Sanremo 2024: ordine di uscita della prima serata

DIARIO DA SANREMO

Annunciato l'ordine d'uscita: inizia Clara, chiude Il Tre

Ordine di uscita prima serata - martedì 6 febbraio
1-  Clara ; 2-  Sangiovanni; 3-  Fiorella Mannoia; 4-  La Sad; 5-  Irama; 6-  Ghali; 7-  Negramaro; 8-  Annalisa; 9-  Mahmood; 10– Diodato; 11- Loredana Berte’; 12- Geolier; 13-  Alessandra Amoroso; 14- The Kolors; 15- Angelina Mango; 16- Il Volo; 17- Big Mama; 18- Ricchi e Poveri; 19- Emma;  20- Renga Nek;  21- Mr.Rain;  22- Bnkr44;  23- Gazzelle;  24- Dargen D’Amico;  25- Rose Villain;  26- Santi Francesi;  27- Fred De Palma;  28- Maninni;  29- Alfa;  30- Il Tre
 

Sanremo 2024: conferenza stampa per la prima serata

CS02
DIARIO DA SANREMO

Secondo appuntamento con la stampa. Presente Marco Mengoni: "Emozionato ma so fingere bene. Entro in punta di piedi"

Conferenza stampa a poche ore dall'avvio delle 74ma edizione del Festival. Presenti al Roof dell'Ariston due assessori (Faraldi al Turismo e Tonegutti all'Ambiente), il direttore Ciannamea, la Lentini, Amadeus e l'attesissimo primo co-conduttore Marco Mengoni.
Il direttore sottolinea il record di ascolti del PrimaFestival, che ha ottenuto 5 milioni di spettatori, risultando la miglior puntata della trasmissione. La Lentini annuncia che la Fanfara dei Carabinieri aprirà la prima serata e che nel corso della serata ci sarà un omaggio a Toto Cutugno ("appartiene a questo Festival", dice Amadeus). Il Festival sarà quest'anno caratterizzato da momenti di riflessione. Ci sarà anche la sciatrice Federica Brignone.
La Giuria della Sala Stampa, tv e web sarà protagonista delle votazioni e, al termine della serata saranno indicate le prime cinque canzoni. 
Marco Mengoni dichiara di essere molto emozionato ma di "fingere bene": "Ho studiato molto, anche le vecchie edizioni di Sanremo. Ho avuto da Amadeus massima libertà. Entro in punta di piedi, facendo un altro mestiere".
Amadeus, su sollecitazione di Casinelli, conferma che la priorità dei suoi festival è di proporre canzoni che possano funzionare in radio. "Bisogna rivolgersi ai giovani". Poi viene svelato l'ordine di uscita dei cantanti; inizierà Clara intorno alle 21 e chiuderà Il Tre intorno alle 2.
Molte delle domande sono dirette al co-conduttore, che non disdegna nemmeno di parlare onestamente delle sue fragilità. Si dimostra schietto, onesto e simpatico. Mengoni canterà ovviamente "Due vite" e un medley dei suoi successi. Tra i punti di riferimento, il cantante cita Anna Marchesini, "genio assoluto", arrivando a imitarla.
Amadeus conferma che non proseguirà nella conduzione: "Sinceramente credo che si debba chiudere un ciclo, anche per ricaricarsi e pensare a cose nuove". Sui trattori: "Confermo che li farei salire sul palco. Ho fatto l'istituto tecnico agrario, so zappare la terra e anche guidare il trattore".
Momento divertente con Enrico Lucci dalla Lucio Dalla che chiede ad Amadeus e Mengoni di dedicare "Bella Ciao" alla Meloni.
(gm)
 

Sanremo 2024: ultime danze prima del via

Green carpet 2024
DIARIO DA SANREMO

Abbiamo assistito alle prove generali, concludendo che la maggior parte dei brani sono di alto livello. In scena il green carpet

Questo lunedì, il giorno prima dell'avvio del Festival numero 74, termina con un colpo di scena: l'evacuazione di Villa Nobel per un allarme bomba, durante un evento che vedeva presenti molti dei cantanti in gara.
In questa giornata di attesa, dopo la consueta conferenza stampa, al Teatro Ariston si svolgono le prove generali per tutti i 30 cantanti in gara. Anche noi accreditati alla Sala Stampa Lucio Dalla abbiamo potuto assistere alle esibizioni, avendo il privilegio di sentire le canzoni in anticipo e, soprattutto, nella versione con l'orchestra identica a quella che sarà eseguita domani. Non è tempo per dare pagelle, ma possiamo dire che Annalisa e Angelina Mango hanno dei pezzi bomba, che la canzone di Diodato è una delle più belle, che Il Volo ci stupirà per la qualità della loro proposta, che Loredana Bertè è stata strepitosa e che ci sono molti altri pezzi che rimarranno in testa. Perché anche Maninni, Alfa, Emma, Alessandra Amoroso e altri non deluderanno. Insomma, sarà musicalmente un gran bel Festival.
Al termine delle prove, si è tenuto il tradizionale green carpet con tutti gli artisti che hanno sfilato da Piazza Borea D'Olmo fino a Piazza Colombo, contornati da un pubblico entusiasta al di là delle transenne.
Ora è tutto pronto: domani si andrà in scena con la prima serata di un'edizione che, considerando la potenza di fuoco messa in campo e la reazione di tutta la città, si preannuncia memorabile. 
(gm)
 

Sanremo 2024: conferenza stampa di apertura

CS01 - Sanremo 2024
DIARIO DA SANREMO

Conferenza stampa di apertura della 74ma edizione del Festival

Iniziano ufficialmente le conferenze stampa quotidiane del Festival. 
La prima mezz'ora è dedicata a Rai Pubblicità. Al termine, Amadeus esprime la soddisfazione per l'esordio di PrimaFestival, che ha ottenuto ottimi ascolti.
Come sempre Fabrizio Casinelli, direttore dell'Ufficio Stampa Rai, introduce gli ospiti.
Dopo i saluti del sindaco Roberto Biancheri e dell'assessore alla cultura Silvana Ormea, il Direttore Intrattenimento Prime Time Marcello Ciannamea descrive l'evoluzione del Festival in questi anni, con grandi parole di apprezzamento per Amadeus. Federica Lentini sottolinea la possibilità di vedere il Festival anche in 4K e il sistema di votazione. A seguire, lo spazio Radio 2: le iniziative sono raccontate dalla neo-direttrice Simona Sala.
Amadeus ringrazia il sindaco Biancheri per gli anni di ottima collaborazione e sottolinea eguale entusiasmo nel condurre la quinta edizione consecutiva.
Dante Fabiani gestisce le domande dalle sale stampa. Da queste si ricavano delle informazioni importanti: le radio coinvolte nella Giuria delle Radio sono circa 200, selezionate precedentemente. Ci sono i network, le radio areali e le radio regionali. Sono state selezionate da elenchi delle Corecom regionali, pertanto sono in numero finito e proporzionale alla popolazione residente.
Ci sono polemiche da parte di alcuni inviati che sono stati trasferiti (per motivi di spazio) dal Roof alla Lucio Dalla, perdendo la possibilità di assistere alle prove all'Ariston.
Arriva poi Fiorello per salutare i giornalisti e, di conseguenza, l'atmosfera di alleggerisce notevolmente.
L'ombra della protesta dei trattori incombe sul Festival ma Amadeus considera sacrosanta l'iniziativa e si dichiara disponibile a farli salire sul palco.
Grande applauso per il fatto che anche i giornalisti della Lucio Dalla potranno assistere alle prove.
Amadeus glissa sulla sesta conduzione, anche se ammette: "tutte le cose devono terminare. I cinque anni sono sufficienti per chiudere".
(gm)
 

Sanremo 2024: la città si veste di Festival

Ariston 2024
DIARIO DA SANREMO

Domenica di arrivi e di party privati. Domani le prove generali

SANREMO - Arriviamo a Sanremo nel primo pomeriggio e, come di consueto, il rumore dei trolley annuncia la discesa dei grandi "disturbatori" della quiete cittadina: un'orda di speaker radiofonici, operatori televisivi, giornalisti della carta stampata e del web, fotografi, aspiranti famosi e via dicendo prende possesso delle centinaia di alloggi che anche quest'anno la città rende disponibili.
Un passaggio all'ufficio accrediti e via, è già Festival, è già caccia grossa ai vip e al gossip. Ma questa domenica non ha molto da raccontare, se non le feste private dei network radiofonici e di TV Sorrisi e Canzoni (quest'anno nei pressi dell'Hotel Miramare). Per noi inviati invece c'è il tradizionale brindisi di inizio fatiche nella splendida cornice di Forte Tecla. Poco lontano, i fuochi artificiali inaugurali e la Costa Smeralda navigare.
Via Matteotti, nella quale possiamo trovare anche la targa sulla pavimentazione con l'ultimo vincitore, il neo-conduttore Mengoni, è già animata da centinaia di curiosi che si accalcano specialmente fuori dall'Ariston, confinati da ferree transenne e da un servizio d'ordine impeccabile. Ma per molti il vero desiderio è vedere Fiorello, che si sa essere sempre da quelle parti per via della sua Viva Rai 2, materializzata nel glass chiamato "Aristonello": stesso carattere del logo del vicinissimo teatro.
Mentre domani si prevede un viavai di van da e per l'Ariston per le ultime prove prima dell'esordio della quinta edizione dell'Era Amadeus, Sanremo è già animata dallo spirito festivaliero. C'è voglia di iniziare questa frenetica settimana che poi, si sa, passerà in un soffio. Ma è bello ritrovarsi qui, rivedere colleghi ormai diventati amici e condividere tutti assieme questo rito pagano al quale, evidentemente, facciamo tutti fatica a rinunciare.
(gm) 
 

Il testo de “L’italiano” di Toto Cutugno illumina la città di Sanremo

Toto Cutugno illumina la città di Sanremo
COMUNICATO STAMPA  - VERSO SANREMO

Carosello Records omaggia uno degli artisti italiani più cantati nel mondo

Venerdì 2 febbraio - Carosello Records con il contributo del Comune di Sanremo omaggia Toto Cutugno impreziosendo Via Matteotti, proprio di fronte al Teatro Ariston, con l’installazione di speciali luminarie che riprendono il testo de “L’Italiano”, una delle sue canzoni più celebri, conosciute e cantate tanto in Italia quanto all’estero sino a divenire un vero e proprio inno dell’italianità in tutto il mondo. 
L’accensione inaugurale si è tenuta ieri 1 febbraio in presenza delle istituzioni locali, Amadeus, Carosello Records e Edizioni Curci, proprio a pochi giorni dall’inizio della kermesse canora.
"Toto Cutugno ha contribuito in modo determinante alla diffusione della musica italiana nel mondo ed il suo legame con il Festival di Sanremo è indissolubile.
È per noi un onore omaggiare Toto a pochi mesi dalla sua scomparsa, celebrando “L'Italiano” in occasione della 74esima edizione del Festival di Sanremo.
Le sue canzoni resteranno un patrimonio fondamentale della nostra cultura" - così commenta Dario Giovannni direttore generale di Carosello Records.
L’iniziativa è stata fortemente voluta da Carosello Records, alla quale Toto è stato legato per tutta la sua carriera, con l’immediato supporto del Comune di Sanremo nel realizzare un sentito omaggio a un artista dalla carriera illustre e internazionale che ha fatto la storia della musica italiana, scegliendo proprio via Matteotti per il forte legame tra il Festival di Sanremo e Toto Cutugno: le sue 15 partecipazioni lo attestano tra gli artisti con maggiori presenze alla manifestazione canora, vincendo nel 1980 con il brano “Solo noi”. 
Dieci anni più tardi, a rimarcare l’internazionalità dell’artista, vinse anche l’Eurovision Song Contest con il brano “Insieme: 1992”.
Cantautore da oltre 100 milioni di copie, esponente della musica italiana più noto in tutto il mondo, ha saputo portare la semplicità e la tradizione della canzone italiana all’estero. Cutugno è stato un vero uomo di spettacolo, capace di passare con estrema disinvoltura dal cantautorato alla conduzione televisiva.
(comunicato Carosello Records)
 

Sanremo 2024, "Il Festival si Mostra"

Il Festival si Mostra
COMUNICATO STAMPA - VERSO SANREMO

A Forte Santa Tecla un viaggio lungo i 74 anni della manifestazione canora

L’anno appena iniziato rappresenterà un unicum nella storia della Rai per la sovrapposizione di due ricorrenze particolarmente importanti, i 100 anni della Radio ed i 70 anni della Televisione. Tra le numerose iniziative, non poteva mancare una esposizione che prendesse spunto dalla sua trasmissione più rappresentativa: il Festival di Sanremo. 
Dal 5 febbraio, in occasione della settimana del Festival, presso il Forte Santa Tecla - polo museale della città sanremese a pochi passi dal Teatro Ariston- verrà inaugurata la mostra dal titolo: “Il Festival si mostra”. 
Una divertente e interessante esposizione organizzata dalla Rai che racconterà, lungo un percorso articolato in 5 sale, i 74 anni del Festival, dagli esordi del 1951 fino ad arrivare ai giorni d'oggi.
Un viaggio interattivo tra tv e radio d'epoca, tra gli abiti che hanno fatto la storia del Festival, tra suggestioni, ologrammi, proiezioni di fiori ed immagini sanremesi che hanno contraddistinto la più nota manifestazione canora nazionale.
Un progetto realizzato dalle Direzioni Comunicazione ed Intrattenimento Prime Time in collaborazione con la Direzione Teche e Produzione TV (Museo della Radio e della Tv Rai di Torino), e con la partecipazione del Comune di Sanremo, della Direzione Regionale Musei Liguria, e di Rai Pubblicità.
Sarà possibile visitare l’esposizione da lunedì 5 febbraio con i seguenti orari: lunedì 5 dalle 15.00 alle 20.00; da martedì 6 a sabato 10 dalle 10.00 alle 20.00; domenica 11 dalle 10.00 alle 18.00. L'ingresso alla mostra sarà gratuito.
La mostra è stata realizzata in collaborazione con The Mall Sanremo.
(Ufficio Stampa Rai)
 

Arriva il "PrimaFestival"

PrimaFestival
COMUNICATO STAMPA - VERSO SANREMO

Alla scoperta del Festival con Paola e Chiara

Una striscia quotidiana che porta il pubblico alla scoperta delle curiosità della settantaquattresima edizione del Festival di Sanremo: è “PrimaFestival”, in onda già da sabato 3 febbraio alle 20.30 su Rai 1, per l’ottavo anno consecutivo. Padrone di casa d’eccezione del programma che precede la diretta del Festival della Canzone Italiana dal Teatro Ariston, sono Paola e Chiara, le sorelle pop dalle mille hit di successo che tornano a Sanremo come conduttrici, in una veste tutta nuova. E per confermare la sempre crescente attenzione al mondo dei giovani, le sorelle Iezzi saranno affiancate dagli inviati Mattia Stanga e Daniele Cabras, star del web e dei social, con milioni di followers, alla loro prima esperienza in prima serata Tv.
La squadra – che porterà il pubblico al centro dell’evento televisivo più importante d’Italia - sarà in diretta subito dopo il Tg1, dal cuore pulsante di Sanremo, nel glass box tutto nuovo a pochi metri dal Teatro Ariston. Da qui i telespettatori potranno vedere cosa sta accadendo, l’emozione dietro le quinte e scopriranno anche che succede tra le pagine dei social e tutto ciò che ruota intorno al Festival. Nella serata di lunedì 5 febbraio, in particolare, il “PrimaFestival” accenderà la settimana sanremese in diretta dal carpet con la presentazione di tutti gli artisti in gara.
Gli autori di “PrimaFestival” sono Walter Santillo, Alessio Tagliento e Tania Carminati. La regia è di Fabrizio Alaimo Guttuso.
(Ufficio Stampa Rai)
 

Pagine

Abbonamento a Radio41.it RSS