File.41: Ragazze Punk - intervista

Ragazze Punk

"Luv U" è il nuovo singolo della prima girl band in stile K-pop in Italia

Le Ragazze Punk sono una girl band multietnica composta da quattro giovanissime ragazze, Lisa, Sofia, Christel e Naike. Le ragazze si sono ritrovate nella stessa classe di una scuola artistica e hanno deciso di formare una band. Il primo brano che hanno scritto si chiama "RagazzePunk" che non è mai stato pubblicato e che parlava di ragazze che sono in giro a divertirsi in maniera libera e sbarazzina. Così hanno deciso  che il nome di quella "folle energia" poteva essere adatto a loro. Pur non essendo punk a loro piace il nome e il concetto che sta dietro alla parola e lo legano alla libertà di vivere e di esprimersi delle ragazze in modo da non venir giudicate sbagliate quando un maschio fa le stesse cose e viene giudicato un figo.
Dopo l'esordio a X Factor con “Stella di Hollywood”, “Luv U” è il nuovo singolo delle Ragazze Punk disponibile sulle piattaforme di streaming digitale e in rotazione radiofonica.
“Luv U”  è un perfetto mix di suoni urban pop che cattura l'essenza della generazione Z: combinando melodie pop e sonorità trap internazionali, si viene a creare un sound unico e coinvolgente che  sicuramente farà ballare tutti.
Dopo il successo virale a XFactor2023, la band ha deciso di concentrarsi sulla scrittura e di conquistare un posto nel panorama musicale come una girls band europea nel più puro stile K-pop.
Le ragazze sono più unite che mai e hanno lavorato assiduamente per creare un brano moderno e accattivante che riflette le esperienze e le emozioni dell'adolescenza di oggi.
Il videoclip di “Luv U”, girato in un complesso industriale con graffiti e con un drone che sfreccia tra le vie industriali abbandonate, rappresenta una fuga e un senso di angoscia che si mescola perfettamente con la storia d'amore tra adolescenti finita male raccontata nel testo.
Abbiamo incontrato Naike, una delle quattro componenti della band, per un'intervista che andrà in onda:
Martedì 9 aprile alle 16:35 e venerdì 12 aprile alle 10:10.
 

File.41: Mois G - intervista

Mois G

“Abisso”, il nuovo singolo: un alternarsi di rap e pop cantato

Abisso” è il nuovo singolo di Mois G. Un brano che evidenzia la diversità dell'artista e la sua opposizione alla società attuale, definendo tale differenza come un abisso. Nella prima strofa parla dei suoi sforzi quotidiani per la sua musica e della sua ricerca di qualcosa di più e di diverso rispetto alla società. Con un alternarsi di rap e pop cantato, per riassumere la canzone in una frase, si potrebbe dire che tra Mois G e il mondo esterno c’è un “Abisso”.
Il videoclip di “Abisso”, diretto dal videomaker Nicola Maltagliati in collaborazione con Mois G, sfrutta due location significative per trasmettere il tema centrale della distanza tra l'artista e il mondo esterno. La prima è un parco sculture caratterizzato da immagini insolite, dove le riprese sono ambientate con uno sfondo quasi totalmente nero. Questa scelta visiva mira a enfatizzare l'abisso emotivo e concettuale che separa Mois G dal contesto circostante, creando un senso di isolamento e disconnessione. La seconda è semplicemente una montagna, con il vuoto sottostante a sottolineare la solitudine e l'alienazione dell'artista.
Mois G, all'anagrafe Sensi Simone è un artista toscano classe 2007. Si appassiona alla musica fin da piccolo esattamente un giorno nel quale suo padre lo portò a vedere uno spettacolo musicale e da lì Mois G disse “voglio fare il cantante”.
Nel 2020 pubblica il suo primo videoclip ufficiale su YouTube e riceve un post in merito di esso da una nota pagina Instagram, nel quale riceve molti insulti nei commenti e scoraggiamenti continui, nonostante questo continua il suo percorso a lungo con vari video su YouTube, vista la sua determinazione nel raggiungere i propri obiettivi, fino a che non prese la decisione di pubblicare le proprie release su tutti i digital stores. Il 25 aprile fa il suo primo live a soli 15 anni, e il 24 giugno dopo diverse esibizioni dal vivo suona davanti a 5000 persone in una festa nella sua città. Nonostante la giovinezza Mois G cerca di distribuire la sua impronta nella scena e raggiungere tutte le sue ambizioni.
La nostra intervista con Mois G andrà in onda
Lunedì 8 aprile alle 16:35 e giovedì 11 aprile alle 10:10.
 

VxL 2024: a Matteo Faustini il Premio dei Giovani di Amnesty

Matteo Faustini - VxL

Musica: in scadenza il bando del Premio Amnesty Emergenti

Scade l’8 aprile il bando di concorso per la sezione Emergenti del Premio Amnesty alle migliori canzoni sui diritti umani. Qui sono disponibili tutte le indicazioni per iscriversi.
Il primo semifinalista sarà Matteo Faustini. Con il suo brano “Girasole innamorato della luna” ha infatti vinto il Premio dei Giovani di Amnesty, che permette a uno tra gli iscritti entro il 4 marzo 2024 appunto di entrare di diritto nelle semifinali del contest, che si terranno nell’ambito dello storico festival “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”, in programma a Rovigo dal 19 al 21 luglio 2024.
La vittoria è stata decretata dai voti espressi dai giovani (under 35) di Amnesty International fra i 50 iscritti. Complessivamente sono stati quasi 100.000 gli ascolti dei brani in gara.
In ogni caso, tutti i partecipanti al Premio Amnesty Giovani non saranno esclusi dalle fasi di selezione per avere accesso alle semifinali del concorso assieme a tutti gli altri iscritti al concorso.
È intanto in corso il voto di una ampia e prestigiosa giuria per decretare il vincitore del Premio Amnesty nella sezione Big. Sono in lizza: Appino, Vinicio Capossela, Diodato, Drusilla Foer, Giancane, Giorgia, Levante, Modena City Ramblers, Tananai, Margherita Vicario.
Matteo Faustini ha dichiarato: “Questo premio per me rappresenta uno spazio da poter riempire di contenuto; questo premio è un megafono sul cuore, è solidarietà solida; ricevere questo premio é come avere qualcuno che ti dice “credo anche io nel tuo sogno”, e io credo nei sogni condivisi. Con questo premio non mi sento solo ascoltato, ma anche capito. Spero che il brano che ho scritto possa dare voce a tutte le anime che abitano su questa palla blu e che almeno una volta nella vita si sono sentite diverse, come un girasole innamorato della luna. Il girasole innamorato della luna é uno dei brani a cui voglio più bene. Ci ho messo 12 anni per scrivere questa canzone, ho dovuto prima raccogliere ogni centimetro di coraggio che trovavo dentro di me. In questi 216 secondi parlo di amore, di un amore che vorrei fosse insegnato a scuola, parla di anime e non di corpi, di contenuto e non di contenitori”.
Matteo Faustini è appassionato di musica fin dall'infanzia, entra a tredici anni nel coro delle voci bianche del Teatro alla Scala di Milano, avvicinandosi alla lirica. A partire dal 2017 partecipa a vari concorsi musicali con ottimi risultati. Nel 2019 vince il concorso di Area Sanremo con il brano “Nel bene e nel male”, mentre l'anno successivo prende parte al Festival di Sanremo 2020 nella categoria esordienti, vincendo il “Premio Lunezia per Sanremo” per il valore musicale e letterario del brano in gara, ha esordito al 2° posto della classifica iTunes e tra i dischi più venduti nella classifica FIMI/GfK con il suo album di debutto “Figli delle Favole”. A dicembre 2022 pubblica il singolo “Girasole innamorato della luna”, brano interamente scritto dal cantautore che, sensibilizzando contro l'omofobia in una società che discrimina e giudica, dichiara il suo amore verso l'anima, rifiutando etichette e preconcetti. Il singolo anticipa l'uscita del secondo album Condivivere. Matteo Faustini ha intrapreso inoltre la carriera di autore, scrivendo per Marco Carta, Silvia Salemi, Federica Marinari e Le Deva.
(comunicato Ender Comunicazione - foto di Claudio Scozzari)
 

De Gregori e Zalone: arriva "Giusto o sbagliato"

De Gregori e Zalone
COMUNICATO STAMPA

Il singolo inedito che anticipa l’album “Pastiche” in uscita il 12 aprile

Da venerdì 5 aprile sarà disponibile in digitale ed entrerà in rotazione radiofonica “Giusto o sbagliato”, il singolo inedito di DE GREGORI ZALONE che anticipa l’album “Pastiche” (Columbia Records /Sony Music) in uscita il 12 aprile. 
In “Pastiche”, per la prima volta nella sua carriera CHECCO ZALONE abbandona i panni dell’attore e si propone come musicista puro per accompagnare al pianoforte la voce di FRANCESCO DE GREGORI in un disco sorprendente. 
La tracklist di “Pastiche” è ricca di colpi di scena, una generosa incursione nella migliore musica italiana, dove le canzoni di De Gregori si alternano con quelle di autori come Paolo Conte, Pino Daniele, Antonello Venditti e dello stesso Zalone.
L’album uscirà in CD, doppio LP nero e doppio LP nero numerato e autografato in esclusiva sullo Store Sony Music.
L’anima dell’intero album, registrato in presa diretta in varie sessioni fra il 2023 e il 2024, è il pianoforte di Checco Zalone, che si rivela qui musicista eccellente ed eclettico, in grado di muoversi con leggerezza e senza manierismi fra blues, jazz e musica classica, restituendo così al canto di De Gregori la dimensione più lirica ed intima.
La band di Francesco ed altri musicisti di varia provenienza hanno contribuito, insieme all’Orchestra Italiana del Cinema a creare un suono soft che avvolge tutto il disco in un’atmosfera inaspettatamente vintage.
Il 5 e il 9 GIUGNO in concerto alle Terme di Caracalla di ROMA “DE GREGORI ZALONE – VOCE E PIANO (& BAND)”
DE GREGORI e ZALONE, voce e pianoforte, si esibiranno in due date imperdibili alle Terme di Caracalla di Roma il 5 e il 9 giugno con “DE GREGORI ZALONE – VOCE E PIANO (& BAND)”.
Francesco De Gregori e Checco Zalone non hanno in programma un tour in comune, perciò quelli alle Terme di Caracalla saranno due concerti unici e irripetibili.
Le prevendite sono disponibili su TicketOne.
Tracklist “Pastiche”:
  1. Giusto o sbagliato di De Gregori – Zalone – De Gregori
  2. Pezzi di vetro di Francesco De Gregori
  3. Pittori della domenica di Paolo Conte
  4. Rimmel di Francesco De Gregori
  5. Putesse essere allero di Pino Daniele
  6. Atlantide di Francesco De Gregori
  7. Storia di Pinocchio di Nino Manfredi
  8. La prima Repubblica di Checco Zalone
  9. Le cose della vita di Antonello Venditti
  10. Falso Movimento di Francesco De Gregori
  11. Alejandro di Checco Zalone
  12. Pittori della domenica (piano e voce)
  13. Giusto o sbagliato (con orchestra)
  14. Buonanotte Fiorellino di Francesco De Gregori
  15. Ciao ciao di Francesco De Gregori
(comunicato Sony Music a cura di E. Romanò)
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS