoli, e con cui è al lavoro per nuovi progetti. Chino ha preso parte a diversi live ed esibizioni dal vivo, con aperture a: Lucci, Snak the ripper, Egreen e Nex Cassel, Brokenspeakers, Piotta, Dj Argento ed Er costa, non dimenticando live come Euro2020 Piazza del popolo, Festa della musica di Roma, Parco Shuster propaganda e Villa Ada festival. 
A gennaio 2024 pubblica il singolo “Cantastorie (Diario di Bordo)” primo episodio del nuovo progetto che uscirà entro l’anno.
Ora è la volta di "Nannarè", che ascolteremo con Chino in un'intervista che andrà in onda:
Lunedì 20 maggio alle 16:35 e giovedì 23 maggio alle 10:10.
 

Angelina Mango: esce il 24 maggio “melodrama”, il nuovo singolo che anticipa l’album “poké melodrama”

Angelina Mango - melodrama
COMUNICATO STAMPA

Quest’estate sarà protagonista dei principali festival musicali italiani e europei in autunno sarà in tour nei club in Italia e in Europa

Esce il 24 maggio “melodrama” (LaTarma Records, distribuito da ADA / Warner Music), il nuovo singolo di Angelina Mango che anticipa il suo primo album d’inediti poké melodrama, in uscita il 31 maggio e già disponibile in pre-order.
melodrama - scritto dalla stessa cantautrice insieme a Federica AbbateAlessandro La Cava e Nicola Lazzarin e prodotto da E.D.D. e Cripo - è un brano in cui l’elettronica si fonde con una ritmica reggaeton, creando un sound coinvolgente e caratteristico. melodrama è Angelina da piccola a casa che balla in salotto, chiude gli occhi e si immagina sul palco vivere fuori dagli schemi, lasciarsi convincere dai sogni.
Svelando alcuni indizi sui social oggi Angelina ha annunciato ai fan la possibilità di ascoltare in anteprima il singolo in alcuni negozi di dischi in diverse cittá italiane, per l’occasione ha scelto un supporto particolare: la musicassetta. Sarà possibile ascoltare il singolo a Milano (Dischi volanti - Ripa di Porta ticinese 47; Mondadori Duomo - Galleria Del Corso 2), Udine (Angolo della musica SRL - Via Aquileia 89), Bassano del Grappa (Dischi Ponte - Via Angarano 9), Torino (Mondadori - Via Monte di Pietà 2), Napoli (The Spark Creative Hub - Piazza Bovio 33), Bologna (SEMM Music Store & More - Via Oberdan 24/F), Roma (Discoteca Laziale - Via Mamiani 62/A), Potenza (Firefly SNC di Laguardia e figli - Vico D.Asselta 5/7), Catania (Riva musica disco market - P.zza Stesicoro 37) e Lucca (Sky stone - Piazza Napoleone 21/22).
melodrama anticipa il primo album d’inediti dell’artista "poké melodrama, che uscirà il 31 maggio e che è stato annunciato a sorpresa durante il concerto al Fabrique di Milano - sold out - che si è tenuto lo scorso 17 aprile. "poké melodrama è il riassunto delle tante anime musicali di Angelina Mango, in cui la sua versatilità si manifesta con varie sfaccettature musicali che si mescolano come una vera e propria poké di suoni e ritmi. In questa fusione di generi e stili diversi, ogni melodia è un riflesso dei nostri stati d'animo mutevoli, in cui la musica arriva per alleviare i pensieri più bui, sdrammatizzando anche i momenti più tristi.
L’album - già in pre-order -  sarà disponibile in formato vinile picture disc, vinile picture disc autografato, vinile nero, vinile nero autografato e in formato CD anche nella versione autografata. 
Angelina Mango ha rappresentato l’Italia con “La noia all’Eurovision Song Contest 2024 a Malmö, brano con cui si è classificata settima e con cui ha trionfato alla 74ª edizione del Festival di Sanremo.
La noia oltre ad aver raggiunto il doppio disco di platino e aver totalizzato oltre 120 milioni di stream audio/video, dopo le esibizioni di Angelina in occasione di Eurovision è tra le canzoni più ascoltate al mondo, entrando così nella top200 della global chart di Spotify in 22 Paesi (tra cui UK, Spagna, Germania, Austria, Belgio, Portogallo, Olanda, Danimarca, Finlandia, Grecia, Islanda e Irlanda), nella top50 di Apple Music in 26 Paesi del mondo e nella top50 su iTunes di 18 Paesi in tutto il mondo.
Le performance de La noia” sul palco di Malmö sono state viste da oltre 20M di persone tramite i profili ufficiali di Eurovision su IG e TikTok, mentre il suo profilo Instagram nel weekend di Eurovision ha raggiunto una reach record di oltre 6M.
A coronamento di un anno fatto di importanti successi, Angelina Mango aggiunge un nuovo tassello al suo percorso musicale scandito da grandi traguardi: in autunno sarà per la prima volta in tour in Europa con il suo “European club tour”, prodotto e organizzato da Live Nation, che la vedrà esibirsi live per sei imperdibili concerti nelle città di Monaco di BavieraColoniaLondraBruxellesParigi e Barcellona.
Angelina Mango prosegue dunque il suo viaggio verso l’Europa, iniziato con la sua partecipazione ai principali pre-party eurovisivi, che l’hanno portata ad esibirsi a  Madrid, Barcellona, Londra e Amsterdam tra l’entusiasmo e l’affetto del pubblico europeo, proseguito con l’esperienza a Eurovision Song Contest e che continuerà con le date estive nei festival europei e con i sei live annunciati nei club delle principali città d’Europa in autunno.
Una serie di show unici che rappresentano un'ulteriore conferma del percorso straordinario di questo ultimo anno di Angelina. La cantautrice è attesa a Monaco Di Baviera all’Hansa 39 (30 ottobre), a Colonia al Club Bahnhof Ehrenfeld (1 novembre), a Londra presso la 02 Academy Islington (3 novembre), a Bruxelles presso La Madeleine (4 novembre), a Parigi a Les Etoiles (9 novembre) e infine a Barcellona al Razzmatazz (11 novembre).
La cantautrice inoltre ha pubblicato “La noia” feat. Álvaro De Luna (LaTarma Records, distribuito da ADA / Warner Music). La collaborazione tra Angelina e il giovane cantautore spagnolo - che vanta oltre 2 milioni di ascoltatori mensili, 13 dischi di platino e numerose hit che hanno raggiunto la vetta delle classifiche radiofoniche in Spagna - nasce dall’incontro dei due artisti in studio a Milano e vede per la prima volta in assoluto Angelina Mango cantare in lingua spagnola. Il brano al suo debutto è stato inserito nelle playlist dedicate alle nuove uscite di Italia, Spagna, Francia, Latino America, Svizzera, India, Bangladesh e Sri Lanka. Insieme a La noia” feat. Álvaro De Luna è uscito il videoclip prodotto da Borotalco.tv per la regia di Giulio Rosati.
Con otto dischi di platino, due dischi d'oro e oltre 374 milioni di stream audio e videoAngelina Mango si prepara a tornare live nei principali festival estivi in Italia e in Europa: la cantautrice si esibirà infatti al Sea Star Festival di Umag (Croazia - 25 maggio), al Nameless Festival di Como (14 giugno), all’Isle of Wight Festival dell’Isola di Wight (UK - 22 giugno), al Castle On Air di Bellinzona (Svizzera - 27 giugno), al Gozo Festival di Santiago De Compostela (Spagna - 6 luglio), all’Ama Festival di Vicenza (13 luglio), all’Alguer Festival di Alghero (17 luglio), al Piccolo Festival di Bagheria (Palermo - 2 agosto) e infine al Brava Madrid Festival di Madrid (Spagna - 20 settembre).
A ottobre comincerà Angelina Mango nei club 2024, il tour prodotto e organizzato da Live Nation che ha collezionato diversi sold out tra cui le date doppie di Roma (11 e 12 ottobre), Milano (17 aprile e 26 ottobre), Napoli (14 e 15 ottobre), oltre ai live di Molfetta (BA, 16 ottobre), Nonantola (MO, 19 ottobre) e Venaria Reale (TO, 24 ottobre); Angelina è attesa anche a Firenze (21 ottobre), Padova (22 ottobre) e per la terza data a Milano (27 ottobre), dove porterà sul palco un nuovo racconto di sé per mostrare la sua evoluzione personale e artistica.
I biglietti per i live nei festival estivi in Italia e in Europa, per il tour Angelina Mango nei club 2024” e per il tour europeo sono disponibili qui. Maggiori informazioni qui
 

File.41: Dario Rizzardi - intervista

Dario Rizzardi

Il cantautore veneziano ci presenta “Illusione Postmoderna”

“Illusione Postmoderna” è il nuovo singolo di Dario Rizzardi: un brano che nasce come sintesi tra l’esperienza diretta e biografica delle dinamiche di potere, sia nell’ambito artistico/discografico mainstream che in quello lavorativo.
Fondamentale per la creazione della canzone è stata anche l'influenza letteraria di opere come “L'Uomo a Una Dimensione” di Herbert Marcuse, “Realismo Capitalista” di Mark Fisher e “Giorno dopo Giorno” di Salvatore Quasimodo.
Spiega l’artista a proposito del brano: “Per venerare un simulacro che governa paga un tributo all’Illusione Postmoderna. Vedi, il potere restituito per sfinimento diventa bene di consumo insieme a te”.
Il videoclip di “Illusione Postmoderna” vuole suscitare nello spettatore una sensazione di straniamento psichedelico rispetto al reale e all’attuale, alle modalità ed alle tecnologie di fruizione del prodotto artistico e mediatico, in relazione alla percezione e all’interpretazione critica della realtà stessa.
 
Biografia
Dario Rizzardi è un cantautore classe '98 di Venezia. Tra i primissimi interessi, già dall’infanzia, ci sono musica e letteratura. Frequenta la Miles Davis School dal 2009 al 2012, che da una parte gli fornisce una preparazione teorica, dall’altra gli permette di suonare dal vivo cover pop, rock, blues e jazz. Parallelamente agli studi liceali, partecipa come scrittore a diversi bandi e premi letterari.
Scrive, registra e produce il suo album d’esordio tra il 2021 e il 2022, convertendo lo spazio di un pub in studio di registrazione, in collaborazione ad altri artisti, musicisti e performer.
In questi anni si esibisce con la sua band nei principali palchi di riferimento della zona: Centro Sociale Rivolta, Spaghetti Unplugged Bologna, Summer Nite Love Festival, Treviblues e altri ancora.
Nel 2023 collabora con Luca Sala (autore, vincitore del festival di Sanremo 2012) e viene presentato a Sanremo Giovani da Ebim Records. Deluso dalle logiche produttive e strategiche della discografia mainstream, decide di registrare nuovamente e integralmente il nuovo singolo “Illusione Postmoderna” presso Studio2.  Master a cura di Tom Hall, Abbey Road Studios.
Influenzato dalla canzone d’autore italiana ed internazionale, da poesia, letteratura e dal pensiero esistenzialista ed anarchico: mette a servizio dei testi sonorità e afflati provenienti da contesti blues, country, folk, swing, ballad e western con l’intento di orientare il concetto di canzone d’autore, verso un senso critico di interpretazione della realtà.
La nostra intervista con Dario Rizzardi andrà in onda:
Venerdì 17 maggio alle 16:35 e martedì 21 maggio alle 10:10.
 

Diodato vince il Premio Amnesty Big per “La mia terra”

Diodato - VxL 2024
COMUNICATO STAMPA

Annunciati anche gli 8 semifinalisti della Sezione Emergenti. La premiazione di Diodato con un breve live e le finali del contest durante il festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty” dal 19 al 21 luglio a Rovigo

Diodato, con la canzone “La mia terra”, è il vincitore del Premio Amnesty International Italia 2024 nella sezione Big, assegnato da una giuria composta da giornalisti, conduttori radiofonici e televisivi, intellettuali, rappresentanti di Amnesty International Italia e di Voci per la Libertà.
Il brano, composto per il film “Palazzina LAF” di Michele Riondino e vincitore del David di Donatello per la categoria “miglior canzone originale”, è un omaggio alla città di Taranto: passando dal mito, alle origini e alla sua storia, racconta una città colpita dall'ingiustizia e dal desiderio del suo popolo di rialzarsi.
“È un grande onore ricevere questo riconoscimento da Amnesty International Italia e sono davvero felice che arrivi con il brano ‘La mia terra’” – ha dichiarato Diodato – “La questione tarantina è stata spesso relegata a una pura problematica lavorativa, occupazionale, nascondendo il vero nocciolo della questione e cioè i diritti umani. Sono soprattutto questi a essere violati continuamente nella mia città. Il disastro ambientale e la violenza verso gli esseri viventi è sicuramente il tema principale da cui partire. La bellezza che la mia terra continua a mostrare nonostante tutto è un monito che lancia a noi tutti è richiesta d’amore e di giustizia. Ringrazio Amnesty anche per essere da sempre al fianco dell’Uno Maggio Taranto Libero e Pensante, venendo sul nostro palco a dar voce a tantissimi esseri umani che ogni giorno lottano per i propri diritti”.
“’La mia terra’ non è solo una dedica struggente alla città di Taranto, ma è un messaggio universale dedicato a tutte le persone che sono costrette a fuggire dalla propria terra a causa di guerre, persecuzioni e calamità. È una canzone delicata che, partendo da Taranto, ci fa arrivare alla ricerca di quei diritti fondamentali, come quello a potersi spostare, a vivere in un luogo sicuro, a vivere una vita degna di essere vissuta”, ha commentato Alba Bonetti, presidente di Amnesty International Italia.
Il Premio Amnesty International Italia, sezione Big, giunto alla sua 22ª edizione, è stato creato nel 2003 da Amnesty International Italia e dall’associazione Voci per la Libertà per premiare il migliore brano sui diritti umani pubblicato nel corso dell’anno precedente da un solista o una band di spicco nel panorama della musica italiana.
In lizza per il premio di quest’anno c’erano anche Appino con “È solo una bomba”, Vinicio Capossela con “La crociata dei bambini”, Drusilla Foer con “Tanatosi”, Giancane con “Sei in un paese meraviglioso”, Giorgia con “Senza confine”, Levante con “Capitale mio capitale”, i Modena City Ramblers con “Mediterranea”, Tananai con “Tango” e Margherita Vicario con “Magia”.
Nelle precedenti edizioni hanno vinto il Premio Amnesty, sezione Big: “Il mio nemico” di Daniele Silvestri (2003);“Pane e coraggio” di Ivano Fossati (2004); “Ebano” dei Modena City Ramblers (2005); “Rwanda” di Paola Turci (2006); “Occhiali Rotti” di Samuele Bersani (2007); “Canenero” dei Subsonica (2008); “Lettere di soldati” di Vinicio Capossela (2009); “Mio zio” di Carmen Consoli (2010); “Genova Brucia” di Simone Cristicchi (2011); “Non è un film” di Frankie Hi-Nrg MC e Fiorella Mannoia (2012); “Gerardo nuvola ‘e Povere” di Enzo Avitabile e Francesco Guccini (2013); “Atto di forza” di Francesco e Max Gazzè (2014); “Scendi giù” di Alessandro Mannarino (2015); “Pronti a salpare” di Edoardo Bennato (2016); “Ballata triste” di Nada (2017); “L’uomo nero” di Brunori Sas (2018); “Salvagente” di Roy Paci & Aretuska feat. Willie Peyote (2019); “Io sono l’altro” di Niccolò Fabi (2020); “Dalle mie parti” dei Negramaro (2021); nuovamente Carmen Consoli con “L’uomo nero” (2022); “Severodonetsk” di Manuel Agnelli (2023).
"Voci per la libertà – Una canzone per Amnesty è la casa della musica e dei diritti umani” ricorda Michele Lionello, direttore artistico del festival. “La musica è uno degli strumenti più potenti per comunicare un messaggio forte e chiaro come quello della difesa e della promozione dei diritti umani. Gli artisti del Premio Amnesty International Italia nella sezione Big ed Emergenti sapranno farci riflettere e cantare attraverso uno spaccato della migliore musica italiana. Canteranno per prendere posizione contro la guerra, per esprimere solidarietà, per parlare di amore e fratellanza, per raccontare un sogno di uguaglianza e pace, per ammonirci di rispettare l’ambiente e la dignità umana".
La cerimonia di premiazione di Diodato sarà il momento clou della 27ª edizione del festival Voci per la Libertà - Una canzone per Amnesty, che si svolgerà a Rovigo dal 19 al 21 luglio.
Durante l'evento avranno luogo anche le finali del Premio Amnesty International Italia nella categoria Emergenti, con otto proposte artistiche selezionate per quest'anno. Venerdì 19 luglio, nella prima semifinale, saliranno sul palco Matteo Faustini da Brescia con “Il girasole innamorato della luna”, Isotta da Siena con “Coming Out”, Emanuele Conte da Treviso con “Proiettile bambolina”, e i Turbospettro da Milano con “2030”. Sabato 20 luglio, nella seconda semifinale, si esibiranno Capone & BungtBangt da Napoli con “Capille luonghe”, Giulia Mei da Palermo con “Bandiera”, Motus da Taranto con “Per fortuna ci sei tu” e Babele da Messina con “Mediterraneo”. Infine, domenica 21, si terrà la finale con i cinque migliori semifinalisti.
Durante la tre giorni di musica e diritti umani, si terranno altri appuntamenti con ospiti speciali, talk e molte altre iniziative che contribuiranno alla realizzazione della Settimana dei diritti umani, una grande manifestazione multidisciplinare per promuovere i diritti umani attraverso l’arte e la cultura. Il calendario, che verrà aggiornato nelle prossime settimane, sarà arricchito da numerosi eventi, sia pomeridiani che serali, ad ingresso gratuito.
Tutti gli approfondimenti su: www.vociperlaliberta.it
(Ufficio stampa Voci per la libertà: Ender Comunicazione)
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS